Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Safety olistica: sicurezza sul lavoro e protezione civile

Safety olistica: sicurezza sul lavoro e protezione civile
Redazione
 Redazione
 PUBBLIREDAZIONALE
10/04/2015: Il 21 aprile si terrà a Catanzaro un convegno gratuito che affronterà in modo innovativo il tema della sicurezza sul lavoro e l’applicazione della normativa nel settore della protezione civile.
Pubblicità

Emerge forte in questi anni, come ricordato al 20° Congresso Mondiale su salute e sicurezza sul lavoro (Francoforte, 2014), la necessità di adottare una visione onnicomprensiva dell’attività di prevenzione e protezione, la necessità di un cambio di approccio, di una strategia che guardi alla sicurezza e salute in modo più globale, che comprenda ad esempio anche la sicurezza e salute nei luoghi di vita. Solo con una visione complessiva dei rischi, solo con un approccio olistico è possibile organizzare e governare efficacemente le strategie di prevenzione.

 
E, come dice infatti Francesco Naviglio, segretario generale AiFOS, è importante “imprimere una svolta olistica alla sicurezza sul lavoro, adottando una visione onnicomprensiva dell’attività di prevenzione e protezione e più in generale della tutela di salute e sicurezza sul lavoro. Un percorso virtuoso e votato al successo che deve necessariamente snodarsi all'interno del cerchio costituito dalla società civile nella sua interezza, tra cui ben si colloca ad esempio il settore della Protezione Civile”. Protezione Civile che non solo svolge una funzione estremamente importante, in relazione alle varie ipotesi di rischio, di soccorso e di emergenza a cui siamo costantemente soggetti, ma che deve avere garantire insieme la propria sicurezza e l’efficacia dell’intervento svolto.
 
Proprio per affrontare questi temi e affrontare le caratteristiche e le novità della normativa applicata al settore della Protezione Civile, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro ( AiFOS), in collaborazione con AiFOS “Protezione Civile”, organizza per il 21 aprile 2015 a Catanzaro il convegno di studio e approfondimento dal titolo “Sicurezza sul Lavoro e Protezione Civile. Strategie per una safety olistica”.
 
In particolare il convegno pone l’attenzione anche sull’importanza di formare i volontari alla luce dei recenti Decreti che definiscono per i volontari di Protezione Civile gli indirizzi comuni su: scenari di rischio e compiti dei volontari, controllo sanitario di base, formazione.
Sottolineando che la sicurezza dei volontari è alla base di una buona riuscita del loro lavoro di equipe in fase di gestione e organizzazione di un’emergenza.
 
Ricordiamo che con “organizzazione di volontariato della protezione civile” si può intendere “ogni organismo liberamente costituito, senza fini di lucro, ivi inclusi i gruppi comunali e intercomunali di protezione civile, che svolge o promuove, avvalendosi prevalentemente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri aderenti, attività di previsione, prevenzione e soccorso in vista o in occasione di eventi indicati nella normativa (legge 225/1992, legge 353/2000, legge 401/2001, ….)
E si segnala che le norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro ( D.Lgs. 81/2008) sono applicate tenendo conto delle particolari esigenze che caratterizzano le attività e gli interventi svolti dai volontari della protezione civile, quali ad esempio:
- necessità di intervento immediato anche in assenza di preliminare pianificazione;
- organizzazione di uomini, mezzi e logistica, improntata a carattere di immediatezza operativa;
- imprevedibilità e indeterminatezza del contesto degli scenari emergenziali;
- necessità di derogare, prevalentemente per gli aspetti formali, alle procedure ed agli adempimenti riguardanti le scelte da operare in materia di prevenzione e protezione.
 
Le organizzazioni devono poi offrire adeguata formazione, informazione e addestramento per i volontari nell’ambito degli scenari di rischio di protezione civile individuati dalle autorità competenti. Per “scenario di rischio” si intende la rappresentazione dei fenomeni di origine naturale o antropica che possono interessare un determinato territorio provocandovi danni a persone e/o cose. Lo scenario di rischio costituisce la base per elaborare un piano di emergenza.
Durante il convegno si farà poi riferimento anche al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 novembre 2011, n. 231, Regolamento di attuazione dell'articolo 3, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, relativamente all'individuazione delle particolari esigenze connesse all'espletamento delle attività del Dipartimento della protezione civile, nel conseguimento delle finalità proprie dei servizi di protezione civile.
 
Il convegno gratuito dal titolo“Sicurezza sul Lavoro e Protezione Civile. Strategie per una safety olistica” - organizzato da AiFOS con il patrocinio di Inail, Regione Calabria, Confindustria Catanzaro, CsvCatanzaro, ArpaCal -  si terrà dunque martedì 21 aprile 2015, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, a Catanzaro c/o la Confindustria Catanzaro - Sala Convegni "G. Papaleo" - via Eroi 1799, 23.
 
Il programma del convegno:
 
Apertura dei lavori
On. Dott. Carlo Guccione, Assessore allo Sviluppo economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali Regione Calabria
 
Dott. Francesco Naviglio, Segretario Generale AiFOS
 
Dott. Alessandro Caruso, Presidente ANCE della Provincia di Catanzaro
 
Dott. Emidio Silenzi, Direttore Regionale INAIL Calabria
 
Interventi
Dott.ssa Emma Ciconte, Dirigente SPISAL Catanzaro
 
Ing. Edoardo D'Andrea, Dipartimento Protezione Civile Regione Calabria
 
Arch. Giuseppe Funaro, Direttore Centro di Formazione Funaro Sas - Cropani (CZ)
 
Dott. Domenico Vottari, ARPACAL
 
Dott. Raffaele Niccoli, ARPACAL
 
Arch. Giuseppe Macrì, Presidente Ordine Architetti PPC di Catanzaro
 
Dott. Giampaolo Caputo, AiFOS Protezione Civile Calabria
 
Si ricorda che il convegno è gratuito, ma con iscrizione obbligatoria.
A tutti i partecipanti al Convegno verrà consegnato un attestato di presenza, valido per il rilascio di n. 2 crediti di aggiornamento formatori della sicurezza, area 1 normativa.
 
 
Per informazioni e iscrizioni:
Sede nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it  
 
 
 
Fonte: Ufficio Stampa AiFOS
 
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!