Per visualizzare questo banner pubblicitario è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
To view this ad banner you must accept cookies of the 'Marketing' category

Progetti per la formazione di base in alternanza scuola-lavoro

Progetti per la formazione di base in alternanza scuola-lavoro
27/03/2018: Un decreto della Regione Marche presenta il progetto “Chi ben comincia... lavora in sicurezza” per fornire agli studenti una formazione di base in materia di sicurezza propedeutica ai moduli di alternanza scuola-lavoro.
Ancona, 27 Mar – Sono sempre di più gli articoli dedicati dal nostro giornale al legame tra scuola e lavoro in materia di sicurezza e specialmente all’alternanza scuola-lavoro, una metodologia didattica che favorisce processi di apprendimento attivi e favorisce l’attenzione per la prevenzione di infortuni e malattie professionali. Infatti gli studenti impegnati nei percorsi in regime di alternanza ricevono dall'istituzione scolastica una formazione generale in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi dell'articolo 37 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.
 

Pubblicità
Emergenza e piano di evacuazione - Versione Scuola
Per la formazione dei lavoratori e degli addetti alla squadra di emergenza - Versione Scuola
 

Tuttavia nei nostri articoli affrontiamo generalmente il tema dell’ alternanza scuola-lavoro a partire dalla normativa e dai documenti disponibili per scuole e studenti e più raramente in relazione ai tanti progetti elaborati dalle Regioni.

 

Parliamo invece oggi di progetti con riferimento ad un decreto dirigenziale della Regione Marche e al progetto, come realizzato nell’anno scolastico 2016/17, dal titolo “Chi ben comincia…lavora in sicurezza”.

 

Il decreto della Regione Marche per l’alternanza scuola-lavoro

La Regione Marche ha pubblicato il Decreto del Dirigente della P.F. Istruzione, Formazione, Orientamento e Servizi Territoriali 3 aprile 2017, n. 40 relativo al Percorso formativo in materia di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro “Chi ben comincia lavora in sicurezza” ai sensi del D.Lgs. 81/08, rivolto agli studenti delle scuole superiori in alternanza scuola-lavoro così come previsto dalla L. 107/2015.

 

Il decreto, che fa riferimento non solo alla Legge 13 luglio 2015 n. 107, ma anche al DGR n. 215 del 18 marzo 2016 (Approvazione schema di accordo tra la Regione Marche, l’Ufficio Scolastico Regionale e la Direzione Regionale dell’INAIL Marche) e a vari altri accordi e patti in materia di alternanza scuola-lavoro, ha dunque autorizzato per l'anno scolastico 2016/17, “alla luce delle precedenti edizioni aa.ss. 2014/15 e 2015/16, la realizzazione dei percorso formativo in materia di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro denominato “Chi ben comincia lavora in sicurezza” ai sensi del D.Lgs. 81/08, rivolto agli studenti delle scuole superiori in alternanza scuola-lavoro, prevista dalla L. 107/2015, della provincia di Pesaro-Urbino”. 

E si indica che il percorso è “complementare alle attività già in essere previste dalla Piattaforma Regionale ‘Mar.le.ne - Marche Learning Network’ per la formazione e l’informazione sulla salute e sicurezza in ambito scolastico, con l’obiettivo di integrarne i contenuti, qualora compatibili e di interesse”.

 

E nel documento istruttorio, relativo alla normativa, si indica che attraverso i moduli di alternanza scuola-lavoro, che la L. 107/2015 ha reso obbligatori per tutti gli indirizzi delle scuole superiori, “si intende fornire ai giovani, oltre alle conoscenze di base, quelle competenze necessarie per conoscere il mondo del lavoro e avviare il percorso di inserimento nel mercato del lavoro. Tali moduli prevedono lo svolgimento di un progetto formativo individualizzato da realizzarsi presso un’impresa, attraverso il quale acquisire delle competenze pratiche”.

E l’ingresso nell’impresa presuppone lo “svolgimento di apposita attività formativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08. A tal fine, per la parte formativa propedeutica a! modulo di alternanza, è stato messo a punto”, in provincia di Pesaro Urbino un progetto, denominato “Chi ben comincia lavora in sicurezza”.

 

Il progetto “Chi ben comincia... lavora in sicurezza”

In particolare il progetto è stato “ideato dal Tavolo per la sicurezza, istituito attraverso il Patto per la tutela della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro promosso dalla Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino, sottoscritto e condiviso in data 20/03/2008 da Istituzioni Pubbliche, Enti Locali, Sindacati dei lavoratori e delle imprese e Associazioni Territoriali, con il quale la Provincia di Pesaro e Urbino assumeva l’impegno di organizzare e coordinare l’azione degli organismi territoriali preposti in materia di prevenzione e sicurezza per diffondere nel mondo del lavoro e nella scuola la ‘cultura della sicurezza’”.

 

Si indica poi che tale percorso formativo, “offerto alle scuole a titolo gratuito, elaborato e condiviso negli anni dalia rete territoriale di quegli attori istituzionali che hanno competenze in materia di prevenzione e tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro, ha avuto un costante e continuo miglioramento, sia nei contenuti che nelle forme di diffusione, tanto da rappresentare per gli alunni e per gli insegnanti una misura apprezzata e utile per il conseguimento degli obiettivi previsti dalla L. 107/2015”.

 

Il contenuto del progetto

Riprendiamo, dall’allegato al decreto, una breve indicazione del contenuto del progetto.

 

Si segnala che con il progetto “Chi ben comincia... lavora in sicurezza” si intende fornire agli studenti una “formazione di base in materia di Sicurezza sul Lavoro, propedeutica ai moduli di alternanza scuola-lavoro e, più in generale, nell’interesse primario della diffusione e promozione della cultura sulla sicurezza”. Un progetto che “va oltre i contenuti minimi previsti dalla formazione generale, nell'ottica di voler sensibilizzare maggiormente gli studenti relativamente all’attenzione e responsabilizzazione in materia di sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro”.

 

Il progetto formativo “prevede una serie di video, a supporto delle lezioni d’aula, aventi ad oggetto argomenti considerati dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011, trattati dagli esperti di ITL (Ispettorato Territoriale Lavoro), INAIL, ASUR e VV.F (Vigili del Fuoco)”, ad esempio con riferimento a:

  • video su soggetti della prevenzione, organi di vigilanza, diritti e doveri dei soggetti aziendali;
  • video sui rischi e pericoli, con l’utilizzo del format “Chi ben comincia...lavora in sicurezza”;
  • video sul tema della valutazione dei rischi;
  • video su rischio incendio, rischio elettrico, gestione emergenze, evacuazione.

L’intero “pacchetto formativo” deve essere fruito in aule “con un numero massimo di 35 partecipanti, alla presenza di un docente formatore, anche interno alla scuoia, purché in possesso dei requisiti di cui al D.M. 06/03/2013. Il corso potrà essere svolto in più giorni ed i docenti formatori si potranno alternare a seconda delle competenze specifiche”. Pertanto, a supporto del modulo di 4 ore relativo alla Formazione Generale di cui all’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 saranno “proiettati in aula i video, strumenti ritenuti particolarmente efficaci a catturare l’attenzione dei ragazzi”.

 

Infine, concluso il percorso sopra illustrato, potranno essere organizzati “tre collegamenti in diretta streaming, per permettere agli studenti di approfondire gli argomenti, interagendo con i curatori dei moduli formativi, ai quali potranno porre domande in diretta”.

 

 

 

Tiziano Menduto

 

 

Scarica la normativa di riferimento:

Regione Marche - Decreto del Dirigente della P.F. Istruzione, Formazione, Orientamento e Servizi Territoriali 3 aprile 2017, n. 40 - Percorso formativo in materia di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro “Chi ben comincia lavora in sicurezza” ai sensi del D.Lgs. 81/08, rivolto agli studenti delle scuole superiori in alternanza scuola-lavoro così come previsto dalla L. 107/2015.



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per condividere questo elemento nei social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
To share this element in social networks it is necessary to accept cookies of the 'Marketing' category


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!