Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
   
Trento, 6 Mar - Con oggi la rubrica delle immagini dell’insicurezza di sicurello.no giunge alla duecentesima puntata.
 
Riguardando le circa 700 foto pubblicate a partire dal 2010 ed alle speranze più volte espresse, l’aspettativa era quella di rimanere “senza lavoro”, ovvero senza fotografie, ma purtroppo tale speranza rimane puntualmente delusa e le situazioni di mancati infortuni sono sempre numerose.
 


Pubblicità
<#? QUI-PUBBLICITA-CORM1-[EL0329E] ?#>
 
 
Oggi vogliamo fare una carrellata di situazioni che potremmo definire al limite, ma che sono invece la sventurata attualità.
 
Foto 01 (a – b): punto di ancoraggio su PLE
Filo di ferro come punto di attacco del moschettone, a destra anello chiuso e a sinistra gancio aperto per una “rapida rimozione del moschettone da effettuarsi in caso di emergenza”.
 
 
 
 
 
Foto 02: casseratura di una scala in cemento armato
I ferri di richiamo dell’armatura diventano il punto di appoggio e stabilizzazione del lavoratore. I rischi corsi dall’operaio sono più che evidenti.
 

 
 
Foto 03: ponte su cavalletti posizionato su puntelli
L’ostacolo operativo determinato dalla presenza di un vano scala viene superato con l’utilizzo en passant di puntelli e tavoloni in legno sul quale posizionare il ponte su cavalletti.
 
 
 
Foto 04: nudo alla meta
Le battaglie per l’abbigliamento idoneo dei lavoratori dei cantieri si scontrano spesso con situazioni nelle quali si trovano operai con abbigliamento tipo spiaggia. Ma almeno i piedi…
 

 
 
In occasione delle 200 puntate un ringraziamento particolare va alla redazione di PUNTOSICURO.it, a tutti i lettori che settimanalmente ci seguono e commentano le immagini, ai tanti che - macchina fotografica alla mano - ci hanno aiutato in questi anni.
 
Permettetemi infine di ringraziare i numerosi formatori che ci hanno contatto per comunicarci l’utilizzo delle fotografie pubblicate nei loro momenti di formazione in quanto ritenute utili ed istruttive nella categoria cose da non fare. Lo scopo di questi articoli è proprio questo: essere utili per rendere consapevoli degli errori fatti. Ricordo che l’utilizzo delle foto pubblicate in questi articoli è gratuito nel rispetto della Licenza Creative Commons.
 
Nell’insicurezza non c’è nulla da festeggiare, ma almeno una fetta di torta virtuale….
 
 
Geom. Stefano Farina, Responsabile Nazionale Comitato Costruzioni di AiFOS
 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Rispondi Autore: Harleysta
06/03/2015 (08:55:15)
...e vogliamo fare i corsi a questi soggetti, magari con personale laureato in scienze della comunicazione? la vedo assai dura...
Rispondi Autore: Mauro
06/03/2015 (16:33:14)
Grazie per l'impegno che mette da anni nel farci conoscere tali "operatori" ed auguri di buon lavoro (certamente per altre 200 puntate poiché certe teste, purtroppo, non cambieranno mai).

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!