malattia professionale del videoterminalista

TECNOPATIA RICONOSCIUTA COME MALATTIA PROFESSIONALE

Categoria: Uffici e lavoro al videoterminale. Aperta il 06/06/2018 da FRANCESCO LIBERATORE. Messaggi postati: 4.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di FRANCESCO LIBERATORE (francis62)
FRANCESCO LIBERATORE (francis62)
lavorare per vivere

Voto medio utente:
1,0 
Buonasera a tuuti,volevo chiedere se la malattia professionale del videoterminalista è riconosciuta dall'inail.

grazie.

Postato il 06/06/2018 alle 16:43

Immagine di profilo di CARLO TIMILLERO (CARTIM)
CARLO TIMILLERO (CARTIM)
OGGI PIU' SICURO DI IERI E MENO DI DOMANI

Voto medio utente:
4,7 
Non esiste mla malattia del Videogerminalista. Tra le malattie attualemnte tabellate si può trovare un collegamento all'attività del terminalista solo per le MALATTIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO DEGLI ARTI SUPERIORI ( ad esempio l'utilizzo della tastiera e del mouse).
Ovviamnete il lavoratore può chiedere l'indennizzo anche di lltre malattie ma dovrà dimostrarne l'origine professionale.

Postato il 07/06/2018 alle 11:05

Immagine di profilo di Gabriella Roncacci (Blumare)
Gabriella Roncacci (Blumare)
Sempre Avanti.

Voto medio utente:
n.d. 
Salve a tutti,
sono una dipendente di una società di informatica.
Attualmente distaccata presso un loro grande cliente.
Volevo chiedere delle precise informazioni riguardo alla postazione di lavoro.
Dividiamo, io e un mio collega la stessa scrivania.
Solo che il collega ha la parte più lunga della stessa, mentre io, arrivata dopo sul posto, ho la parte corta, ovviamente ho meno spazio per potermi muovere con libertà, e con le gambe in uno spazio ristretto, ci si aggiunge anche vicino delle prese per i cavi dei rispettivi PC portatili per lavoro. E' stato detto più volte al referente dove lavoriamo il mio disagio, ma sembrano non sentire. Nella stanza non è possibile introdurre una nuova scrivania perchè non c'è spazio che lo consente. Volevo solo sapere come mi suggerite di fare?
Grazie
Gabriella

Postato il 11/10/2018 alle 10:05

Immagine di profilo di CARLO TIMILLERO (CARTIM)
CARLO TIMILLERO (CARTIM)
OGGI PIU' SICURO DI IERI E MENO DI DOMANI

Voto medio utente:
4,7 
Il suo riferimento è il Datore di Lavoro da cui dipende. E' lui che deve garantirle di lavorare in contesto adeguato coodinandosi con il Datore di Lavoro dell'azienda in cui è distaccata.
Quindi:
- ne parli con il suo capo ufficio/preposto - intendendo la persona a cui fa riferimento presso l'azienda che la distacca
- eventualmente si rivolga direttamente al Datore di Lavoro
- tenga presente la possibilità di riferire al Rappresentante dei lavoratori.
Suggerisco di formalizzare la segnalazione con una decrizione il più possibile dettagliata della situazione.
Buon lavoro!

Postato il 11/10/2018 alle 11:32


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni