Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Forni a microonde ed interferenze

11/12/2003: Alcuni ricercatori hanno messo a punto un sistema per ridurre le interferenze create dai forni a microonde su telefoni e reti di computer wireless.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Potrà avere importanti applicazioni la tecnica sviluppata da alcuni ricercatori dell'Università del Michigan per ridurre notevolmente le interferenze create dai forni a microonde ai telefoni e alle reti di computer wireless.

“La scoperta potrebbe avere un forte impatto sull'elaborazione dei segnali e la soppressione del rumore nei radar, sullo sviluppo di una fonte di energia più economica per l'esplorazione dello spazio profondo, e nel campo della cura dei tumori. “
Lo sostiene la rivista “Le scienze”, che ha dato notizia della soluzione che i ricercatori hanno trovato per limitare i problemi causati dai magnetron contenuti nei forni alle comunicazioni.

Il magnetron è il “cuore” del forno a microonde; è il componente che genera, se alimentato, le onde elettromagnetiche responsabili del movimento delle molecole e della cottura dei cibi, ha il compito di convertire l'energia elettrica in onde elettromagnetiche della frequenza di 2450 MHz.
Tale frequenza è quasi la stessa dei telefoni e dei computer wireless; da qui i problemi di interferenze.

“Nel forno ci sono due magneti, uno a ciascuna estremità del magnetron. – si legge su Le Scienze - Ronald Gilgenbach, Y.Y. Lau e Bogdan Necuales hanno scoperto che aggiungendo quattro magneti permanenti all'esterno di uno dei magneti standard, è possibile modificare il campo magnetico in modo che non danneggi più i dispositivi elettrici nelle vicinanze, senza alterare significativamente le prestazioni del forno a microonde.”
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!