Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

 23/09/2016: ISO 9001:2015. Linea Guida ANIMA-ICIM

Comprendere, interpretare e applicare la norma ISO 9001:2015

A un anno dall’emissione ufficiale della nuova versione della norma 9001:2015, ANIMA e ICIM hanno preparato una Linea Guida prendendo in considerazione le necessità, le esigenze e gli obiettivi del comparto Meccanico e Manifatturiero in generale. La Linea Guida si pone l’obiettivo di accompagnare le organizzazioni nel passaggio dalla versione 2008 alla versione 2015 delineando un processo metodologico per affrontare le principali novità.

La norma ISO 9001, il più importante e diffuso standard internazionale sui Sistemi di Gestione per la Qualità nel mondo, è la base riconosciuta delle più moderne norme di certificazione. Nata nel 1987 e modificata già quattro volte nel corso degli anni, la ISO 9001 nella sua edizione 2015 traghetterà le aziende di tutto il mondo nel trentesimo anno di “qualità”; dando vita ad una trasformazione importante non solo per i professionisti del settore, ma soprattutto per le organizzazioni, poiché questo standard porta la gestione della qualità al centro del business.

La Guida ANIMA - ICIM è stata elaborata con l’obiettivo di fornire alle aziende associate uno strumento per comprendere, interpretare e applicare la norma ISO 9001:2015, evidenziando in particolare le principali modifiche apportate rispetto alle edizioni precedenti.
Nella fase di preparazione del documento sono state prese in considerazione le necessità delle organizzazioni del comparto meccanico e affine; resta inteso che ogni organizzazione, pur nel medesimo comparto, ha esigenze specifiche che dipendono dalle relative dimensioni, dalla struttura organizzativa, dalla complessità operativa, dal contesto in cui opera, fino agli obiettivi che si pone.

La Guida ANIMA - ICIM si prefigge di chiarire le metodologie con le quali la singola organizzazione deve esaminare il proprio contesto e adeguare ad esso il proprio sistema di gestione. In particolare, la Guida privilegia la trattazione dei requisiti innovativi in quanto si ritiene che possano fornire valore aggiunto alle organizzazioni, tralasciando le modifiche di dettaglio che sono generalmente autoesplicative.


Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

17/12/2018: Albo Nazionale Gestori Ambientali: requisiti responsabile tecnico

I nuovi requisiti a carico dei responsabili tecnici per l'iscrizione in categoria 1 dei centri di raccolta


14/12/2018: Albo Nazionale Gestori Ambientali: categoria 1

Chiarimenti della circolare n.15 del 07/12/2018 per iscrizione in alcune sottocategorie


13/12/2018: Il nuovo schiavismo e gli incidenti sul lavoro

Le nuove frontiere del giornalismo nel web-doc di due giovani autori, vincitori del premio Di Donato. Parlano i fantasmi del lavoro nero che miete vittime di cui non si conosce l'identità


12/12/2018: OiRA: una nuova infografica per gli acconciatori

Prova lo strumento OiRA destinato al settore degli acconciatori a livello nazionale


11/12/2018: Albo Nazionale Gestori Ambientali: chiarimenti

Nomina del Responsabile Tecnico per la categoria 10: i chiarimenti della circolare n.152 del 07/12/2018


10/12/2018: Prevenzione del rischio occupazionale da radiazione solare

Un convegno gratuito a Modena il 19 dicembre


07/12/2018: Gdpr e imprese extra Ue

Avviate a consultazione le Linee guida approvate dai Garanti Europei sull’ambito di applicazione


06/12/2018: Il difficile cammino del giornalista d'inchiesta.

Intervista a Marco Menduni, l'inviato che ha vinto il premio giornalistico Di Donato andando sui luoghi del lavoro che uccide.


05/12/2018: DL semplificazioni: abolizione Sistri dal 2019?

La qualifica di 'rifiuto' si potrà stabilire caso per caso


04/12/2018: Recipienti a pressione per trasporto di GPL

UNI EN 12493:2018 “Attrezzature e accessori per GPL - Recipienti a pressione di acciaio saldato per cisterne per trasporto su strada di GPL - Progettazione e fabbricazione”


[|«] [«] 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 [»] [»|]