Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Linee guida alla scelta dei DPI: protezione delle vie respiratorie

22/12/2011: I tipi di protettori delle vie respiratorie utilizzati contro sostanze che presentano un rischio noto per la salute durante l'attività lavorativa.
 
Bergamo,22 Dic – Si intende dispositivo di protezione individuale (DPI) qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro.
 
Dispositivi di protezione delle vie respiratorie
Si riferisce a tutti i tipi di protettori delle vie respiratorie utilizzati contro sostanze che presentano un rischio noto per la salute durante l'attività lavorativa. Si suddividono in:
- Respiratori a filtro con semimaschera portafiltro e inserto filtrante
 


Pubblicità
Maschera antifumo con doppio filtro
Maschera pienofacciale 3M completa di doppio filtro polivalente
 
 
Respiratori a filtro
NORMA DI RIFERIMENTO: UNI EN ISO 10720:1998; UNI EN 529:2006  
 
REQUISITI
- non devono essere utilizzati in ambienti in cui c'è o potrebbe esserci insufficienza di ossigeno.
- la protezione offerta da un respiratore dipende, oltre che alla tenuta sul volto, dalla granulometria e dalla distribuzione granulometrica dell'inquinante nonché dalle caratteristiche costruttive.
- Questo respiratore può essere utilizzato nel corso di un solo turno lavorativo (monouso) e poi deve essere gettato.
- l'aria inspirata passa attraverso un materiale filtrante che trattiene gli inquinanti.
- I filtri antipolvere e i respiratori con filtro antipolvere si suddividono nelle classi seguenti:
     . bassa efficienza (filtri P1 - respiratori FFP1, THP 1, TMP 1)
     . media efficienza (filtri P2 - respiratori FFP2, THP 2, TMP 2)
     . alta efficienza (filtri P3 - respiratori FFP3, THP 3, TMP 3)
     . i filtri di media ed alta efficienza sono inoltre differenziati secondo la loro idoneità a trattenere particelle sia solide che liquide o solide soltanto
- I filtri antigas si suddividono nelle categorie seguenti:
     . piccola capacità (filtri di classe 1)
     . media capacità (filtri di classe 2)
     . grande capacità (filtri di classe 3)
 
CLASSIFICAZIONE
 
http://www.cptbergamo.it/immagini/machere/class_maschere.gif
 
 

CONTAMINANTE
FACCIALE FILTRANTE PIU' APPROPRIATO
ESEMPI DI UTILIZZO
POLVERI E FIBRE FASTIDIOSE
FFP1
Sgombero di macerie, demolizioni edili
POLVERI FINI E FUMI NOCIVI
FFP2S
Lavorazioni di sabbiatura e saldatura, abrasione di vernici, taglio del marmo, allamatura di parquet, bonifica da fibra di vetro
POLVERI FINI, PARTICOLATO IN BASE ACQUA,FUMI E NEBBIE NOCIVE
FFP2SL

POLVERI FINI TOSSICHE E NOCIVE
FFP3S
Fonderie e acciaierie, decontaminazione da amianto, uso di aspirapolveri industriali.
POLVERI FINI, FUMI E NEBBIE A TOSSICITA' ELEVATA
FFP3SL

 
MARCATURA
- S contro aerosol solidi
- L contro aerosol liquidi
- C=è stata effettuata la prova di intasamento con polvere di carbone
- Per i facciali filtranti FFP1 non è prevista la sigla SL
CLASSIFICAZIONE
- P1 è previsto soltanto contro particelle solide
- P2 e P3 sono suddivisi secondo la loro capacità di trattenere particelle sia solide sia liquide o particelle solide soltanto
 
Respiratoria filtro con semimaschera portafiltro e inserto filtrante
NORMA DI RIFERIMENTO: UNI EN ISO 10720:1998; UNI EN 529:2006

CARATTERISTICHE
- Protegge le vie respiratorie da una atmosfera inquinata da gas e vapori.
- Può essere equipaggia con un filtro antigas o con un filtro antipolvere (bianco).
- Prevede un facciale che può essere costituito da una semimaschera con valvole realizzata interamente o prevalentemente da materiale filtrante antigas oppure da una semimaschera in gomma in cui il filtro/i antigas forma/no parte inseparabile del dispositivo.
- Fondamentale è la selezione corretta del tipo e classe giusti del filtro in relazione alle caratteristiche qualitative e quantitative del gas o vapore inquinante.
- La massa dei filtri, compresa quella dei porta filtri direttamente collegati alle semimaschere o ai quarti di maschera, non deve essere maggiore di 300g.
 
SCELTA DEI FILTRI
FILTRO ANTIGAS
COLORE
TIPO DI CONTAMINANTE
FFA
Marrone
da usare contro determinati gas e vapori di composti organici con punto di ebollizione al di sopra di 65 °C, secondo le indicazioni del fabbricante
FFB
Grigio
da usare contro determinati gas e vapori di composti inorganici secondo le indicazioni del fabbricante (con esclusione dell'ossido di carbonio)
FFE
Giallo
da usare contro anidride solforosa e altri gas e vapori acidi, secondo le indicazioni del fabbricante
FFK
Verde
da usare contro ammoniaca e derivati organici ammoniacali, secondo le indicazioni del fabbricante
FFAX
Marrone
Sono filtri antigas e combinati da utilizzare contro composti organici a basso punto di ebollizione (minore di 65 °C)
FFSX
Violetto
Sono filtri antigas e combinati da utilizzare contro composti specificamente indicati (per esempio diclorometano).
 
FILTRI ANTIPOLVERE
I respiratori a semimaschera possono utilizzare i seguenti filtri antipolvere:
P1 = filtri di bassa efficienza
P2 = filtri di media efficienza
P3 = filtri di alta efficienza
 
REQUISITI: Quando l'apparecchio è equipaggiato con un filtro P3, la resistenza all'inspirazione può essere relativamente elevata e ciò può renderne l'uso non confortevole per periodi di tempo di non breve durata, specialmente per lavori molto faticosi. In tali casi è opportuno considerare l'eventuale uso di un apparecchio a ventilazione assistita. I filtri antipolvere sono identificati dal colore bianco.
 
ESEMPI DEI PRINCIPALI FILTRI UTILIZZATI IN EDILIZIA
DPI
Sostanze o preparati da cui proteggersi
Protez.
Note
Facciale filtrante monouso FFP1
Polveri e inerti
Bassa
Filtri con bassa separazione contro le particelle solide e / o liquide
Facciale filtrante monouso FFP2
Polveri di attività di demolizione
con presenza di lana di roccia e altri materiali coibenti
Media
Filtri con media separazione contro le particelle solide e / o liquide, filtri consigliati nell'attività di demolizione
Facciale filtrante monouso FFP3
Fibre di amianto, fibre di lana di roccia
Alta
Filtri con alta separazione contro le particelle solide e / o liquide. Obbligo di addestramento all'uso del DPI
Maschera / semimaschera con filtro combinato A1 B1 E1 K1
Vapori, gas, aerosol, fumi, nebbie,
Bassa
Maschera/semimaschera con filtri combinati intercambiabili protezione bassa. Obbligo di addestramento all'uso del DPI
Maschera / semimaschera con filtro combinato A2 B2 E2 K2
Vapori, gas, aerosol, fumi, nebbie,
Media
Maschera/semimaschera con filtri combinati intercambiabili protezione media. Obbligo di addestramento all'uso del DPI
Maschera / semimaschera con filtro combinato A3 B3 E3 K3
Vapori, gas, aerosol, fumi, nebbie,
Alta
Maschera/semimaschera con filtri combinati intercambiabili protezione alta. Obbligo di addestramento all'uso del DPI
 
 
 
Fonte: CPT Bergamo.
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Sergio Morando - likes: 0
23/12/2011 (17:19:09)
Ancora sono MOLTI i posti di lavoro dove i D.P.I. di protezione delle vie respiratorie NON solo NON vengono minimamente fornite..ma "quando" date sono pure sbagliate..appositivamente..(Dubbio rimane.) poichè le mascherine anti polvere quelle classiche che quasi tutti conoscono COSTANO MENO..ma come da Vs.Tabella sopra NON SONO ANTI GAS..pertanto certi SALDATORI..PARRUCCHIERE..o Manutentori piscine (evaporazioni cloro) etc.etc.hanno " quando" se date..mascherine antipolvere anzichè anti gas..pertanto NULLA servono! Basterebbe agli Ispettori..fare sopralluoghi sui posti di lavoro..e vedere con occhi propri questo pessimo fare..che non mi stancherò mai di ropeterlo...le leggi 626 -81/2008 e relativi D.P.I. tusl le VIOLAZIONI sono ampiamente VIOLATE nei contratti PRECARI
Morando
Rispondi Autore: alberto favaretto - likes: 0
20/04/2020 (20:06:11)
Buon pomeriggio, ho trovato utile l'articolo, vorrei più indicazioni fosse possibile riguardo alla numerzione che hanno i filtri per capire quale comprare...spesso si basano solo sul numero e non FPP.... Grazie, Alberto Favaretto
Rispondi Autore: volpe cosimo damiano - likes: 0
12/05/2020 (21:55:13)
Informazioni, ma le mascherine filtranti ffp2/ ffp3 protezione via respiratoria da saldatura,acciaio, alluminio quanto tempo durano ? Sono giornaliere ? Sono riutilizzabili per più giorni? Considerando ore lavorative 8 giornaliere. Grazie
Rispondi Autore: Alice - likes: 0
14/09/2020 (15:01:19)
Buongiorno,
Sono un po' confusa, avrei bisogno di acquistare una maschera con filtri per i vapori della resina epossidica e vorrei capire esattamente cosa devo trovare indicato, per evitare che mi venga venduto qualcosa di non conforme o non realmente efficace. Ringrazio per l'aiuto. Alice

Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!