Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

AGGIORNAMENTO CONTINUO SU COVID 19
Informazioni e approfondimenti sul Nuovo Coronavirus

 

Puntosicuro non verrà pubblicato dal 10 al 24 agosto. La redazione sarà chiusa e le attività riprenderanno il 25 agosto.
Buone vacanze!

esporta articolo in PDF

Asma bronchiale e scuola. Iniziative di informazione e formazione rivolte a tutti

28/10/2002: Una giornata di formazione, in molte citta' italiane, dedicata ad insegnanti, presidi e genitori per conoscere l'asma bronchiale infantile e saper intervenire in caso di emergenza. Informazioni on-line.
I problemi respiratori sono in preoccupante aumento tra i bambini italiani; negli ultimi 12 mesi il 41,2% dei bambini in età scolare hanno manifestato con ricorrenza episodi di tosse secca, mentre il 31,4% accusa asma da sforzo.
Il problema non è solo fisico, ma può creare anche disagio psicologico; il bambino asmatico potrebbe sentirsi diverso e la paura di stare male potrebbe allontanarlo, ad esempio, dai giochi con i compagni.

Lo rivela uno studio condotto sul territorio nazionale realizzato dall'Associazione sostegno ai malati di asma (A.S.M.A.), proposto, sotto forma di questionario, a un campione di 493 insegnanti che si occupano in totale di 12.400 bambini dai 6 ai 13 anni.

I bambini passano circa un terzo della giornata a scuola, quindi è importante che gli insegnati siano informati sui problemi respiratori e sappiano intervenire in caso di necessità.
Dall'indagine, coordinata dalla sezione di Fiumicino dell' A.S.M.A, emerge che nel 2,2% degli episodi respiratori acuti, rilevati dagli insegnanti delle scuole medie inferiori che hanno compilato il questionario, è dovuto intervenire il medico del pronto soccorso.
Solo il 16,8% degli insegnanti ritiene di avere una sufficiente preparazione sull'asma bronchiale, ma il 92% vorrebbe essere opportunamente addestrato per aiutare il bambino asmatico somministrandogli anche la terapia nell'episodio acuto.

Per venire incontro a queste esigenze e sensibilizzare genitori ed insegnanti su questi temi, l'8 febbraio 2003 la SIMRI (Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili) propone un Corso Nazionale di Formazione e Aggiornamento "L'ASMA BRONCHIALE NEL PROGETTO EDUCATIVO D'ISTITUTO", destinato a docenti di scuola materna ed elementare, I° e II° grado e capi d'istituto.
Il corso, autorizzato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, si svolgerà in varie città italiane (Info: programma, e-mail Dott. P. Koch: pkoch@tiscali.it).

Le informazioni sull'iniziativa ed il programma del corso sono ospitate sullo spazio web di ''Io mi ispiro…con il respiro''.
Il sito, che illustra il progetto attivo dal 1997 per una corretta informazione sulle malattie dell'apparato respiratorio e la promozione di uno stile di vita corretto, si rivolge a famiglie, istituzioni e scuole.



Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!