Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

23/05/2016: Il Rapporto annuale Sicilia: incidenti e malattie professionali

Sintesi dei fenomeni rilevanti. Dati INAIL.

Riportiamo alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Sicilia”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.
 
Sintesi dei fenomeni rilevanti
Il rapporto regionale Sicilia 2014 presenta in sintesi l’andamento dei dati statistici relativi al portafoglio gestionale dell’Istituto, agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali. Tra i temi rilevanti rientrano anche le attività di cura e riabilitazione, quelle di controllo del rapporto assicurativo, le attività di prevenzione e gli incentivi per la sicurezza. Nella parte finale, le schede monografiche presentano i principali progetti realizzati a livello territoriale.
Nel 2014 risultano attive oltre 247 mila posizioni assicurative territoriali relative alla gestione industria e servizi, pari al 6,4% delle posizioni assicurative censite dall’Inail a livello nazionale, con un incremento dell’1,1% rispetto al 2013. Le masse salariali denunciate, soggette a contributo Inail, si attestano a oltre 12,2 miliardi di euro, il 3,7% del dato nazionale, con una flessione dell’1,7% rispetto all’anno precedente.
Diminuiscono gli importi dei premi accertati e incassati; questi ultimi, nel 2014, ammontano a oltre 223 milioni di euro e rappresentano il 3,7% del totale.
I dati delle indennità relative agli infortuni mostrano un andamento decrescente, con una costante e significativa riduzione.
Nel 2014 sono state erogate in Sicilia 62.346 rendite, di cui 1.086 di nuova costituzione, in diminuzione del 5% rispetto al 2012.
Prosegue l’andamento decrescente del numero di infortuni denunciati sia a livello regionale sia nazionale. In Sicilia sono state registrate oltre 30 mila denunce di infortuni nel 2014, con una diminuzione del 4,6% rispetto all’anno precedente e dell’11,2% rispetto al 2012. Gli infortuni riconosciuti sul lavoro sono stati oltre 21 mila e 700 (-11,3% nel triennio), dei quali 2.469 avvenuti in itinere.
I casi di infortunio con esito mortale nel 2014 sono stati 56, l’8,1% dei 695 riconosciuti a livello nazionale.
Gli infortuni sul lavoro hanno causato in Sicilia oltre 667 mila giornate di inabilità con costo a carico dell’Inail, che rappresentano il 5,6% circa del dato nazionale.
Le malattie professionali denunciate in regione nel 2014 sono state 1.680, con un incremento del 19,6% nel triennio, più contenuto, quindi, di quello registrato a livello nazionale (+23,9%). L’Inail ha riconosciuto la causa lavorativa in 452 casi, il 2% circa del dato nazionale. I lavoratori deceduti per malattia professionale sono stati 94, in diminuzione rispetto al 2012.
Nel 2014, l’Inail ha erogato quasi 45 mila prestazioni per “prime cure”, con una riduzione rispetto all’anno precedente del 2,8%; diversamente, a livello nazionale, si registra un incremento del 3,1%.
In costante diminuzione risulta anche la spesa per acquisto e produzione di protesi, ortesi e ausili a livello regionale: da poco più di 5 milioni di euro nel 2012 a poco più di 4,5 milioni di euro nel 2014, con un decremento del 10,7%.
Le attività svolte dall’Inail in tema di accertamenti ispettivi, inquadrate in un processo di controllo e valutazione del rischio, hanno consentito di verificare in Sicilia 1.203 aziende nel 2014; di queste, 1.069 (l’89% circa) sono risultate non regolari. Complessivamente i premi omessi accertati ammontano a oltre 7 milioni e 900 mila euro (-21% rispetto al 2013).
Nel 2014 sono state accolte più di 1.700 istanze di riduzione del tasso di tariffa per meriti di prevenzione, corrispondenti a un minor importo del premio pagato di oltre 7 milioni e 600 mila euro.
A fronte delle 12.969 richieste, nel 2014 sono stati erogati 6.381 servizi di omologazione e certificazione, con un fatturato di oltre 1 milione e 700 mila euro.
 
Sommario
Nota metodologica
Indice delle tabelle
Sintesi dei fenomeni rilevanti
1. La situazione nel mondo del lavoro nei dati Inail
2. Infortuni
3. Malattie professionali
4. Cura, riabilitazione, reinserimento
5. Azioni e servizi
6. Schede monografiche
6.1. “Racconti di cucina” - Reinserimento degli infortunati nella vita di relazione
6.2. “Re…Agiamo” – Progetto di sostegno di gruppo
6.3. “Sailing for health” - Promozione dell’attività sportiva
6.4. Protocollo d’intesa con il Ministero dell’interno, Corpo nazionale dei vigili del fuoco, Direzione regionale Sicilia
6.5. Manifestazione “Blue sea land” Palermo, Gibellina, Mazara del Vallo e Marsala
Glossario
 

Fonte: INAIL


13/12/2016: Valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte degli edifici


12/12/2016: Salute in Italia e livelli di tutela

Approfondimenti dalle indagini ISTAT sulla salute.


07/12/2016: Invecchiamento dei lavoratori, la ricerca e la progettazione al servizio della salute e sicurezza sul lavoro

L’obiettivo della convenzione è portare un contributo fattivo al tema della conoscenza e della consapevolezza dei rischi legati all’innalzamento dell’età della popolazione occupata in termini di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro


06/12/2016: Campagna bando Isi agricoltura 2016

Campagna promo-informativa sui finanziamenti alle micro e piccole imprese agricole, nelle forme di imprese individuali, di società agricole e di cooperative


06/12/2016: La verifica dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici

Divulgato dall’ARPAT Toscana un documento sul rischio dei campi elettromagnetici prodotti da radio/TV e telefonia mobile.


05/12/2016: La Corte di Cassazione si esprime sul reato ambientale

Il primo caso che riguarda il delitto di inquinamento ambientale


02/12/2016: Verso un Testo Unico in materia di amianto

Il disegno di legge promosso dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sul fenomeno degli infortuni e delle malattie professionali.


02/12/2016: Due strumenti per migliorare la sicurezza uomo/macchina

Workshop gratuito a Modena: “Stato dell’arte e normativa: due strumenti per migliorare la sicurezza uomo/macchina”,


01/12/2016: Defibrillatori, nota esplicativa del Ministero della Salute

Disposizioni in ordine alla dotazione e all'impiego, da parte delle società sportive dilattentistiche, dei defibrillatori semiautomatici.


30/11/2016: Informazione e giustizia per la sicurezza dei lavoratori.

Premiato il giornalismo d'inchiesta a Taranta Peligna.


29/11/2016: Firenze, al via il Forum Risk management in sanità

Dal 29 novembre al 2 dicembre 2016: centralità del fattore umano e innovazione, per garantire qualità e sicurezza delle cure.


29/11/2016: Disaster Manager: professionista della protezione civile

Pubblicata la norma nazionale UNI 11656 Disaster Manager


28/11/2016: Report sulle malattie professionali Lombardia: i posti di lavoro più a rischio

I settori più a rischio rimangono edilizia e industria.


25/11/2016: La global supply chain security

Conflict diamonds ed altro. Di Adalberto Biasiotti.


24/11/2016: Chiarimenti sul controllo a distanza dei lavoratori

La circolare del Ministero del Lavoro


23/11/2016: Giornata Nazionale della Sicurezza nelle Scuole

Promozione della salute e sicurezza nelle istituzioni scolastiche


22/11/2016: Incontri informativi in tema di incentivi di sostegno alle imprese che investono in sicurezza

L’iniziativa illustra le modalità operative di fruizione degli incentivi economici e delle agevolazioni tariffarie messe a disposizione dall’Istituto nei confronti delle imprese che realizzano interventi di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro


17/11/2016: Riduzione del gas ‘radon’ in ambiente confinato

Pubblicata legge relativa alla riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas ‘radon’ in ambiente confinato


16/11/2016: Albo Gestori ambientali: deliberazione n. 3 del 13/7/2016

Nuove modalità di iscrizione per trasporto trasfrontalieri


15/11/2016: Inail e Federchimica: una concreta e virtuosa collaborazione

Un nuovo Protocollo d’Intesa per sviluppare la cultura della Sicurezza sul Lavoro e realizzare iniziative per ridurre sistematicamente gli eventi infortunistici e le malattie professionali.


56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66