Mascherine ffp2/3

Dopo il COVID mascherine ffp2/3 introvabili, è vero?

Categoria: Attrezzature di lavoro e DPI. Aperta il 20/06/2020 da Antonio Grasso. Messaggi postati: 8.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Antonio Grasso (RanTanus)
Antonio Grasso (RanTanus)


Voto medio utente:
n.d. 
Salve, lavoro in una verniciatura di serramenti in legno. Da quando c'è stato il COVID le mascherine che usavamo (quelle della 3m) mi dicono dagli uffici che sono introvabili, ne hanno trovate delle altre che però non soddisfano a pieno i miei bisogni. Cosa fare?

Grazie e buon fine settimana


Antonio

Postato il 20/06/2020 alle 20:41

Immagine di profilo di Mauro Massari (Mauro Massari)
Mauro Massari (Mauro Massari)


Voto medio utente:
1,8 
Ciao Antonio, ti mando un link dove puoi vedere e ascoltare un video informativo sulle mascherine.
Cliccare sul link sotto riportato per vedere il video:
https://youtu.be/-fVJsBNYc00
Nel tuo caso devi fare riferimento a quanto previsto nel DVR della tua azienda.

Postato il 21/06/2020 alle 06:46

Immagine di profilo di Emanuele Rizzato (Quadrato)
Emanuele Rizzato (Quadrato)
So di non sapere Socrate

Voto medio utente:
3,9 
In risposta al messaggio di Antonio Grasso:
Salve, lavoro in una verniciatura di serramenti in legno. Da quando c'è stato il COVID le mascherine che usavamo (quelle della 3m) mi dicono dagli uffici che sono introvabili, ne hanno trovate delle altre che però non soddisfano a pieno i miei bisogni. Cosa fare?

Grazie e buon fine settimana


Antonio
per la verniciatura servono mascherine apposite a pieno facciale, ffp3 appunto perchè la vernice potrebbe portare a malattie professionali se inalata, sopprattutto ad addetti che hanno una forte esposizione continuativa.
al momento ci sono disposizioni in merito sembrano andare nella direzione che in mancanza di possibilità di acquisto di dpi per vie respiratorie di grado superiore è consentito fornire i DPI di grado inferiore.

ti consiglio di archiviare eventuali mail o comunicazioni dei fornitori dove indicano che tali DPI sono irreperibili, in modo tale da essere tutelato in caso di giudizio, e per dimostrare la tua massima volontà ad adempiere in qualità di Datore di lavoro nella scelta e nella fornitura dei DPI ai tuoi lavoratori.
ovviamente cosa buona e giusta sarebbe avere almeno 3 richieste a 3 fornitori diversi.

buona giornata.

Postato il 22/06/2020 alle 10:40

Immagine di profilo di giovanni ravasio (giova)
giovanni ravasio (giova)


Voto medio utente:
1,0 
Buongiorno. FFP (FFP1 FFP2 FFP3) è la sigla che qualifica e classifica i facciali filtranti (con tre diversi livelli di efficienza filtrante) che coprono naso e bocca. Non sono maschere a "pieno facciale", che appunto coprono l'intera faccia, compresi gli occhi. Tornando al quesito iniziale, in mancanza di disponibilità di mascherine/facciali filtranti, l'alternativa non è quella di scendere di protezione, ma eventualmente di salire in protezione, utilizzando delle "semi maschere" con applicati dei filtri P (P1 P2 P3), in relazione al tipo di rischio presente durante la lavorazione (attenzione che durante lavorazioni di verniciatura avremo contemporaneamente sia la nebulizzazione e sia i vapori delle vernici, abbinamento che richiede un duplice tipo di filtro). Nel DVR sarà indicata la valutazione effettuata del rischio, valutazione comprensiva di misurazione della concentrazione del contaminante, punto di partenza per la scelta del tipo di protezione da utilizzare.

Postato il 22/06/2020 alle 17:20

Immagine di profilo di MARIO CANTONE (marcanto)
MARIO CANTONE (marcanto)
Chi la dura la vince !

Voto medio utente:
2,6 
Vero è che durante il periodo emergenziale da covid19, in relazione ai DPI sarebbe possibile derogare per mancanza di forniture.
Ma questo non esime il datore di lavoro dal porre in essere misure di sicurezza alternative.
Un esempio potrebbe essere, sicuramente, l'adeguamento del DVR,
Come trà l'altro previsti dai protocolli in materia
Il DVR si dovrebbe adeguare in funzione dei rischi da lavorazioni di verniciatura.....imponendo una ventilazione forzata negli ambienti con l'ausilio anche di dispositivi deputati ad espellere le esalazioni delle vernici

Mi trovo d'accordo con quanto detto sopra:
" in mancanza di disponibilità di mascherine/facciali filtranti, l'alternativa non è quella di scendere di protezione, ma eventualmente di salire in protezione, utilizzando delle "semi maschere" con applicati dei filtri P (P1 P2 P3), in relazione al tipo di rischio presente durante la lavorazione (attenzione che durante lavorazioni di verniciatura avremo contemporaneam ....... "

Postato il 22/06/2020 alle 17:39

Immagine di profilo di Antonio Grasso (RanTanus)
Antonio Grasso (RanTanus)


Voto medio utente:
n.d. 
Mi scuso per il ritardo nella risposta, ma non riuscivo più ad accedere al forum.
Ovviamente la mia dotazione di DPI comprende sia una semimaschera, che uso per la verniciatura vera e propria, che delle mascherine ffp2 (di solito ffp3 introvabili al momento) che uso per la carteggiatura. Già è molto faticoso usare per ore le ffp3, sostituirle direttamente con la semimaschera, diventa molto molto faticoso. mi chiedevo se c'è stato un qualche sblocco delle forniture delle ffp3.
E' chiaro che sarebbe bello modificare o creare un impianto di aspirazione adeguato adesso, ma temo che la tirerebbero lunga aspettando che i vari obblighi vengano superati per evitare di fare i lavori. boh…

Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti.

Postato il 25/06/2020 alle 19:13

Immagine di profilo di giovanni ravasio (giova)
giovanni ravasio (giova)


Voto medio utente:
1,0 
Buongiorno, non entro nel merito degli aspetti economici, ma dal punto di vista tecnico, esistono i sistemi elettroventilati (es. 3M Jupiter), che consentono all'operatore di lavorare con aria purificata dai filtri (filtri combinati per la verniciatura, cioe per polveri+nebbie+vapori) senza fatica nel respirare perche l'aria viene spinta da una ventola (azionata da batteria) attaverso il filtro per poi arrivare, mediante apposito tubo leggero di gomma, al viso chiuso da un cappuccio/copricapo. Ovviamente costa un po di piu di una semplice semimaschera, ma dura anche di piu.

Postato il 26/06/2020 alle 17:40

Immagine di profilo di giovanni ravasio (giova)
giovanni ravasio (giova)


Voto medio utente:
1,0 
In risposta al messaggio di giovanni ravasio:
Buongiorno, non entro nel merito degli aspetti economici, ma dal punto di vista tecnico, esistono i sistemi elettroventilati (es. 3M Jupiter), che consentono all'operatore di lavorare con aria purificata dai filtri (filtri combinati per la verniciatura, cioe per polveri+nebbie+vapori) senza fatica nel respirare perche l'aria viene spinta da una ventola (azionata da batteria) attaverso il filtro per poi arrivare, mediante apposito tubo leggero di gomma, al viso chiuso da un cappuccio/copricapo. Ovviamente costa un po di piu di una semplice semimaschera, ma dura anche di piu.
Aggoungo che filtro e batteria costituiscono una sorta di marsupio leggero tenuto in una cintura (tipo cintura anticaduta). Questo sistema consente piena autonomia di movimento all'operatore e nessun affaticamento respiratorio perche l'aria filtrata viene immessa in continuo nel cappuccio. Ovviamente questo sistema si puo usarere solo se nell'ambiente c'e ossigeno (almeno 22%) e se le sostanze usate e presenti nell"atmosfera sono compatibili con i filtri.

Postato il 26/06/2020 alle 19:40


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni