Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

21/10/2014: Ambiente Lavoro e SAIE insieme per la sicurezza degli operatori del settore edile

Nel focus Cantiere Sicuro dedicato alla sicurezza in cantiere molte le offerte di aggiornamento per gli operatori sui temi di maggior rilevanza per il comparto

Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, formazione e aggiornamento del personale, presentazione delle strumentazioni di ultima generazione del settore dell'edilizia e della cantieristica. Dal 22 al 24 ottobre torna l'annuale appuntamento con Ambiente Lavoro, il Salone dedicato alla sicurezza e alla salute nei luoghi di lavoro organizzato da BolognaFiere e Senaf in concomitanza con SAIE, Built Environment Exhibition. Una tre giorni che può contare sull'esperienza di due manifestazioni che si uniscono per sensibilizzare aziende e addetti ai lavori su un tema sempre più attuale. Una collaborazione che trova conferma nell'iniziativa Cantiere Sicuro, dedicata al mondo dell’edilizia e della cantieristica a cui Ambiente Lavoro, quest'anno, dedicherà particolare attenzione con convegni, prodotti in esposizione e corsi di formazione sulle ultime novità legislative e tecniche.
 
Cantiere sicuro sarà una panoramica completa per rispondere, al meglio, all'esigenza di sicurezza di un comparto particolarmente a rischio, con un alto numero di infortuni sul lavoro ed un’elevata incidenza di malattie professionali. Guardando ai dati della Banca dati Statistica dell’Inail, nel 2013, gli infortuni sul lavoro denunciati in Italia sono stati 605.484, in calo del 7,8% rispetto al 2012. In particolare, nel settore delle costruzioni si sono registrati 44.826 infortuni rispetto ai 55.304 dell'anno precedente (-18,9%); se poi il confronto arriva sino al 2011, il calo arriva al 34,4%. Se gli infortuni, nel settore edilizio, calano i dati mostrano come siano aumentate del 10,5% le denunce di malattie professionali, che raggiungono quota 6.743.
 
"Il calo di infortuni è un dato molto positivo che però va osservato sotto una duplice angolazione - commenta Marilena Pavarelli, Project Manager di Ambiente Lavoro - Se da una parte infatti il calo degli infortuni è dovuto alla contrazione del mercato del lavoro nel settore edilizio che ha visto perdere quasi il 24% degli occupati, dall'altra, emerge come l'opera di prevenzione, formazione e sensibilizzazione possa portare a risultati concreti. Va anche aggiunto, inoltre, che la strada da percorrere è ancora molta e in salita, soprattutto se si considera che l'edilizia nel 2013 ha visto crescere le malattie professionali ed è risultata il primo comparto in Italia per incidenti mortali sul luogo di lavoro con 113 vittime, anche se in netto calo rispetto ai 151 del 2012. È da qui - conclude Marilena Pavarelli - che riparte la collaborazione tra Ambiente Lavoro e SAIE per fornire, anno dopo anno, un'opportunità di crescita sicura a tutti gli operatori edili che sappia spaziare dalla prevenzione agli aspetti normativi della sicurezza cercando di eliminare ogni fattore di rischio possibile, con un occhio di riguardo per il fenomeno delle malattie professionali "
 
Ambiente Lavoro è l’unico evento fieristico in Italia dedicato al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con oltre 500 prodotti e servizi, 181 espositori e 248 occasioni di aggiornamento professionale. La manifestazione offrirà, inoltre, 756 ore di formazione a cura di 35 partner tra istituzioni, esperti del settore e associazioni di categoria. Oltre al già citato focus sul Cantiere Sicuro, frutto della collaborazione con SAIE, sono diversi gli appuntamenti legati alla sicurezza nell'edilizia che si avvicenderanno nel corso delle tre giornate. Si va dagli incontri per fare il punto sui cantieri mobili o temporanei a livello normativo, con la presentazione di linee guida per le aziende e la valutazione dei rischi, all'analisi del pericolo dato dalla viabilità interna ed esterna all'azienda, con particolare attenzione al movimento del personale e macchine che ancora oggi, statisticamente, rappresenta la fetta più consistente di infortuni in ambiente lavorativo. Diversi anche gli approfondimenti che riguardano gli spazi confinati e la valutazione del rischio del lavoro in alta quota con proposte di soluzioni tecniche sviluppate da aziende all'avanguardia per evitare cadute dall'alto e analisi della possibile sindrome da sospensione che può manifestarsi  quando un corpo rimane appeso in altezza. Spazio anche ai corsi di formazione per operatori di piattaforme di lavoro elevabili e per addetti alla conduzione delle gru su autocarro.
 
Anche nell’ambito di Saie (dal 22 al 25 ottobre), accanto alle tante iniziative e workshop realizzati da partner ed espositori, si rifletterà su questi temi con alcuni momenti principali dedicati alla sicurezza sui luoghi di lavoro e alle malattie professionali. Tre incontri promossi dall’INAIL: “Ricerca e innovazioni tecnologiche in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento”  sarà un momento di confronto e aggiornamento con gli operatori del settore al fine di realizzare una banca dati delle buone prassi elaborate in ambito internazionale.“Ancoraggi e sistemi di protezione individuale nei lavori su copertura” rivolto a tutti agli operatori di settore con l’obiettivo di fornire un contributo concreto al miglioramento delle condizioni di sicurezza, individuando e perfezionando metodologie operative sul tema dei sistemi di protezione individuale dalle cadute, e “La sicurezza nei cantieri di demolizione e costruzione”- per fare il punto sulle normative che regolano gli interventi di demolizione e ricostruzione, le principali tecniche di demolizione, i relativi problemi di sicurezza e organizzazione del cantiere e le problematiche relative alla gestione dei rifiuti del ciclo edilizio. Dalla collaborazione tra SAIE e FE.DA, all’interno del settore R come CANTIERE, nascono tre incontri sul tema dei rifiuti in cantiere: “La gestione ed il riciclo dei rifiuti edili nei cantieri  urbani” con l’obbiettivo di delinearne soluzioni e opportunità; “Rifiuti pericolosi nei cantieri edili: la situazione attuale e le prospettive verso Europa 2020” “Il trasporto ed il conferimento dei rifiuti edili: obblighi, gestione e soluzioni”.
 
Il tema della gestione dei rifiuti sarà tra gli argomenti dell’offerta convegnistica di Ambiente Lavoro, che permetterà agli operatori di formarsi tra l’altro su numerosi temi legati al lavoro in cantiere, come quello legato ai rischi delle opere di bonifica, a quello elettrico e alle nuove norme antincendio. Non mancheranno inoltre incontri dedicati ai rischi chimici, frequenti in luoghi con amianto o polveri di silicotigene e legno nonché su quelli dell’inquinamento acustico e al rischio sismico.
 
Infine, proprio per sensibilizzare sul tema della sicurezza non solo le aziende e gli addetti ai lavori direttamente interessati, ma anche le generazioni future, Ambiente Lavoro, grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Sanità Pubblica di Bologna e dell’Inail, propone quest'anno una serie di interventi di educazione alla salute con il progetto "Dalla scuola al cantiere". Un'occasione che coinvolgerà i ragazzi di terza, quarta e quinta superiore, con workshop, filmati e formazione didattica per far cogliere la reale percezione dei rischi nella vita e nel lavoro, con particolare attenzione al settore edile.


01/10/2013: SISTRI al via dal 1° ottobre 2013: la Circolare esplicativa

Il Ministero dell'Ambiente ha pubblicato nella serata di ieri una circolare di chiarimento in merito a Sistri, che conferma la partenza del sistema per oggi 1° ottobre 2013.


26/08/2013: CONVERSIONE DECRETO DEL FARE

In g.u. n. 194 del 20 agosto 2013 è pubblicata la Legge 9 agosto 2013 n. 98: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, recante disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia.


09/08/2013: "Decreto del fare" e modifiche al decreto 81/2008: approvazione definitiva

La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge, già approvato dalla Camera e modificato dal Senato, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, recante disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia


01/08/2013: Prosegue al Senato la discussione per la conversione in legge del DL 69/2013 che contiene le modifiche al decreto 81/2008

In Senato continua la discussione per la conversione in legge del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, il cosiddetto “decreto del fare”.


26/07/2013: La Camera approva il decreto del fare e le modifiche al decreto 81

La Camera dei Deputati ha approvato il disegno di legge di conversione del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, nel testo approvato dalle Commissioni.


24/07/2013: Decreto del fare e decreto 81: votata la fiducia sulla conversione in legge

Votata la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo unico del disegno di legge di conversione del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69.


22/07/2013: Decreto del fare: la Camera rinvia in Commissione

Misure urgenti per il rilancio dell’economia: rinvio della camera in Commissione


05/07/2013: Comunicata all’Italia una nuova procedura d’infrazione europea concernente la non corretta attuazione delle misure in materia di sicurezza e salute dei lavoratori

Trasmessa con lettera del 2 luglio 2013 la comunicazione concernente l'avvio della procedura d'infrazione n. 2013/4117 del 26 giugno 2013 per non corretto recepimento della direttiva 89/391/CEE concernente l'attuazione di misure volte a promuovere il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori durante il lavoro


05/07/2013: Protesta della SIMLII per il ritardo nella emanazione del decreto sull'Allegato 3B

Comunicato di protesta della SIMLII sul ritardo nella emanazione dell'annuciato decreto ministeriale di proroga dei termini di invio e sperimentazione dell'Allegato 3B


03/07/2013: Modificate le sanzioni al Decreto 81


03/07/2013: Denuncia di infortunio e di malattia professionale in via telematica


24/06/2013: Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, il “decreto del fare”

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 21 giugno 2013 il decreto legge 21 giugno 2013, n. 69 – cosiddetto “decreto del fare” o “decreto fare” - che era stato approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 15 giugno.


21/06/2013: Il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge che contiene ulteriori semplificazioni per le imprese in materia di salute e sicurezza sul lavoro

Il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge in materia di semplificazioni. Le semplificazioni riguardano anche la sorveglianza sanitaria e l’invio all’Inail di certificazioni mediche di infortunio sul lavoro e di malattia professionale.


19/06/2013: CGIL CISL UIL unitariamente dichiarano la loro contrarietà ai rilevanti interventi di modifica dell’attuale quadro normativo in materia di salute e sicurezza

Una dichiarazione dei Segretari Confederali di CGIL, CISL e UIL: è inopportuno che tra le priorità del Governo ci siano interventi di alleggerimento degli adempimenti in materia di prevenzione


17/06/2013: Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge con misure di crescita e semplificazione che riguardano anche il comparto edile

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge recante misure urgenti in materia di crescita e misure di semplificazione. Ad esempio semplificazioni per il comparto edile e in relazione al Documento Unico di Regolarità contributiva


03/06/2013: Appello processo Eternit, il magnate Schmidheiny condannato a 18 anni

Appello processo Eternit, il magnate Schmidheiny condannato a 18 anni


31/05/2013: Illegittimo l’articolo della legge 96/2010 che impedisce l’applicazione dei requisiti acustici passivi degli edifici e dei loro componenti

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 15, comma 1, lettera c), della legge 4 giugno 2010, n. 96: bocciata la norma che consente la non applicazione dei requisiti acustici nelle compravendite di alloggi


27/05/2013: Sentenza Thyssen: depositate le motivazioni

Sono state depositate le motivazioni della sentenza di condanna per l’incendio che nel 2007 provocò la morte di sette lavoratori.


27/05/2013: Insufficiente valutazione dei rischi: indagati per omicidio colposo i fratelli Moratti

Gianmarco e Massimo Moratti, presidente e amministratore delegato della Saras, la raffineria di Sarroch (Cagliari) di loro proprietà, sono indagati nell’inchiesta per omicidio colposo per la morte di un operaio deceduto nell'aprile 2011.


21/05/2013: Il Ministro Giovannini annuncia un'azione volta alla semplificazione degli adempimenti richiesti alle imprese

Pubblicato il testo dell’audizione del nuovo Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Enrico Giovannini, relativa alle linee programmatiche del dicastero.


98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108