Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

LA LEGIONELLA: SORGENTI DI TRASMISSIONE E CONSEGUENZE SANITARIE

13/03/2006: Quali le fonti di sviluppo del batterio? Quali i canali di trasmissione all’uomo? Un sintetico quadro riassuntivo e i principali riferimenti normativi.
Pubblicità

La legionellosi è una malattia infettiva grave e a lealtà elevata. È la causa principale di polmoniti e di una malattia febbrile acuta chiamata febbre di Pontiac. Ci si infetta per inalazione (aerosol) di dosi elevate di Legionelle veicolate dall’acqua, non tanto bevendo l’acqua. Non è trasmissibile per contatto interpersonale, né attraverso cibi o bevande.

immagine tratta dawww.legionellaonline.it

L’osservazione di recenti casi di legionellosi nel nostro Paese (vedere PuntoSicuro n. 1407) ha posto la Sanità Pubblica di fronte al problema della prevenzione comunitaria delle infezioni da batteri del genere Legionella. Si stima che annualmente nel mondo si verificano circa 25.000 casi di infezione da Legionella, nel 2003 sono stati registrati circa 650 casi in Italia.

In riferimento al D. Lgs 626/94 il responsabile dell’azienda deve garantire la sicurezza sul lavoro anche da agenti biologici considerati pericolosi, come ad esempio il batterio della Legionella.
L’unico serbatoio naturale di Legionella è l’ambiente. Dal serbatoio naturale (ambienti lacustri, corsi d’acqua, acque termali, ecc) il microrganismo passa nei siti che costituiscono il serbatoio artificiale (acqua cittadina, impianti idrici dei singoli edifici, piscine, ecc).
Epidemie si sono frequentemente verificate in ambienti collettivi a residenza temporanea, come ospedali o alberghi (vedere PuntoSicuro n. 1254). I casi si manifestano prevalentemente nei mesi estivo – autunnali negli ambienti collettivi, mentre non risulta una particolare stagionalità negli ambienti ospedalieri. Il più importante serbatoio d’infezione della Legionella è rappresentato dall’acqua dolce, dagli impianti di condizionamento d’aria e da installazioni idriche di vario tipo.

In particolare è stata documentata la presenza del batterio in ambienti umidi quali:

- Le torri di raffreddamento
- Rubinetti
- Docce
- Scaldabagni
- Cassoni
- Impianti di condizionamento d’aria nei quali l’acqua viene raffreddata mediante insufflamento di aria
- Nell’acqua potabile di uso domestico

Principali modalità e sorgenti di trasmissione della Legionella:

La ricerca periodica della Legionella nel sistema idrico degli edifici è perciò molto importante se si vuole eliminare completamente il microrganismo.

A cura di: Marco Tarducci
Hygien Control Srl

Vedere: “Accordo, ai sensi dell'art. 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano avente ad oggetto “Linee guida recante indicazioni sulla legionellosi per i gestori di strutture turistico-recettive e termali - 13 Gennaio 2005.

 

 

 

 

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!