Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Violenza contro le donne: cosa fare nei luoghi di lavoro?

Violenza contro le donne: cosa fare nei luoghi di lavoro?
27/11/2020: L’EU-OSHA sostiene lo sviluppo di misure pratiche volte a combattere la violenza di genere. Quali sono le differenze di genere che possono incidere sulla SSL e cosa possono fare i datori di lavoro?

Un invito all’azione è stato il fulcro della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne  che si è celebrata il 25 novembre, osservato annualmente come motore globale verso l’eliminazione della violenza di genere, che è considerevolmente aumentata con l’impatto allarmante della pandemia.

Sulla base dei dati raccolti prima della pandemia di COVID-19, una donna su tre in Europa ha subito violenza fisica e/o sessuale. Nel frattempo, stiamo assistendo a un incremento nella violenza domestica a livello globale nel contesto dell’attuale crisi sanitaria. Soltanto di recente questa forma di violenza è stata riconosciuta come un problema da affrontare per contribuire a prevenire la violenza e le molestie sul lavoro. Inoltre, la pandemia può aggravare altre forme di violenza contro le donne, quali la violenza contro le operatrici sanitarie, le migranti o le lavoratrici domestiche.

L’EU-OSHA si è unita all’invito per un’azione globale finalizzata a incrementare la consapevolezza e condividere le conoscenze per sostenere lo sviluppo di misure pratiche volte a combattere la violenza di genere, con la pubblicazione dell'articolo " Domestic violence and the workplace" e con un infografica sulle molestie sessuali sul lavoro.

E' inoltre disponibile una sezione web su  donne e sicurezza e salute sul lavoro che può aiutare a sensibilizzare sulla prospettiva di genere, necessaria sul luogo di lavoro.

 

 

Pubblicità
Lavoratori - Aggiornamento - Lo stress da pandemia - 1 ora
Corso online di aggiornamento per lavoratori che si trovano a gestire situazioni di stress in emergenza. Costituisce quota dell'aggiornamento quinquennale di 6 ore.
 

Le donne e la sicurezza sul lavoro

Gli uomini e le donne non sono biologicamente uguali (differenze di sesso) e anche le rispettive professioni, condizioni lavorative e modalità di trattamento sono diverse (differenze di genere).

Vi sono differenze che possono incidere sui pericoli cui uomini e donne sono esposti sul luogo di lavoro e sul modo di valutarli e tenerli sotto controllo; per questo l'EU-OSHA conduce ricerche e accresce la conoscenza sulle problematiche della SSL che le donne affrontano al lavoro.

 

Differenze che possono incidere sulla SSL

Ci sono differenze che influiscono sui rischi cui sono esposti gli uomini e le donne. Le donne:

  • lavorano in settori specifici e svolgono tipi specifici di lavoro;
  • coniugano una duplice responsabilità, sul luogo di lavoro e a casa;
  • sono sottorappresentate a livello di supervisione e di gestione;
  • sono fisicamente diverse rispetto agli uomini, anche se spesso vi sono differenze maggiori tra donne e donne che non tra uomini e donne, per esempio in termini di forza fisica;
  • svolgono mansioni che sono spesso erroneamente considerate sicure e semplici.

Spesso queste differenze non vengono riconosciute nella prassi in materia di salute e sicurezza e, per di più, i rischi correlati ai carichi di lavoro e allo stress per le donne al lavoro sono spesso sottovalutati. L'EU-OSHA intende evidenziare queste differenze e contribuire al miglioramento della SSL nei settori che riguardano maggiormente le donne.

 

Cosa possono fare i datori di lavoro

Un approccio di genere alla SSL si traduce nel riconoscimento e nella considerazione delle differenze tra lavoratori e lavoratrici.

I datori di lavoro possono:

  • puntare a rendere il lavoro più sicuro e più facile per tutti;
  • inserire le problematiche legate al genere nella valutazione dei rischi;
  • considerare il lavoro effettivamente svolto ed evitare di stabilire a priori quali sono le persone a rischio e perché;
  • essere flessibili per quanto riguarda gli orari lavorativi;
  • coinvolgere le donne nel processo decisionale in materia di SSL.

Questo approccio è vantaggioso per tutti i dipendenti, non solo per le donne.

 

Leggi le schede informative dell'EU-OSHA per i datori di lavoro sulle  problematiche legate al genere e sulla  valutazione dei rischi.

 

Leggi  una proposta di decisione del Consiglio  che autorizza gli Stati membri a ratificare  la convenzione dell’OIL sulla violenza e le molestie (190) .

 

Fonte: Eu-Osha



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!