Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
  

Le immagini dell’insicurezza


Pubblicità

 Brescia, 15 Set - Per il piastrellista, l’esecuzione di rivestimenti ceramici di un bagno, comporta molto spesso la necessità di effettuare l’attività servendosi di un supporto per raggiungere l’altezza di posa.

 

Nel cantiere oggetto delle fotografie erano presenti alcune scalette del tipo a tre gradini, ma l’operatore ha pensato che era più veloce ed immediato l’utilizzo di una bobina in legno presente nelle vicinanze, “opera provvisionale funzionale”, ma non certamente adatta all’esecuzione in sicurezza del lavoro.

 

 

 

 

Ricordiamo che il tema dello scorretto utilizzo delle “bobine” come supporti per lavorare era già stato affrontato nelle immagini dell'insicurezza di SICURELLO.no alcuni anni fa ( La bobina multi uso), e in tale occasione avevamo sottolineato come in caso di caduta il danno fisico può comunque risultare elevato ed anche in questo caso la presenza di materiali a terra e spigoli potrebbero essere pericolosi per il lavoratore.

 

Un’ultima considerazione. Questa volta non va malaccio: i DPI ci sono tutti, quello che manca però è la percezione del rischio da parte del lavoratore e su questo c’è ancora molto da lavorare.

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Responsabile Comitato AiFOS COSTRUZIONI

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!

Ti potrebbero interessare anche


Commenti:


Rispondi Autore: Carmelo Giannì15/09/2017 (15:04:26)
Si chiama "arte di arrangiarsi"
Noi Italiani siamo certamente bravissimi a trovare soluzioni alternative. Specie nell'Italia del sud (io posso dirlo perchè sono quasi africano).

FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome: (obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: