Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Una scheda per la gestione delle interferenze negli appalti

Una scheda per la gestione delle interferenze negli appalti
12/05/2015: Indicazioni schematiche per la gestione dei rischi da interferenza delle lavorazioni in appalto: azioni, ruoli e responsabilità, documentazione di riferimento e indicatori di prestazione.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Roma, 12 Mag –  Nelle scorse settimane PuntoSicuro ha presentato le  Linee d’Indirizzo per l’implementazione dei Sistemi di gestione per la salute e sicurezza Sgsl-Gatef (Gas, Acqua, Teleriscaldamento, Elettricità, Servizi funerari). Linee d’indirizzo che hanno la finalità di fornire indicazioni operative per strutturare un  sistema organico di gestione utile a garantire miglioramenti nella tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Ci soffermiamo oggi sull’attività di pianificazione e sull’attività di identificazione e valutazione dei pericoli necessaria per individuare le misure di prevenzione e protezione più adatte. Riportiamo in particolare la scheda di gestione dei rischi specifici relativa alle attività da interferenza delle lavorazioni in appalto (Allegato D.4).
 


Pubblicità
MegaItaliaMedia
 
Allegato D.4
Il rischio infortunio da interferenza delle lavorazioni in appalto
 
Termini e definizioni
Interferenza: Sovrapposizione e/o contiguità fisica, temporale o produttiva, tra attività di lavoratori che rispondono a datori di lavoro diversi.
 
Scopo
Definire una metodologia per identificare in modo puntuale e sistematico i rischi da interferenza con imprese appaltatrici o lavoratori autonomi all’interno della propria azienda o di una singola unità produttiva della stessa, nonché nell’ambito dell’intero ciclo produttivo dell’azienda medesima, sempre che sussista la disponibilità giuridica dei luoghi in cui si svolge l’appalto o la prestazione di lavoro autonomo
Definire i criteri e le modalità organizzative per gestire, controllare, prevenire e minimizzare il rischio infortuni derivante da interferenza delle lavorazioni in appalto
 
Risultati attesi
La gestione efficace dei rischi da interferenza delle lavorazioni in appalto
 
Normativa specifica applicabile
d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.: artt. 26- 27; art. 97; allegato XVII
 
Azioni
1. Identificare sistematicamente i pericoli e i rischi da interferenza, prendendo in considerazione:
-i rischi trasversali e le interferenze ad essi associate
-le sovrapposizioni e/o contiguità fisiche di tempo e produttive delle attività svolte da lavoratori dipendenti lavorative di da datori di lavoro diversi
-gli ambienti, le macchine, le attrezzature, le sostanze, i materiali utilizzati
2. Valutare i rischi da interferenza in collaborazione e con la cooperazione delle singole ditte appaltatrici o lavoratori autonomi, con l’obiettivo di assicurare che i terzi, che operano per conto dell’Azienda, in un segmento del suo processo produttivo ed operativo, condividano ed applichino, nello svolgimento delle loro attività, i principi fondamentali di salvaguardia della sicurezza e della salute delle persone così come definite dal SGSL
3. Assegnare ai rischi valutati un ordine di priorità in funzione della specificità del contesto lavorativo e definire le relative priorità di intervento
4. Definire ed implementare specifiche procedure per la qualifica degli appaltatori/fornitori
5. Identificare le misure atte a prevenire, eliminare e/o mitigare i rischi
6. Individuare gli indicatori di prestazione
7. Individuare le risorse umane, strumentali ed economiche per attuare le misure di cui sopra
8. Implementare le misure stabilite e mettere in atto un efficace controllo operativo
 
Ruoli e responsabilità
Datore di Lavoro
- Identifica i pericoli, i rischi collegati alle lavorazioni in appalto e le relative priorità
- Stabilisce e aggiorna la procedura per elaborare il DUVRI, ove previsto
- Adotta le misure idonee a prevenire o a mitigare i rischi legati alle attività in appalto
- Individua e dispone le risorse necessarie per la gestione dello specifico rischio
- Adotta la procedura di lavoro specificamente diretta a eliminare o, ove impossibile, ridurre al minimo i rischi di interferenza
- Adotta la procedura di qualificazione degli appaltatori/fornitori
- Elabora gli indicatori di prestazione
 
Dirigenti
-Attuano le misure stabilite dal Datore di Lavoro organizzando l’attività lavorativa
-Coordinano e verificano l’attuazione delle misure stabilite per la riduzione e/o la mitigazione dei rischi collegati alle attività in appalto
-Collaborano all’individuazione degli indicatori di prestazione
 
Preposti
-Vigilano sul rispetto delle procedure e delle prestazioni di lavoro
-Segnalano tempestivamente al Datore di Lavoro o al dirigente sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali vengano a conoscenza sulla base della formazione ricevuta (e gli eventuali accessi non autorizzati)
 
Lavoratori
-Seguono le procedure per la corretta esecuzione dei lavori in appalto
-Segnalano eventuali anomalie, incidenti
-Utilizzano in maniera corretta le attrezzature di lavoro e i DPI
-Segnalano immediatamente al Datore di Lavoro, al dirigente o al preposto le deficienze dei mezzi/dispositivi ed eventuali condizioni di pericolo (anomalie, incidenti) di cui vengano a conoscenza (e gli eventuali accessi non autorizzati)
 
RSPP
-Collabora con il Datore di Lavoro alla valutazione dei rischi specifici collegati alle attività in appalto
-Propone nuove metodologie di analisi dei rischi collegati alle attività in appalto o conferma quelle esistenti
 
Medico Competente
Collabora con il Datore di Lavoro ed il Servizio di Prevenzione e Protezione nelle attività di valutazione dei rischi collegati alle attività in appalto e nella stesura del Documento di Valutazione dei Rischi da Interferenza
 
RSGSL
-Collabora con il Datore di Lavoro alla valutazione dei rischi di infortuni da interferenza
-Verifica l'implementazione e l’aggiornamento delle eventuali procedure del processo
 
Documentazione di riferimento
-DVR
-DUVRI
-PSC
-POS
-CCNL
-Documentazione del contratto di appalto, con particolare evidenza del dettaglio del costo della sicurezza
-Certificazioni/attestazioni delle aziende terze, ove disponibili (UNI EN ISO 14001, OHSAS 18001:2007, UNI 10617)
-Qualifica del fornitore
 
Indicatori di prestazione
-Frequenza, gravità e incidenza di infortuni da interferenza riferiti all’anno
-Parametri e obiettivi di prestazione di sicurezza delle aziende terze (es.: frequenza, gravità e incidenza di infortuni) riferiti all’anno
-Risultati degli audit annuali
 
 
 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!