Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Trento, 22 Apr - I  lavori di asfaltatura di una strada si trasformano, per i pedoni, in un percorso ad ostacoli con la necessità di transitare a ridosso dei mezzi d’opera senza che nessuno dia loro indicazioni od ancor meglio li fermi.
 
Le immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi ritornano sul problema dei cantieri in ambito urbano con i lavori eseguiti senza alcuna precauzione nei confronti dei pedoni o dei veicoli in transito.
 
Pubblicità
MegaItaliaMedia
 
 
 
Le immagini sono abbastanza eloquenti: durante i lavori di ripristino del manto di asfalto, su una strada posizionata in un quartiere densamente abitato, i manovratori dei mezzi d’opera eseguono le loro manovre o si posizionano per lo scarico/posa del materiale senza che i colleghi diano indicazioni agli utenti o controllino le manovre dei mezzi.
Un solo cartello indica i lavori in corso, ma è piazzato a ridosso del cantiere, nessun moviere è presente, nessuna indicazione viene data, il tutto è lasciato al buon senso delle persone che passano.
 
Meglio non pensare a cosa sarebbe potuto succedere se l’ autista del camion, una volta scaricato l’asfalto, fosse partito mentre la persona passava a ridosso del mezzo, per di più in un punto che è certamente da considerare cieco rispetto alla posizione di guida del camion.
 
Anche le persone presenti sul marciapiede potevano liberamente scendere e piazzarsi dietro alla vibrofinitrice senza che nessuno li facesse fermare.
 
Ancora una volta un cattivo esempio di gestione di un cantiere.
 
 
 
Geom. Stefano Farina, Responsabile Nazionale Comitato AiFOS COSTRUZIONI
 
 
 
 
Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Rispondi Autore: Mauro Gallazzi
22/04/2016 (11:59:24)
La situazione è ancora più grave essendo in presenza di lavorio pubblici.
Mauro Gallazzi

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!