960x90 WKI settembre ISL
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

  

Sei sicuro?


L’Inail lancia una campagna di informazione rivolta ai giovani tra i 18 ed i 24 anni. Risorse disponibili sul web. Premi in palio.

Sei sicuro?
L’Inail lancia una campagna di informazione rivolta ai giovani tra i 18 ed i 24 anni. Risorse disponibili sul web. Premi in palio.

“Come sei messo in sicurezza? Forse sei all’età della pietra, aggiornati”. Così recita il manifesto della nuova campagna informativa dell’Inail, rivolta ai giovani tra i 18 ed i 24 anni, per creare una cultura della sicurezza negli ambienti di studio e di lavoro. Testimonial della campagna è un troglodita, sbalordito di fronte ad un casco di protezione.

Il progetto denominato “Sei sicuro?” – spiega l’Inail  “si avvale di metodi interattivi del tutto estranei a qualsiasi approccio paternalistico: filmati, giochi su Internet, spot radiofonici, ma anche locandine, manifesti e brochure.
Tutti strumenti che permettono di informare i ragazzi su comportamenti corretti e comportamenti scorretti, soprattutto nei settori lavorativi che li riguardano più da vicino come ristorazione, call center, pony express.”

Ad esempio è stato organizzato un concorso, attivato dal  15 ottobre al  10 novembre  2006, su Radio m2o e tramite il sito www.m2o.it, nel quale i giovani sono invitati a inviare un loro racconto rispondendo alla domanda: “Come stai messo a sicurezza?”. I giovani possono, ad esempio, raccontare il modo più “cretino” nel quale si son fatti male…
In palio telefonini e compilation.

Sul sito dell’Inail è disponibile anche un kit rivolto ai neo lavoratori, pensato per spiegare i diritti e i doveri per lavorare in sicurezza con particolare riferimento ai comportamenti da adottare rispetto ai rumori, alle sostanze pericolose, alla postura e ai rischi elettrici.


Il materiale della campagna e le iniziative sono consultabili qui.
 
 
 
 
Pubblicità
 
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: