COLLAUDO E REVISIONE ESTINTORI

scadenza collaudo e revisione estintore

Categoria: Prevenzione Incendi. Aperta il 17/05/2018 da Luca Bonomelli. Messaggi postati: 7.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Luca Bonomelli (Luck)
Luca Bonomelli (Luck)


Voto medio utente:
n.d. 
Buongiorno,
ho un estintore a cui scade (nello stesso mese e anno) sia revisione che collaudo.
Devo eseguire entrambe le verifiche o è sufficiente farne una delle due?

Grazie

Postato il 17/05/2018 alle 11:24

Immagine di profilo di Carlo Capone (safety first)
Carlo Capone (safety first)
safety first

Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Luca Bonomelli:
Buongiorno,
ho un estintore a cui scade (nello stesso mese e anno) sia revisione che collaudo.
Devo eseguire entrambe le verifiche o è sufficiente farne una delle due?

Grazie
Buongiorno,
che tipo di estintore è??
data di fabbricazione??

Postato il 17/05/2018 alle 11:33

Immagine di profilo di Luca Bonomelli (Luck)
Luca Bonomelli (Luck)


Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Carlo Capone:
Buongiorno,
che tipo di estintore è??
data di fabbricazione??
Salve Carlo,
la mia domanda era generica, nel caso io abbia un'estintore a cui scade sia revisione che collaudo nello stesso periodo, devo fare entrambe le verifiche o una verifica include l'altra?

Mi capita questa situazione per estintori 5 kg CO2 anno 2008 e per estintori 6 kg polvere anno 2006.

Grazie

Postato il 17/05/2018 alle 11:39

Immagine di profilo di Amerigo Sponcichetti (Isaf)
Amerigo Sponcichetti (Isaf)


Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Luca Bonomelli:
Salve Carlo,
la mia domanda era generica, nel caso io abbia un'estintore a cui scade sia revisione che collaudo nello stesso periodo, devo fare entrambe le verifiche o una verifica include l'altra?

Mi capita questa situazione per estintori 5 kg CO2 anno 2008 e per estintori 6 kg polvere anno 2006.

Grazie
Buongiorno Luca.
Mi sembra di capire che il tuo estintore, ipotetico, debba essere sottoposto a collaudo poiché è in servizio da 10 anni.
Il collaudo consiste nel controllo di tenuta del cilindro dov' è contenuto l'estinguente.
Questo intervento richiede necessariamente lo svuotamento del cilindro e il controllo di tutte le parti dell'estintore, valvola, manoglietta etc., controlli obbligatori previsti per la revisione dell'estintore, 3 anni per quelli in polvere, 5 per quelli CO2. In conclusione il collaudo dell'estintore prevede oltre alla verifica di tenuta delle saldature del cilindro, anche tutti i controlli che normalmente si effettuano per la revisione.
A seguito del collaudo l'estintore può essere tenuto in esercizio altri due anni, al termine del quale deve obbligatoriamente essere dimesso.
È per questo che è antieconomico effettuare il collaudo dell'estintore, per cui conviene prenderlo nuovo.

Postato il 17/05/2018 alle 12:19

Immagine di profilo di Emanuele Rizzato (Quadrato)
Emanuele Rizzato (Quadrato)
So di non sapere Socrate

Voto medio utente:
3,9 
In risposta al messaggio di Amerigo Sponcichetti:
Buongiorno Luca.
Mi sembra di capire che il tuo estintore, ipotetico, debba essere sottoposto a collaudo poiché è in servizio da 10 anni.
Il collaudo consiste nel controllo di tenuta del cilindro dov' è contenuto l'estinguente.
Questo intervento richiede necessariamente lo svuotamento del cilindro e il controllo di tutte le parti dell'estintore, valvola, manoglietta etc., controlli obbligatori previsti per la revisione dell'estintore, 3 anni per quelli in polvere, 5 per quelli CO2. In conclusione il collaudo dell'estintore prevede oltre alla verifica di tenuta delle saldature del cilindro, anche tutti i controlli che normalmente si effettuano per la revisione.
A seguito del collaudo l'estintore può essere tenuto in esercizio altri due anni, al termine del quale deve obbligatoriamente essere dimesso.
È per questo che è antieconomico effettuare il collaudo dell'estintore, per cui conviene prenderlo nuovo.
non mi trovo del tutto d'accordo.
Se prendiamo in esami i soli estintori a polvere e quelli a CO2, (tralasciando quelli a base d'acqua o a idrocarburi)
seguiamo la UNI 9994-1:2013 e avremo
CO2 Revisione ogni 5 anni, collaudo ogni 10 anni.
Polvere, revisione ogni 3 anni, collaudo ogni 12 anni.

Il collaudo prevede la sostituzione di parti dell'estintore e possiamo dire che lo stesso viene completamente smontato e rimontato e quindi viene eseguita una "revisione più approfondita" passatemi il termine.

dopo il collaudo l'estintore ritorna al punto 0 al pari di uno nuovo ovvero:
controllo periodico semestrale
revisione vedi sopra
collaudo vedi sopra.

l'unico motivo per cui in un estintore a polvere sia preferibile la sostituzione al collaudo è un valore puramente economico. di fatti uno nuovo costa uguale ad uno collaudato, forse anche meno poichè non ha la manodopera di smontaggio.

per il CO2 come per tutte le bombole ad alta pressione il collaudo viene fatto poichè il costo della bombola è maggiore rispetto al suo collaudo.

Postato il 18/05/2018 alle 14:42

Immagine di profilo di Luca Bonomelli (Luck)
Luca Bonomelli (Luck)


Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Amerigo Sponcichetti:
Buongiorno Luca.
Mi sembra di capire che il tuo estintore, ipotetico, debba essere sottoposto a collaudo poiché è in servizio da 10 anni.
Il collaudo consiste nel controllo di tenuta del cilindro dov' è contenuto l'estinguente.
Questo intervento richiede necessariamente lo svuotamento del cilindro e il controllo di tutte le parti dell'estintore, valvola, manoglietta etc., controlli obbligatori previsti per la revisione dell'estintore, 3 anni per quelli in polvere, 5 per quelli CO2. In conclusione il collaudo dell'estintore prevede oltre alla verifica di tenuta delle saldature del cilindro, anche tutti i controlli che normalmente si effettuano per la revisione.
A seguito del collaudo l'estintore può essere tenuto in esercizio altri due anni, al termine del quale deve obbligatoriamente essere dimesso.
È per questo che è antieconomico effettuare il collaudo dell'estintore, per cui conviene prenderlo nuovo.
Grazie mille per la risposta.
Buona giornata

Postato il 18/05/2018 alle 16:04

Immagine di profilo di Luca Bonomelli (Luck)
Luca Bonomelli (Luck)


Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Emanuele Rizzato:
non mi trovo del tutto d'accordo.
Se prendiamo in esami i soli estintori a polvere e quelli a CO2, (tralasciando quelli a base d'acqua o a idrocarburi)
seguiamo la UNI 9994-1:2013 e avremo
CO2 Revisione ogni 5 anni, collaudo ogni 10 anni.
Polvere, revisione ogni 3 anni, collaudo ogni 12 anni.

Il collaudo prevede la sostituzione di parti dell'estintore e possiamo dire che lo stesso viene completamente smontato e rimontato e quindi viene eseguita una "revisione più approfondita" passatemi il termine.

dopo il collaudo l'estintore ritorna al punto 0 al pari di uno nuovo ovvero:
controllo periodico semestrale
revisione vedi sopra
collaudo vedi sopra.

l'unico motivo per cui in un estintore a polvere sia preferibile la sostituzione al collaudo è un valore puramente economico. di fatti uno nuovo costa uguale ad uno collaudato, forse anche meno poichè non ha la manodopera di smontaggio.

per il CO2 come per tutte le bombole ad alta pressione il collaudo viene fatto poichè il costo della bombola è maggiore rispetto al suo collaudo.
Grazie, ha risolto il mio dubbio.
Buona giornata

Postato il 18/05/2018 alle 16:05


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni