Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Legge sulla sicurezza alimentare: il chiarimento di Guariniello

21/01/2011: Sembrava che la legge sulla tutela degli alimenti, fondamentale per la lotta contro le frodi alimentari, fosse stata cancellata. Il procuratore Guariniello, rispondendo ad alcune nostre domande, ci anticipa che i consumatori possono stare tranquilli…

In questi giorni, benché l’interesse degli organi di informazione sia per lo più distratto dai numerosi avvenimenti politici e giudiziari legati al Presidente del Consiglio, è trapelata una notizia preoccupante per tutti i consumatori. La norma taglia-leggi, la legge 246 del 28 novembre 2005 voluta dal Ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, sembrava aver fatto una “vittima” importante.
 
Secondo una sentenza della Cassazione, che risale a marzo 2010, dal 16 dicembre 2010 tra le normative abrogate dalla norma taglia-leggi compariva anche la legge sulla Tutela degli alimenti, la legge n. 283 del 30 aprile 1962. Una legge fondamentale per la lotta contro le adulterazioni e le sofisticazioni alimentari, una norma che aveva permesso in questi anni di scoprire e punire un grandissimo numero di reati
Senza questa legge sarebbe diventato molto più complicato poter colpire, ad esempio, i produttori di mozzarelle “blu”, gli allevatori di cozze contaminate dal vibrione del colera o dal virus dell’epatite o i produttori di vini adulterati o di falsi olii di oliva, …
 

Pubblicità
HACCP - L'igiene alimentare - DVD
Formazione dei lavoratori su regole, consigli e procedure per una corretta igiene in DVD

Alla notizia di questa cancellazione erano seguiti diversi fatti.
Da un lato il procuratore di Torino Raffaele Guariniello che, in relazione alla sentenza della Cassazione di marzo 2010, lanciava l’allarme. La sentenza aveva già avuto riscontri pratici, ad esempio l’impossibilità di rinviare a giudizio un direttore di un supermercato che vendeva cotolette contaminate da salmonella.
Dall’altro altri esperti del settore e fonti governative che minimizzavano o indicavano come false le notizie della cancellazione, benché nelle aule giudiziarie comunque valesse il parere della Cassazione.
 
In questa situazione poco chiara, PuntoSicuro, che si occupa anche di sicurezza dei consumatori, ha voluto fare chiarezza e ha intervistato il procuratore Guariniello, che tante volte nella sua carriera di magistrato ha applicato questa legge sulla tutela degli alimenti.
E, come sentirete, il procuratore ci ha fornito un’importante anticipazione relativa ad una nuova presa di posizione della Cassazione, avvenuta il 19 gennaio, che segnerebbe un cambio di opinione.
Per cui legge 246/2005 non cancellata e grande sospiro di sollievo per tutti i consumatori…
 
Nell’intervista ne approfittiamo anche per chiedere quale sia la situazione in Italia e in Europa delle frodi alimentari… E quali provvedimenti o decisioni politiche potrebbero aumentare l’azione di contrasto alle frodi
 
La prima domanda al procuratore Guariniello è quindi d'obbligo: ci conferma o meno l'abrogazione della legge sulla tutela degli alimenti 246/2005 ?
 
Ascolta la risposta del procuratore Guariniello: 
 
 
 
 
 
Articolo e intervista a cura di Tiziano Menduto
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!