Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Crea PDF

Misure preventive e protettive per i lavori di manutenzione in quota

La Regione Veneto ha reso disponibili le Linee guida per la prevenzione dei rischi di caduta dall’alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture.

Pubblicità
 
 
 
PuntoSicuro si è spesso occupata del problema delle cadute dall’alto, gli incidenti che con più frequenza provocano gravi infortuni nel settore edile. Con l’obiettivo di far crescere la cultura della prevenzione, ha presentato in questi mesi le novità relative ai regolamenti regionali e le pubblicazioni contenenti pratiche misure di diminuzione del rischio dei lavori in quota.
 
Quello che vogliamo segnalare oggi è la possibilità di consultare on-line le Linee guida che la Regione Veneto ha elaborato nell’aprile del 2007 per aumentare la prevenzione dei rischi di caduta dall’alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture.
 
Le “Linee Guida relative alle misure preventive e protettive da predisporre negli edifici per l'accesso, il transito e l'esecuzione dei lavori di manutenzione in quota in condizioni di sicurezza” sono anticipate nel documento da un’esauriente introduzione che traccia un quadro delle normative nazionali passate e presenti.
 
Si ricorda, ad esempio, che il D.Lgs. 494/96 prevede che il “Coordinatore per la progettazione dell’opera predisponga un fascicolo contenente informazioni utili ai fini della prevenzione e della protezione dei rischi cui sono esposti i lavoratori all’atto di eventuali lavori successivi all’opera”.
 
Nella premessa del capitolo relativo alla progettazione, le linee guida indicano che "il coordinatore per la progettazione, in accordo con il progettista, al fine di consentire che i futuri interventi di manutenzione, di verifica e/o riparazione dell'edificio avvengano in condizioni di sicurezza, deve effettuare l'analisi e la valutazione delle situazioni critiche in relazione alle prevedibili tipologie di intervento”.
Il percorso di valutazione deve “considerare tutte le situazioni di rischio derivanti dalle operazioni di accesso, di transito e di stazionamento sulla copertura per qualsiasi intervento che esponga il personale al rischio di caduta".
 
 

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





Per un accesso sicuro alla copertura o a postazioni che espongano a rischio di caduta per dislivelli superiori ai due metri, il documento analizza la predisposizione di strutture fisse come percorsi, aperture e scale.
Un adeguato livello di sicurezza durante il transito e la sosta sulla copertura può invece essere raggiunto con:
- elementi permanenti di protezione;
- elementi che favoriscano la posa in opera e l’utilizzo di dispositivi di sicurezza.
Anche in questo caso ogni singolo elemento è esaminato nel dettaglio.
 
Infine, per i lavori a parete, si ricorda che deve essere il coordinatore per la progettazione, in accordo con il progettista, ad “indicare nell’elaborato grafico di progettazione le attrezzature fisse necessarie per i lavori in parete, quali ad esempio sistemi di scorrimento (verticale o orizzontale) e sistemi di ancoraggio di ponti”.
 
È possibile consultare on-line le Linee Guida della Regione Veneto tramite Safetynet, sito gestito dalla “Rete regionale della prevenzione e promozione della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro”.
 



Creative Commons License
Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter e ricevi le notizie settimanali!

Iscriviti alla Newsletter
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.

Pubblica un commento

Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Box - Forum

Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!