960x90 AL2014 Banner1
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

22 aprile 2008 - Cat: Imparare dagli errori
  

Imparare dagli errori: una caduta mortale in un vano ascensore


Raccontare esempi e vicende vere relative a infortuni sul lavoro può aiutarci a sensibilizzare ciascuno di noi sui pericoli e rischi relativi ad ogni attività lavorativa. Una caduta mortale nei cantieri svizzeri.

Pubblicità
google_ad_client


Con l’idea, già espressa in articoli passati, che gli esempi di incidenti possano essere più immediati ed efficaci nel sensibilizzarci sui rischi nei luoghi di lavoro, proseguiamo con la nostra rubrica “Imparare dagli errori”.
Per farlo prendiamo ancora spunto da alcuni esempi di infortuni raccolti dall’azienda assicurativa svizzera Suva che analizza sul sito le circostanze dell’incidente e le eventuali misure di sicurezza che non sono state prese.
 
L’esempio che riportiamo è relativo ad una caduta mortale dall’impalcatura per vano ascensore.
 
 
---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----






Nel cantiere un addetto “copritetto" conclude il proprio lavoro e si accinge a rientrare a casa cercando di raggiungere la propria auto, parcheggiata nel garage sotterraneo.
Percorre l’edificio che in quel momento (l'illuminazione del cantiere era regolata da un timer) non è illuminato. Ed è proprio a causa dell'oscurità che l’addetto entra senza rendersene conto nel vano ascensore dove l’impalcatura era incompleta. L’uomo cade, attraverso un’apertura nel piano di calpestio (larga 55 cm), precipita per più di 4 metri e muore sul colpo per gravi lesioni al capo.
 
In questo caso le cause dell'infortunio sono evidenti. Intanto la mancanza di illuminazione, poi l’incompletezza dell’impalcatura nel piano di calpestio modificato da una ditta terza.
 

 
Le misure consigliate sul sito, utili per tutti ma che si riferiscono in modo specifico alla normativa vigente svizzera, sono relative alle aperture nel pavimento e alla protezione del vano ascensore durante i lavori.
 
- Aperture nel pavimento: “se le aperture nel pavimento sono larghe più di 30 cm c'è il rischio che una persona vi cada attraverso. Simili aperture vanno chiuse immediatamente”;
 
- Vano ascensore: “finché il ponteggio non viene completato, l'accesso al vano ascensore deve essere protetto da una protezione laterale composta di 3 elementi”.
 
Sul sito è possibile consultare un opuscolo, "Impalcature per vani d'ascensori” (formato PDF, 838 kB), con  informazioni generali sulla costruzione d’impalcature per vani d'ascensore.
 
Tiziano Menduto


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Autore: temmao22/04/2008 (10:34)
COMPLIMENTI, è solo con la diffusione di questi esempi e analisi che si fa vera cultura sulla sicurezza!

Consiglio a tutti i lettori di segnalare questa informazione nei propri corsi. Sono i casi reali quelli che colpiscono di più...

FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: