Il datore di lavoro ha l'OBBLIGO di informare l'RLS quando si verifica un infortunio in azienda?

Il ns RLS si lamenta che ieri, un infortunio di un ragazzo che si è tagliato con il taglierino... due punti al dito indice, non è stato informato dell'accaduto dal Datore di Lavoro.

Categoria: RLS. Aperta il 21/02/2020 da Massimo G.. Messaggi postati: 8.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Massimo G. (Sammimo)
Massimo G. (Sammimo)
Meglio prima che dopo!

Voto medio utente:
n.d. 
Premetto di non sono un Datore di Lavoro ma un Preposto.
Ieri pomeriggio in un reparto dell'azienda dove lavoro un ragazzo si è tagliato con il taglierino... due punti al dito indice.
L'RLS sostiene, e non è la prima volta, che il Datore di Lavoro e/o il Preposto hanno l'oobligo di informarlo... io sapevo che è solo consuetudine e buon senso.. ma non che c'è un obbligo di legge!! Visto che sono un Preposto vorrei chiarimenti in merito. Io ho sempre avvisato il mio RLS quando ci sono stati infortuni in reparto... anche se il ns lavoro non ha grossi rischi... il massimo è un taglio come quello accaduto... però dovesse verificarsi qualche caso grave vorrei essere preparato.
Grazie.

Postato il 21/02/2020 alle 13:38

Immagine di profilo di Nicolò Mastrilli (nik_mas)
Nicolò Mastrilli (nik_mas)


Voto medio utente:
2,8 
In risposta al messaggio di Massimo G.:
Premetto di non sono un Datore di Lavoro ma un Preposto.
Ieri pomeriggio in un reparto dell'azienda dove lavoro un ragazzo si è tagliato con il taglierino... due punti al dito indice.
L'RLS sostiene, e non è la prima volta, che il Datore di Lavoro e/o il Preposto hanno l'oobligo di informarlo... io sapevo che è solo consuetudine e buon senso.. ma non che c'è un obbligo di legge!! Visto che sono un Preposto vorrei chiarimenti in merito. Io ho sempre avvisato il mio RLS quando ci sono stati infortuni in reparto... anche se il ns lavoro non ha grossi rischi... il massimo è un taglio come quello accaduto... però dovesse verificarsi qualche caso grave vorrei essere preparato.
Grazie.
L'unico obbligo da parte del DL è denunciare l'infortunio vs l'INAIL( ad esclusione di settori particolari dove devono essere coinvolte anche altre autorità).
Poi come hai ben detto può essere buon uso comunicare l'infortunio, e magari analizzarlo insieme( personalmente lo faccio anche per gli infortuni banali). Non vige però nessun obbligo vs il RLS. Semmai ancora una volta utile una disamina dell'accaduto in fase di riunione periodica.

Postato il 21/02/2020 alle 13:48

Immagine di profilo di Michele Rabolini (ilsignoreinesistente)
Michele Rabolini (ilsignoreinesistente)


Voto medio utente:
3,8 
In realtà, se andiamo a leggere il Testo Unico, tra gli obblighi del Datore di Lavoro (Art.18, Comma 1, Lettera o ) c'è quello di "consentire al medesimo rappresentante di accedere ai dati di cui alla lettera r);".
La lettera r) dello stesso Articolo parla dell'obbligo di denuncia di infortuni all'INAIL e agli organi competenti..
Quindi, secondo me, per rispondere alla tua domanda, il DL ha "indirettamente" l'obbligo di avvertire il RLS di un avvenuto infortunio.
Può forse non essere esplicito, ma credo che in caso di contenzioso un giudice si pronuncerebbe in favore del Rappresentante.

Postato il 21/02/2020 alle 13:59

Immagine di profilo di Nicolò Mastrilli (nik_mas)
Nicolò Mastrilli (nik_mas)


Voto medio utente:
2,8 
In risposta al messaggio di Michele Rabolini:
In realtà, se andiamo a leggere il Testo Unico, tra gli obblighi del Datore di Lavoro (Art.18, Comma 1, Lettera o ) c'è quello di "consentire al medesimo rappresentante di accedere ai dati di cui alla lettera r);".
La lettera r) dello stesso Articolo parla dell'obbligo di denuncia di infortuni all'INAIL e agli organi competenti..
Quindi, secondo me, per rispondere alla tua domanda, il DL ha "indirettamente" l'obbligo di avvertire il RLS di un avvenuto infortunio.
Può forse non essere esplicito, ma credo che in caso di contenzioso un giudice si pronuncerebbe in favore del Rappresentante.
scusa Michele, ma credo siano 2 momenti diversi. Consentire l'accesso significa che su richiesta esplicita da parte del RLS sono tenuto a rispondere ( e se i rapporti non sono cordiali potrei pure pretendere una richiesta formale).
Qui invece mi sembrerebbe di capire che il RLS voglia essere avvisato, e francamente non ravvedo alcun obbligo a riguardo.
Circa il contenzioso beh, pur essendo del parere chela consultazione con l'RLS può essere elemento di garanzia pure per il DL, non ravvedo alcun reato in assenza di una richiesta formale e un diniego da parte del DL.

Postato il 21/02/2020 alle 14:08

Immagine di profilo di Michele Rabolini (ilsignoreinesistente)
Michele Rabolini (ilsignoreinesistente)


Voto medio utente:
3,8 
In risposta al messaggio di Nicolò Mastrilli:
scusa Michele, ma credo siano 2 momenti diversi. Consentire l'accesso significa che su richiesta esplicita da parte del RLS sono tenuto a rispondere ( e se i rapporti non sono cordiali potrei pure pretendere una richiesta formale).
Qui invece mi sembrerebbe di capire che il RLS voglia essere avvisato, e francamente non ravvedo alcun obbligo a riguardo.
Circa il contenzioso beh, pur essendo del parere chela consultazione con l'RLS può essere elemento di garanzia pure per il DL, non ravvedo alcun reato in assenza di una richiesta formale e un diniego da parte del DL.
Ma sì, infatti a prescindere dall'eventuale contenzioso, ho sottolineato che l'obbligo sarebbe "indiretto".
Se ho l'obbligo di mettere a conoscenza il RLS dei dati sugli infortuni, è ovvio che mi conviene avvertirlo e coinvolgerlo nel momento in cui dovesse accadere, anche perché francamente non vedo quali motivazioni si possano avere nel fare il contrario.
In fondo lo scopo di tutto questo è la prevenzione, e l'informazione è il primo pilastro fondamentale per perseguirla.

Postato il 21/02/2020 alle 14:22

Immagine di profilo di Massimo G. (Sammimo)
Massimo G. (Sammimo)
Meglio prima che dopo!

Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Michele Rabolini:
Ma sì, infatti a prescindere dall'eventuale contenzioso, ho sottolineato che l'obbligo sarebbe "indiretto".
Se ho l'obbligo di mettere a conoscenza il RLS dei dati sugli infortuni, è ovvio che mi conviene avvertirlo e coinvolgerlo nel momento in cui dovesse accadere, anche perché francamente non vedo quali motivazioni si possano avere nel fare il contrario.
In fondo lo scopo di tutto questo è la prevenzione, e l'informazione è il primo pilastro fondamentale per perseguirla.
Ok, quindi non c'è obbligo ma è meglio farlo... e qui scatta la seconda domanda... c'è un termine di legge entro il quale deve essere comunicato tale infortunio o posso benissimo farlo anche il giorno dopo?
Vale anche per il Preposto l'OBBLIGO e/o consiglio di informare il RLS?
Ma non dovrebbe essere chi si fa male ad avvisare il RLS?
..scusate ma il ns RLS ha mandato poco fa una mail al Datore di lavoro dove lo "minacciava" di rivolgersi agli enti competenti se non fosse stato avvisato la prossima volta di un infortunio... ma può farlo?
Diciamo che il ns RLS non è di cultura particolamente elevata... ma questo hanno votato e quindi... non è facile discutere e far capire che non c'è intenzione ne da parte mia, ne da parte del Datore di Lavoro nascondere situazioni di mancanza di sicurezza... e ripeto da noi è davvero difficile farsi male... abbiamo chiuso il 2019 con un taglio ad un gomito causato da un collega che si è girato involontariamente, ad una storta presa da un impiegato mentre saliva le scale dell'ufficio!!
In 19 anni che lavoro qui l'incidente più grave è stata una frattura causata da una caduta in itinere di un collega con la bici!!
Grazie a tutti.

Postato il 21/02/2020 alle 14:45

Immagine di profilo di Nicolò Mastrilli (nik_mas)
Nicolò Mastrilli (nik_mas)


Voto medio utente:
2,8 
In risposta al messaggio di Massimo G.:
Ok, quindi non c'è obbligo ma è meglio farlo... e qui scatta la seconda domanda... c'è un termine di legge entro il quale deve essere comunicato tale infortunio o posso benissimo farlo anche il giorno dopo?
Vale anche per il Preposto l'OBBLIGO e/o consiglio di informare il RLS?
Ma non dovrebbe essere chi si fa male ad avvisare il RLS?
..scusate ma il ns RLS ha mandato poco fa una mail al Datore di lavoro dove lo "minacciava" di rivolgersi agli enti competenti se non fosse stato avvisato la prossima volta di un infortunio... ma può farlo?
Diciamo che il ns RLS non è di cultura particolamente elevata... ma questo hanno votato e quindi... non è facile discutere e far capire che non c'è intenzione ne da parte mia, ne da parte del Datore di Lavoro nascondere situazioni di mancanza di sicurezza... e ripeto da noi è davvero difficile farsi male... abbiamo chiuso il 2019 con un taglio ad un gomito causato da un collega che si è girato involontariamente, ad una storta presa da un impiegato mentre saliva le scale dell'ufficio!!
In 19 anni che lavoro qui l'incidente più grave è stata una frattura causata da una caduta in itinere di un collega con la bici!!
Grazie a tutti.
"Diciamo che il ns RLS non è di cultura particolamente elevata... ma questo hanno votato e quindi..."
Questo è uno dei motivi per la quale spesso si fa difficoltà a ragionare in maniera costruttiva benchè vi sia l'obbligo di rendere le informazioni accessibili anche sul piano culturale.
In ogni modo :
è il DL e non il preposto ( a meno di espressa delega) che deve dare le informazioni;
Non essendovi l'obbligo la comunicazione può essere fatta con calma.
Se posso consigliare una strategia costruttiva, in ottica di prevenzione, convocatelo per una disamina del caso. Rappresentate l'infortunio, chiedete il suo parere verbalizzando il tutto. O diventa collaborativo e ne gioverete tutti anche in ottica prevenzione, o si stanca di fare lo sceriffo. Inoltre così facendo capirà che anche in ottica analisi dei rischi ha le sue responsabilità e non potrà più uscirsene ( mi sembra il classico tipo) con ne ne sapevo nulla.

Postato il 21/02/2020 alle 14:52

Immagine di profilo di Massimo G. (Sammimo)
Massimo G. (Sammimo)
Meglio prima che dopo!

Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Nicolò Mastrilli:
"Diciamo che il ns RLS non è di cultura particolamente elevata... ma questo hanno votato e quindi..."
Questo è uno dei motivi per la quale spesso si fa difficoltà a ragionare in maniera costruttiva benchè vi sia l'obbligo di rendere le informazioni accessibili anche sul piano culturale.
In ogni modo :
è il DL e non il preposto ( a meno di espressa delega) che deve dare le informazioni;
Non essendovi l'obbligo la comunicazione può essere fatta con calma.
Se posso consigliare una strategia costruttiva, in ottica di prevenzione, convocatelo per una disamina del caso. Rappresentate l'infortunio, chiedete il suo parere verbalizzando il tutto. O diventa collaborativo e ne gioverete tutti anche in ottica prevenzione, o si stanca di fare lo sceriffo. Inoltre così facendo capirà che anche in ottica analisi dei rischi ha le sue responsabilità e non potrà più uscirsene ( mi sembra il classico tipo) con ne ne sapevo nulla.
Grazie mille dei VELOCI consigli!! Sembra quasi stare in chat!
Credo proprio che seguirò i tuoi consigli.
Vi terrò informati di eventuali sviluppi della situazione.
Buona giornata.

Postato il 21/02/2020 alle 15:21


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni