Delegato dal datore di lavoro alla sicurezza

Possibilità di recedere dalla delega

Categoria: Datore di Lavoro. Aperta il 26/03/2019 da Federica A.. Messaggi postati: 2.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Federica A. (FedefedeA)
Federica A. (FedefedeA)


Voto medio utente:
n.d. 
Buonasera,
mi è stata conferita una delega ex art. 16 DL 81 dal Datore di Lavoro, a svolgere i compiti relativi alla gestione della sicurezza, con tanto di potere di spesa e delega scritta ed approvata dal CdA.

Attualmente però non ho un reale potere d'azione in azienda e questo non mi permette di poter esercitare appieno il mio ruolo. Vorrei quindi recedere da questa delega. E' possibile farlo?
Se si, esiste un modo formalmente corretto per farlo?

Grazie mille per i vostri commenti.

Postato il 26/03/2019 alle 22:44

Immagine di profilo di Moreno Rapo (Moreno Rapo)
Moreno Rapo (Moreno Rapo)
Gli infortuni si evitano, ma non tutti sanno farlo

Voto medio utente:
4,0 
In risposta al messaggio di Federica A.:
Buonasera,
mi è stata conferita una delega ex art. 16 DL 81 dal Datore di Lavoro, a svolgere i compiti relativi alla gestione della sicurezza, con tanto di potere di spesa e delega scritta ed approvata dal CdA.

Attualmente però non ho un reale potere d'azione in azienda e questo non mi permette di poter esercitare appieno il mio ruolo. Vorrei quindi recedere da questa delega. E' possibile farlo?
Se si, esiste un modo formalmente corretto per farlo?

Grazie mille per i vostri commenti.
Come ben sa la delega di funzioni da parte del DdL deve avere determinati requisiti.

In particolare come anche da lei specificato deve "attribuire" un adeguato potere di gestione e controllo nonché di spesa.

Se questi poteri non sono di fatto attribuiti, indipendentemente da quanto riportato nel "pezzo di carta", la delega è DI FATTO inefficace.

Ad ogni modo dato che la delega prevede anche accettazione scritta, il delegato può declinare l'incarico in qualsiasi momento, salvo particolari condizioni poste direttamente al momento dell'accettazione, senza preavviso e senza la necessità di giustificata motivazione.

Chiaramente il modo più corretto per la rinuncia all'incarico è quella ufficialmente riconosciuta, che dia evidenza certa sia del momento in cui è stata comunicata che dell'avvenuta ricezione da parte del datore di lavoro.

Inoltre dato che la delega deve avere "adeguata pubblicità", ritengo utile ed opportuno venga data la stessa visibilità alla rinuncia dell'incarico.

Buon lavoro

Postato il 27/03/2019 alle 11:49


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni