Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Crea PDF

Migliorare la sicurezza nel comparto ceramiche

Redazione

Autore: Redazione

Categoria: Approfondimento

18/10/2007

Nuovi strumenti a disposizione delle imprese. Firmato un protocollo di intesa tra Inail, enti locali e parti sociali.

Pubblicità
google_ad_client


Un software di gestione automatizzata degli infortuni e piani aziendali per ridurre la loro frequenza saranno a disposizione delle imprese del settore della ceramica. Lo prevede un protocollo di intesa siglato nei giorni scorsi in Emilia Romagna tra la Regione, Inail,  Confindustria Ceramica, Filcem-Cgil, Femca- Cisl e Uilcem-Uil, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza sul lavoro nel settore e ridurre la frequenza infortunistica.
 
Il software "Info ok” consentirà la  gestione automatizzata degli infortuni e sarà fornito gratuitamente alle aziende da Confindustria Ceramica.
Precisamente il programma consente alle imprese la registrazione in via informatica degli infortuni sul lavoro, l'inoltro della denuncia per via telematica all'INAIL, il calcolo degli indici infortunistici aziendali e un'analisi degli indici statistici di comparto.

L'articolo continua dopo la Pubblicità


Il secondo strumento a disposizione delle imprese è un piano aziendale per ridurre la frequenza infortunistica basato su schede di autovalutazione dei rischi in materia di sicurezza sul lavoro.
 
Per incentivare le imprese all’uso del software e all’adozione del piano aziendale anti-infortuni è previsto anche un vantaggio economico.
 
In coerenza con lo spirito del D.M. del 12 dicembre 2000 in materia di oscillazione delle tariffe dei premi INAIL, le imprese che adotteranno sia il programma di gestione automatizzata degli infortuni sia il piano di miglioramento per la loro riduzione, con relative schede di autovalutazione dei rischi, otterranno uno "sconto" sul premio che sono obbligate a pagare per l'assicurazione contro gli sul lavoro dei propri dipendenti.

Pubblicità
google_ad_client

Creative Commons License
Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Ordina commenti:

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento

Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.

Pubblica un commento

Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!