Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

 25/11/2019: Non capisco. ma mi adeguo!

La Corte di Appello “vincolata” a dare attuazione al principio di “nuovo infortunio ex. art.80 ”, sancito dalla Cassazione con sentenza n.1048/2018, cui non sembra credere

La Corte – C. Costituzionale n.46/2010, C. Cassazione n.1048/2018 – ha affermato, dapprima per le malattie professionali e poi per gli infortuni, che il principio di stabilizzazione dei postumi non può precludere la tutela di tutti gli esiti collegati causalmente all’evento che li ha originati, anche dopo la scadenza dei termini revisionali, intento che era auspicabile, lodevole e condiviso, ma lo ha fatto con metodologia che offre il fianco a numerose critiche della dottrina medico-legale, pur di non dichiarare l’incostituzionalità parziale  degli artt. 83 e 137 del T.U. n.1124/1965 sulla stabilizzazione dei postumi.
In considerazione che difficilmente la Corte  tornerà sui propri passi, si auspica che il legislatore, al fine di un riordino della problematica revisionale,  vi ponga rimedio e con una semplice aggiunta tra il comma tra il 7 e l’8 dell’art.83 del seguente tenore: “I termini revisionali di cui sopra possono essere superati, a domanda del titolare della rendita, solo se il lavoratore dimostri che l’aggravamento sia derivato causalmente dai postumi dell'infortunio che ha dato luogo alla liquidazione della rendita."

 

Ossicini Adriano

già Sovrintendente Medico Generale Inail,

già Docente a contratto Medicina Legale c/o Università “La Sapienza” Roma

 

Fonte: preventionandresearch.com


Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Silvio Rasetti - likes: 0
26/11/2019 (08:42:52)
Io, invece, capisco la professionalità di chi scrive questi articoli, ma pur avendo una laurea, mi viene il prurito a leggere contenuti così complessi, su una materia che dovrebbe essere causa comune di tutti i professionisti di tale ambito, divulgarne il più possibile i principi.
Rispondi Autore: Stefano Stefano Arcangeli - likes: 0
27/11/2019 (08:29:55)
Condivido il post di Silvio Rasetti : sarà l'ora presta del mattino sicchè sveglio appieno non sono, ma tre volte ho dovuto ripassar con gli occhi queste dotte righe perchè ne avessi intendimento. Grazie comunque di cotanta dottrina.
Rispondi Autore: Giuseppe mossinelli - likes: 0
27/11/2019 (10:46:07)
Buongiorno nn posso che accordarmi alle considerazioni precedenti e condividerle. Faccio fatica a capire, oggi cercherò di concentrarmi. L'auspicio è che si possano semplificare un po' questi scritti per facilitarne la comprensione. Buona giornata
Rispondi Autore: Pasquale Cantisani - likes: 0
28/11/2019 (08:19:43)
Non comprendo i commenti fatti. C'è scritto come intestazione dell'articolo "Non capisco ma mi adeguo" e allora perchè si pretende di capire? Le leggi sono scritte apposta per non essere capite se non da pochi eletti.
Rispondi Autore: Luca Voch - likes: 0
29/11/2019 (14:14:33)
L'Inail è una assicurazione e purtroppo si comporta come tale. Spero sempre però in un cambiamento di rotta visto il campo sociale entro cui opera. Ad esempio, casi di ricadute per dolori lombari accusati da chi ha ottenuto il riconoscimento INAIL per ernie non possono essere negati come oggi di fatto avviene.
L'onere della prova lo lascerei ad altri e non certo all'infortunato-amnalato.

Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

17/03/2020: COVID-19: i dati al 16 marzo

La Sorveglianza Integrata in Italia dell'ISS in un infografica aggiornata al 16 marzo


16/03/2020: Coronavirus, letalità fino a questo momento è del 5,8%, più alta negli uomini

La situazione al 13 marzo


14/03/2020: Coronavirus: firmato protocollo Governo-sindacati-imprese per limitare il contagio negli ambienti di lavoro

Linee guida condivise tra le Parti per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio


13/03/2020: Epidemia della malattia da Coronavirus e sicurezza e salute sul luogo di lavoro

L'Eu-Osha sta seguendo da vicino la diffusione del Coronavirus e sta pubblicando regolarmente aggiornamenti e risorse sul proprio sito web.


12/03/2020: Coronavirus: il nuovo decreto che sospende molte attività non essenziali

Il Presidente del Consiglio ha firmato il nuovo decreto recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 sull'intero territorio nazionale. Si fermano le attività non considerate essenziali.


11/03/2020: Proroga la validità della carta di qualificazione del conducente

De Micheli firma decreti per proroga validità carta di qualificazione conducente e certificati di formazione professionale per il trasporto delle merci pericolose e del permesso provvisorio di guida


11/03/2020: COVID-19 Raccomandazioni per le persone in isolamento domiciliare e per i familiari che li assistono

Indicazioni del Gruppo ISS “Comunicazione Nuovo Coronavirus”


11/03/2020: Emergenza Coronavirus: Cosa si può fare fino al 3 aprile?

Alcune FAQ del Governo e dell'ISS chiariscono cosa si può fare fino al 3 aprile.


10/03/2020: Controlli per il contenimento del Coronavirus: la direttiva del ministro ai prefetti

Le disposizioni del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il modulo di autocertificazione.


10/03/2020: COVID-19: estese a tutta l’Italia le limitazioni per le aree più colpite

Il decreto del Presidente del Consiglio dell’9 marzo 2020 estende le misure già previste dal decreto dell’8 marzo a tutto il territorio nazionale. Le misure predisposte sono già in vigore.


[|«] [«] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [»] [»|]