Aziende senza dipendenti obbligate al DVR

Categoria: Valutazione dei rischi. Aperta il 18/09/2019 da REMO VARRICCHIO. Messaggi postati: 3.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di REMO VARRICCHIO (BPER)
REMO VARRICCHIO (BPER)
LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO

Voto medio utente:
n.d. 
Salve. Mi è stato riferito che è uscita una sentenza che obbliga le aziende senza dipendenti alla redazione del DVR . Vi risulta? Grazie per l'aiuto.

Postato il 18/09/2019 alle 11:50

Immagine di profilo di Michele Rabolini (ilsignoreinesistente)
Michele Rabolini (ilsignoreinesistente)


Voto medio utente:
3,9 
In risposta al messaggio di REMO VARRICCHIO:
Salve. Mi è stato riferito che è uscita una sentenza che obbliga le aziende senza dipendenti alla redazione del DVR . Vi risulta? Grazie per l'aiuto.
Non conosco la sentenza in oggetto, ma il TU parla di "lavoratori", senza alcuna distinzione tra dipendenti e non; il conteggio quindi prescinde dalla tipologia contrattuale.
Quindi, nel caso di un'impresa formata da 5 soci che lavorano, i lavoratori risultano essere 5. Anche i lavoratori a P. IVA, per esempio, rientrano nel conteggio.
L'articolo 28, comma 5, dice che il datore di lavoro che occupa fino a 10 lavoratori effettua la VR secondo le procedure standardizzate; ciò significa che, di fatto, è obbligatorio.
Le eccezioni riguardano i liberi professionisti, le aziende composte da un unico socio lavoratore, le imprese familiari senza dipendenti.

Per sapere se l'azienda di cui parli debba o meno fare la VR, quindi, la domanda dev'essere posta in modo diverso:
Da quanti LAVORATORI è composta l'azienda?
Se è più di uno, allora deve fare la Valutazione Rischi.
Buon lavoro!

Postato il 18/09/2019 alle 12:22

Immagine di profilo di Vincenzo V. (Vincenzo)
Vincenzo V. (Vincenzo)


Voto medio utente:
4,0 
In risposta al messaggio di Michele Rabolini:
Non conosco la sentenza in oggetto, ma il TU parla di "lavoratori", senza alcuna distinzione tra dipendenti e non; il conteggio quindi prescinde dalla tipologia contrattuale.
Quindi, nel caso di un'impresa formata da 5 soci che lavorano, i lavoratori risultano essere 5. Anche i lavoratori a P. IVA, per esempio, rientrano nel conteggio.
L'articolo 28, comma 5, dice che il datore di lavoro che occupa fino a 10 lavoratori effettua la VR secondo le procedure standardizzate; ciò significa che, di fatto, è obbligatorio.
Le eccezioni riguardano i liberi professionisti, le aziende composte da un unico socio lavoratore, le imprese familiari senza dipendenti.

Per sapere se l'azienda di cui parli debba o meno fare la VR, quindi, la domanda dev'essere posta in modo diverso:
Da quanti LAVORATORI è composta l'azienda?
Se è più di uno, allora deve fare la Valutazione Rischi.
Buon lavoro!
Assolutamente d'accordo con quanto riportato da Rabolini. L'unico appunto che mi sento di fare è sul discorso partite IVA, nel senso che in quel caso si va ad interpretare la norma. Tuttavia, se la funzione del titolare di partita IVA dà modo di assimilarlo ad un lavoratore che svolge attività finalizzate allo scopo aziendale, allora sicuramente va computato nel conteggio dei lavoratori.

Postato il 18/09/2019 alle 12:26


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni