Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Come aumentare la sicurezza dei bambini in automobile

Redazione
 Redazione
 Sicurezza stradale
13/11/2009: Un sito dedicato alla sicurezza dei bambini in auto: la scelta e il corretto uso dei seggiolini, le cose da fare e da non fare, i video dei crash test. I risultati di uno studio sulle conseguenze fisiche degli incidenti stradali.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
google_ad_client


I dati e le statistiche relative agli incidenti stradali in cui le vittime sono bambini o ragazzini sono preoccupanti:  secondo uno studio europeo gli infortuni stradali sono la  prima causa di morte per i bambini da 5 a 14 anni.
Ed è dimostrato che una così alta incidenza di infortuni stradali dipende in molti casi da mancanze degli adulti: un mancato utilizzo del seggiolino e delle cinture di sicurezza aumenta infatti di ben 7 volte il rischio di conseguenze gravi in caso di incidente; invece un utilizzo responsabile di questi sistemi di ritenuta potrebbe ridurre il rischio di lesioni mortali dell'80%.
Tuttavia 2 italiani su 3 non sanno ancora come portare i propri figli in sicurezza in auto: un rischio non percepito, una mancanza di tutela che deve essere necessariamente affrontata sia a livello politico che a livello mediatico con l’adozione di idonee strategie comunicative.



---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----



Non potevamo dunque non dare rilievo e  risalto alla seconda edizione di BimbiSicuramente, promossa da FIAT, da UCIF (Associazione Italiana dei Concessionari Fiat), in collaborazione con l’Associazione Professionale Polizia Locale d’Italia (ANVU).
BimbiSicuramente è un’ iniziativa di sensibilizzazione ed informazione sul tema della sicurezza dei bambini in auto, con eventi che si concentrano nella settimana dal 9 al 15 novembre 2009 e specialmente con la creazione e il rinnovamento di uno specifico spazio on-line.
Il sito di BimbiSicuramente è infatti un vero e proprio portale dal quale accedere a diverse informazioni e video sulla sicurezza stradale per i più piccoli.
Ad esempio sono presenti video di crash test che mostrano le conseguenze sui minori di inidonee o idonee protezioni durante i viaggi in automobile o video che mostrano il modo migliore di portare i bambini in automobile e di utilizzare e agganciare i seggiolini appositi.

Vediamo alcuni semplici consigli per aumentare la sicurezza dei più piccoli, partendo dalle dieci cose da fare e/o da ricordare:
- “l’uso del seggiolino auto è obbligatorio per legge per i bambini di altezza inferiore a 150 cm;
- usa sempre il seggiolino anche per brevi tragitti e non tenere mai in braccio il bambino poiché, in caso di impatto, non riusciresti a trattenerlo;
- scegli sempre il seggiolino giusto sulla base del peso del bambino;
- nella scelta dei seggiolini è importante valutare la presenza delle seguenti caratteristiche: protezioni efficaci anche in caso di impatti laterali, cuscini e regolazioni che assicurino la giusta protezione in ogni fase della crescita del bambino, imbottiture maggiorate nei punti in cui il bambino è più a contatto con il seggiolino;
- la posizione ideale per i bambini più piccoli è quella sdraiata o semi-sdraiata con il contenimento laterale della testa. Sono da preferirsi seggiolini reclinabili e dotati di cuscino riduttore;
- proteggi sempre il tuo bambino dal calore e dai raggi del sole estivi con delle apposite tendine da auto;
- non lasciare mai il bambino incustodito all’interno dell’automobile;
- nessun oggetto o bagaglio non fissato deve essere messo sul ripiano posteriore (cappelliera). In caso d’incidente o frenata brusca potrebbe ferire i passeggeri;
- non dimenticare di allacciare le cinture di sicurezza e di dare il buon esempio al bambino con una guida civile e sicura”.

Non possiamo poi dimenticarci di segnalare le dieci cose da NON fare:
- “non affidare mai il bambino alle braccia di un adulto. Assicuralo sempre con un adeguato sistema di ritenuta;
- non lasciate mail il bambino da solo all'interno del veicolo;
- non apportare mai modifiche o aggiunte al prodotto e non installare accessori e/o parti di ricambio non forniti dal costruttore;
- non offrire al bambino cibo durante il viaggio, in particolare sono molto pericolosi lecca-lecca, ghiaccioli o altri cibi su bastoncino; in caso d’incidente o di una frenata brusca potrebbero ferirlo;
- verifica che i giochi che porti in auto non siano appuntiti o metallici, in caso di brusca frenata potrebbero diventare dei proiettili pericolosi;
- non dare al tuo bambino giochi riflettenti, potrebbe abbagliare i passanti e le altre automobili;
- non utilizzare mai seggiolini di seconda mano. Sostituisci inoltre sempre un seggiolino coinvolto in un incidente anche di lieve entità: potrebbe, infatti, aver subito danni strutturali anche invisibili tali da compromettere le sue caratteristiche di sicurezza;
- la posizione più sicura sulla quale montare il seggiolino è il sedile posteriore, preferibilmente quello centrale, se dotato di cintura a 3 punti, altrimenti utilizzare il sedile posteriore destro (lato marciapiede);
- i seggiolini del gruppo 0+ devono essere installati nel senso contrario alla direzione di marcia per ridurre gli effetti dell’impatto sul collo del bambino. Disattiva sempre gli airbag frontali dove è posizionato il seggiolino auto gruppo 0 o 0+ con il bimbo;
- la maggior parte dei seggiolini auto viene installata in modo scorretto. Leggi attentamente le istruzioni di installazione e seguirle scrupolosamente. Solo l’uso corretto del seggiolino può ridurre il rischio di lesioni al bambino in caso d’incidente”.

Per poter contribuire anche noi di PuntoSicuro a questa campagna sulla sicurezza stradale, segnaliamo la presenza in rete di un report che illustra i risultati delle rilevazioni effettuate in Piemonte dal 2007 al 2008 - dagli operatori dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali presenti sul territorio piemontese - sull’uso dei dispositivi di sicurezza individuali in auto con particolare riferimento all’utilizzo delle cinture di sicurezza e dei seggiolini per il trasporto dei bimbi in auto.

Nel documento, dal titolo “Studio della prevalenza d’uso delle cinture di sicurezza, del casco e dei seggiolini per il trasporto dei bimbi” e a cura di Alfredo Ruata (ASL CN2), i risultati relativi all’uso dei seggiolini per i bambini indicano che nel 53,22% dei casi rilevati “era fatto uso corretto del seggiolino, mentre nel 6,64% il bimbo era privo di protezione ed in braccio ad adulto e nel 40,14% era del tutto sprovvisto di dispositivi di sicurezza”.
Non pare in realtà “esservi una specificità per zona nell’uso dei seggiolini: a livello regionale, si osserva che la modalità corretta ricorre nel 58,53% dei casi in zona extraurbana, nel 47,86% in zona urbana periferica e nel 53,2% in zona urbana centrale”.
Uno studio osservazionale descrittivo condotto invece dal Servizio Epidemiologico Regionale (SER) della Regione Veneto nel 2006 aveva rilevato “che il 49,2% dei minori aveva idonea contenzione in auto, il 6,1% era in braccio ad adulto, il 44,7% era sprovvisto di protezione”.
Infine uno studio della ASL 10 di Firenze aveva evidenziato nel 2005 “che, su 620 veicoli osservati, i seggiolini erano presenti nel 71,1% dei casi, ma erano utilizzati solo nel 52,1% delle situazioni: l’uso prevalente dei medesimi è stato accertato per i bambini degli asili nido (95,8% di presenza dei seggiolini, 76,0% utilizzo), mentre tra coloro che frequentavano le scuole elementari si riscontravano percentuali sensibilmente inferiori di presenza ed uso del dispositivo di protezione (rispettivamente 47,6% e 33,8%)”.

In conclusione l’autore del report ricorda che “molto si può e si deve ancora fare per migliorare il grado di sicurezza delle persone in auto e moto”.
E “soprattutto, occorre rendere consapevoli gli individui che il rischio di incidente e relative conseguenze fisiche coinvolge tutti gli occupanti dei veicoli, a partire dai più indifesi, cioè i minori”.


Il sito BimbiSicuramente.


Regione Piemonte, ASL CN2, Sistema Sanitario regionale, Progetto “Attività di sorveglianza incidenti stradali 2006-2008, “Studio della prevalenza d’uso delle cinture di sicurezza, del casco e dei seggiolini per il trasporto dei bimbi” (formato compresso, 1.75 MB).
 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!