Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

 14/12/2015: Si è dimesso il sostituto procuratore Raffaele Guariniello

In anticipo sul termine del prepensionamento.

Non ha aspettato il termine del prepensionamento che sarebbe scattato il 31 dicembre (come richiesto dal provvedimento che ha riportato a 70 anni l’età massima di permanenza in servizio) e il sostituto procuratore Raffaele Guariniello si è dimesso.
 
I commenti dei media alle dimissioni del sostituto procuratore e coordinatore del pool di magistrati della Procura di Torino specializzato nei problemi relativi alla sicurezza sul lavoro e alla tutela del consumatore, si sono soffermati per lo più sui processi che lo hanno visto protagonista. Tra i tanti ricordiamo, ad esempio, il processo Darwin correlato al tema della sicurezza nelle scuole, il processo  Eternit relativo al problema ancora attuale delle morti per amianto e il processo Thyssenkrupp che è stato sicuramente un processo decisivo per molti aspetti giurisprudenziali in materia di sicurezza.
 
In realtà del magistrato Guariniello crediamo siano da sottolineare non solo i risultati e la sua instancabilità lavorativa, ma anche la nuova metodologia di indagine che ha portato e applicato negli incidenti sul lavoro.
 
Nella scelta del magistrato di dimettersi pubblicamente probabilmente hanno pesato anche i problemi relativi alla rotazione decennale dei magistrati, di cui abbiamo parlato più volte nel nostro giornale,  e la sua continua, ma purtroppo perdente, battaglia per istituire una Procura Nazionale per la sicurezza sui luoghi di lavoro.
 
Non sono chiari, ad oggi, i suoi futuri progetti, ma sicuramente, e ce lo auguriamo, potrà fare ancora molto per contribuire a migliorare nel nostro paese l’attenzione alla tutela della salute e sicurezza nel mondo del lavoro.
 
 
 

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Gianni Bonikzzi - likes: 0
15/12/2015 (08:19:35)
Probabilmente le S/ dimissioni sono un atto di
accusa verso il potere decisionale,non per
i suoi ritardi bensi per la netta volontà di
non approfondire,mantenendo una situazione deplo
revole per non dir di peggio, altro che sicurez
za.
Rispondi Autore: Matteo - likes: 0
15/12/2015 (09:21:47)
non mancheranno convegni

Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

15/01/2016: Esposizione a polveri di legno e rischio cancro al polmone

Il risultato di nuovi studi.


14/01/2016: Qualità dell'aria indoor nelle scuole, rischi per la salute e prevenzione

Un corso per valutare i fattori di rischio per salute e benessere presenti nell'aria interna delle scuole


13/01/2016: Infortuni sul lavoro: si chiude il 2015 con morti in continua crescita

L'analisi di ANMIL.


13/01/2016: Occhio all'etichetta!

I nuovi pittogrammi di pericolo che si trovano sulle etichette dei prodotti chimici più comunemente in commercio.


12/01/2016: Attività ispettiva: Linee Guida per lo svolgimento delle Ispezioni

Regolamento del 25 novembre 2015


12/01/2016: E’ nato il mantello invisibile!

Finalmente le fantasie stanno diventando realtà. Di A. Biasiotti.


11/01/2016: Attività di estetista: aggiornata la discilplina sulle apparecchiature utilizzabili

Il provvedimento entra in vigore il 12 gennaio 2016.


11/01/2016: Criteri per l’individuazione dell’unità produttiva

Il contenuto nella circolare n. 197/2015 dell'INPS.


08/01/2016: Abolizione registro infortuni e rilascio “Cruscotto infortuni”

La Circolare n.92 del 23 dicembre 2015


08/01/2016: Trasporti e magazzinaggio, in cinque anni gli infortuni diminuiti di un terzo

Dalle vibrazioni agli orari prolungati tanti fattori di rischio


[<<-] [<-] 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 [->] [->>]