Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

 15/10/2019: Non raccontiamoci favole

Gli spot della campagna ANMIL

Alla conferenza stampa dello scorso 8 ottobre - cui ha partecipato il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo, che ha dichiarato il proprio impegno ad avviare azioni concrete per arrestare il fenomeno infortunistico - il Presidente nazionale ANMIL Zoello Forni ha presentato la campagna di sensibilizzazione realizzata per l’Associazione Nazionale Invalidi Lavoro dal regista Marco Toscani, intitolata “Non raccontiamoci favole”, in onda dal 7 ottobre sulle reti Rai.

La campagna, che è stata tradotta in diverse lingue sta avendo un’ampia divulgazione sul web e attraverso i canali social dell’ANMIL, con l’auspicio che possa diventare virale trattandosi di un tema che accomuna tutti e per combattere il quale serve la massima condivisione.

Per vedere gli spot in italiano e per scaricarli, utilizzare il link spot in Italiano, mentre per gli spot in inglese, spagnolo e giapponese il link spot in lingua.

 

Fonte: ANMIL


Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Francesco Bizzotto - likes: 0
18/10/2019 (09:27:45)
ANMIL ha tutto il mio rispetto e chi ha subito menomazioni fisiche (e psichiche) sul lavoro altrettanto. Gli spot sono belli e significativi.

Io sogno e propongo un altro approccio ai Rischi: non solo in negativo ma anche in positivo; non separo; non vedo solo i guai che possono uscire dall'attivarsi e rischiare; vedo e cerco la libertà che il Rischio consente. E penso che un approccio positivo alla Gestione dei Rischi (coglierne insieme il lato in fiore e quello in ombra, come avessi in mano un foglio di carta) costi meno e sia più efficace, produca di più: ad esempio produca più Sicurezza, e quella particolare Sicurezza che Zygmunt Bauman ha chiamato Safety, cioè abilità, capacità di correre i Rischi; di correre grandi Rischi. E' il nostro destino, se ne saremo capaci; se saremo all'altezza dei Rischi che la tecnica scodella.
Cosa penso io? Che ne abbiamo di strada da fare; e che ci aspettano prove tremende; che siamo alla scuola elementare della Gestione dei Rischi. Con Hans Jonas, temo che rallenteremo un po' (per vedere e Gestire bene i Rischi) sono dopo una catastrofe. Siamo troppo "presi dalla corsa", dice il monaco buddhista Thich Nhat Hanh.

(Francesco Bizzotto è docente di Risk Management dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria)

Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

11/02/2020: SICURELLOsi SAFETY: un pacchetto dalla Cina

Finalmente i DPI vanno a ruba e tutti li vogliono usare.


10/02/2020: Le sfide della privacy

Intervento televisivo di Antonello Soro, Presidente del Garante per la protezione dei dati personali


07/02/2020: Eu-osha e Inail, siglato un accordo di collaborazione scientifica sui disturbi muscolo-scheletrici

Dalle strutture tecniche e di ricerca dell’Istituto saranno elaborati quattro articoli di approfondimento su queste patologie. L’iniziativa rientra fra le attività di supporto alla campagna 2020-2022.


06/02/2020: Global McKinsey institute: il cambiamento climatico ci costerà caro

Il think thank americano analizza gli impatti socio-economici del surriscaldamento globale. Sovraffollamento, ondate di calore, perdita di ore lavorative, svalutazione del capitale tra i possibili effetti.


05/02/2020: FAQ Coronavirus

Le risposte dell’ISS ai dubbi più frequenti su esposizione, prevenzione e trasmissione


04/02/2020: SICURELLOsi SAFETY: Il labirinto

In caso di emergenza siamo proprio sicuri di riuscire ad abbandonare il luogo dove ci troviamo?


03/02/2020: Infezione da coronavirus 2019

Domande e risposte del Ministero della Salute


31/01/2020: GlobalAbc: settore edilizio responsabile del 39% delle emissioni di CO2

Produzione di materiali, spreco energetico, sistemi di condizionamento dell’aria. Un rapporto Unep fa luce sugli sprechi negli edifici. L’intenso consumo di elettricità rende necessario l’accesso alle rinnovabili: il 2020 sarà un anno cruciale.


30/01/2020: Enisa: uno strumento per la valutazione del rischio di sicurezza

Uno strumento elaborato da un gruppo di lavoro cui ha partecipato anche il Garante


29/01/2020: E' online il canale di SICURELLO.si SAFETY

Dopo il conto alla rovescia partito il primo gennaio 2020 è online il canale di SICURELLO.si SAFETY.


[|«] [«] 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 [»] [»|]