Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Crea PDF

Legge europea sui chip

Legge europea sui chip
Redazione

Autore: Redazione

Categoria: Nuove tecnologie

16/05/2024

L'atto europeo sui chip rafforzerà la sovranità tecnologica, la competitività e la resilienza dell'Europa e contribuirà alla transizione digitale e verde.

Perché abbiamo bisogno di una legge europea sui chip?

I chip — noti anche come semiconduttori — sono l'elemento costitutivo di tutti i prodotti elettronici. Svolgono un ruolo centrale nelle nostre economie moderne e nella nostra vita quotidiana. I chip sono alla base della trasformazione digitale e sono essenziali per tutti i settori, come l'industria automobilistica, le comunicazioni, l'elaborazione dei dati, lo spazio, la difesa, i dispositivi intelligenti e i giochi, per citarne alcuni.

La recente carenza di chip a livello globale ha interrotto le catene di approvvigionamento, ha causato carenze di prodotti che vanno dalle automobili ai dispositivi medici e, in alcuni casi, ha persino costretto le fabbriche a chiudere.

Il regolamento sulla legge europea sui chip è stato proposto nell'ambito di un più ampio pacchetto di misure per rafforzare l'ecosistema dei semiconduttori dell'UE. È entrato in vigore il 21 settembre 2023.


Questo pacchetto comprende:

  • Una comunicazione che illustra la logica e la strategia globale dei semiconduttori,
  • Una proposta di regolamento relativo alla legge sui chip,
  • Una proposta di modifica di un regolamento del Consiglio che istituisce l'impresa comune KDT,
  • Una raccomandazione agli Stati membri, che promuove azioni per il monitoraggio immediato e la mitigazione delle perturbazioni nella catena di approvvigionamento dei semiconduttori.


Cos'è l'European Chips Act?

La legge europea sui chip rafforzerà l'ecosistema dei semiconduttori nell'UE, garantirà la resilienza delle catene di approvvigionamento e ridurrà le dipendenze esterne. Si tratta di un passo fondamentale per la sovranità tecnologica dell'UE. E assicurerà che l'Europa raggiunga l'obiettivo del decennio digitale di raddoppiare la sua quota di mercato globale dei semiconduttori al 20 %.

Si concentra su 5 obiettivi strategici:

  • rafforzare la ricerca e la leadership tecnologica;
  • sviluppare e rafforzare la capacità dell'Europa di innovare nella progettazione, produzione e confezionamento di chip avanzati;
  • istituire un quadro adeguato per aumentare la produzione entro il 2030;
  • affrontare la carenza di competenze e attrarre nuovi talenti;
  • sviluppare una comprensione approfondita delle catene di approvvigionamento globali dei semiconduttori.

 

Questi obiettivi saranno raggiunti attraverso tre pilastri d'azione:

  1. L'iniziativa " Chip per l'Europa" sosterrà lo sviluppo di capacità tecnologiche su larga scala e l'innovazione in tutta l'Unione e consentirà lo sviluppo e la diffusione di tecnologie quantistiche e semiconduttori di prossima generazione all'avanguardia.
  2. Un  quadro per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento e la resilienza del settore dei semiconduttori dell'Unione attirerà investimenti e rafforzerà le capacità di produzione nella produzione di semiconduttori, negli imballaggi avanzati, nelle prove e nell'assemblaggio.
  3. Il comitato europeo dei semiconduttori fungerà da meccanismo di coordinamento tra gli Stati membri e la Commissione per mappare e monitorare la catena del valore dei semiconduttori dell'Unione, nonché per prevenire e rispondere alle crisi dei semiconduttori con misure di emergenza ad hoc.

La governance della European Chips Act è supervisionata dal Comitato europeo dei semiconduttori (ESB), composto da rappresentanti degli Stati membri e guidato dalla Commissione. La composizione del comitato è documentata nel registro dei gruppi di esperti della Commissione e di altre entità analoghe. Il consiglio prosegue gli sforzi avviati dal gruppo europeo di esperti sui semiconduttori, come stabilito dalla raccomandazione della Commissione relativa a un pacchetto di strumenti comune dell'Unione per affrontare le carenze di semiconduttori e a un meccanismo dell'UE per il monitoraggio dell'ecosistema dei semiconduttori.


Pubblicità
MegaItaliaMedia



Altre iniziative dell'UE nel settore dei semiconduttori

La legge europea sui chip integra le iniziative dell'UE già in corso nel settore dei semiconduttori, quali:

  • l' Alleanza per i processori e le tecnologie dei semiconduttori;
  • programmi e azioni in materia di ricerca e sviluppo, quali le imprese comuni, Orizzonte Europa e il programma Europa digitale;
  • L'importante progetto di comune interesse europeo (IPCEI) sulla microelettronica e le tecnologie della comunicazione.
  • Sostegno tramite finanziamenti RFF — La Commissione europea ha approvato la costruzione di un impianto di 292,5 milioni di euro nella catena del valore dei semiconduttori a Catania, in Sicilia, secondo le norme dello Stato dell'UE.




Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Pubblica un commento

Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.

Pubblica un commento

Banca Dati di PuntoSicuro


Altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM di PuntoSicuro

Quesiti o discussioni? Proponili nel FORUM!