REGISTRO INFORTUNI

Categoria: Sanzioni. Aperta il 12/12/2017 da tecnico prevenzione. Messaggi postati: 4.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di tecnico prevenzione (tdp.Ragusa)
tecnico prevenzione (tdp.Ragusa)
"Homo faber fortunae suae"

Voto medio utente:
3,0 
Buongiorno a tutti.
Mi è capitato che un RLST richiedesse il registro infortuni ad un'azienda nata da pochi mesi (Ditta individuale con un dipendente). Ora premesso che io non posso eguagliare l'esperienza pluriennale di questo signore, anche per motivi anagrafici, prima di incorrere magari in errori di impantanandomi in un vortice di ritardi ed abrogazioni, chiedo a voi una conferma del fatto che, a seguito dell'entrata in vigore del Decreto Legislativo 151/2015 (che abolisce l'obbligo della tenuta del registro dal 23 dicembre 2015), del D.IM. 183/2016 (che istituisce il SINP) e della L. 19/2017, siano obbligatorie le notifiche degli infortuni all'INAIL, (anche quelle di assenze di un solo giorno). In questo contesto, a cosa serve che il datore di lavoro compri e detenga un registro infortuni?

Postato il 12/12/2017 alle 10:09

Immagine di profilo di Domenico Palumbo (Menico)
Domenico Palumbo (Menico)


Voto medio utente:
3,0 
In risposta al messaggio di tecnico prevenzione:
Buongiorno a tutti.
Mi è capitato che un RLST richiedesse il registro infortuni ad un'azienda nata da pochi mesi (Ditta individuale con un dipendente). Ora premesso che io non posso eguagliare l'esperienza pluriennale di questo signore, anche per motivi anagrafici, prima di incorrere magari in errori di impantanandomi in un vortice di ritardi ed abrogazioni, chiedo a voi una conferma del fatto che, a seguito dell'entrata in vigore del Decreto Legislativo 151/2015 (che abolisce l'obbligo della tenuta del registro dal 23 dicembre 2015), del D.IM. 183/2016 (che istituisce il SINP) e della L. 19/2017, siano obbligatorie le notifiche degli infortuni all'INAIL, (anche quelle di assenze di un solo giorno). In questo contesto, a cosa serve che il datore di lavoro compri e detenga un registro infortuni?
Il registro degli infortuni era uno strumento molto valido per la Valutazione dei Rischi, ora come dice giustamente lei è abbolito. Peccato.

Postato il 12/12/2017 alle 11:19

Immagine di profilo di CARLO TIMILLERO (CARTIM)
CARLO TIMILLERO (CARTIM)
OGGI PIU' SICURO DI IERI E MENO DI DOMANI

Voto medio utente:
4,7 
Buon giorno,
è vero che la detenzione materiale del registro infortuni da parte del datore di lavoro è stata abolita me è pur vero è stata sostituita da un vero e proprio registro informatico che, oltretutto, comprende anche gli infortuni fino a tre gg.
Purtroppo credo che la richiesta del RTLS fosse determinata da ignoranza.
Ragionando, invece, in ottica di SGS è evidente l'utilità di continuare a monitorare gli eventi accaduti sia in termini statistici, ai fini di un controllo dell'andamento nel tempo, che di analisi del singolo evento quale possibili evidenza di una debolezza da colmare.
In tal senso io suggerisco alle aziende di stampare gli eventi accaduti direttamente dall'applicativo INAIL, di fatto avendo a disposizione in vecchio registro.
Sempre con l'idea di dare sostanza alle cose.
saluti

Postato il 12/12/2017 alle 14:28

Immagine di profilo di tecnico prevenzione (tdp.Ragusa)
tecnico prevenzione (tdp.Ragusa)
"Homo faber fortunae suae"

Voto medio utente:
3,0 
In risposta al messaggio di CARLO TIMILLERO:
Buon giorno,
è vero che la detenzione materiale del registro infortuni da parte del datore di lavoro è stata abolita me è pur vero è stata sostituita da un vero e proprio registro informatico che, oltretutto, comprende anche gli infortuni fino a tre gg.
Purtroppo credo che la richiesta del RTLS fosse determinata da ignoranza.
Ragionando, invece, in ottica di SGS è evidente l'utilità di continuare a monitorare gli eventi accaduti sia in termini statistici, ai fini di un controllo dell'andamento nel tempo, che di analisi del singolo evento quale possibili evidenza di una debolezza da colmare.
In tal senso io suggerisco alle aziende di stampare gli eventi accaduti direttamente dall'applicativo INAIL, di fatto avendo a disposizione in vecchio registro.
Sempre con l'idea di dare sostanza alle cose.
saluti
Benissimo mi rassicurano le vostre riposte, pensavo di esser matta io! grazie sempre della disponibilità.

Postato il 12/12/2017 alle 15:03


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni