Vibrazioni al sistema mano-braccio

Categoria: Vibrazioni. Aperta il 27/09/2017 da Marco Camisani. Messaggi postati: 2.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Marco Camisani (Marco.Camisani)
Marco Camisani (Marco.Camisani)


Voto medio utente:
2,5 
Buongiorno, qualcuno riesce per piacere a dirmi quali sono le indicazioni per ridurre le vibrazioni al sistema mano-braccio quando vengono superati i valori d’azione previsti? Grazie!

Postato il 27/09/2017 alle 10:34

Immagine di profilo di Federica Gozzini (fg)
Federica Gozzini (fg)


Voto medio utente:
2,5 
In risposta al messaggio di Marco Camisani:
Buongiorno, qualcuno riesce per piacere a dirmi quali sono le indicazioni per ridurre le vibrazioni al sistema mano-braccio quando vengono superati i valori d’azione previsti? Grazie!
Buongirono, una breve risposta su cosa fare nel caso di superamento di determinati livelli di esposizione si trova nell’articolo di PuntoSicuro “Come affrontare e ridurre il rischio vibrazioni nei luoghi di lavoro” che riprende il contenuto di un documento realizzato dall’Organismo Paritetico Regionale per l’Artigianato Lombardia e da vari Organismi Paritetici Territoriali Artigiani…
Per ridurre le vibrazioni al sistema mano-braccio:
- “sostituire i macchinari che producono elevati livelli di vibrazioni (intervento prioritario al superamento del valore limite di esposizione giornaliero);
- adottare cicli di lavoro che consentano di alternare periodi di esposizione a vibrazioni a periodi in cui il lavoratore non sia esposto a vibrazioni;
- effettuare manutenzione regolare alle attrezzature di lavoro”.
Per ridurre le vibrazioni al sistema corpo intero:
- “pianificare una regolare manutenzione dei macchinari, con particolare riguardo alle sospensioni, ai sedili ed al posto di guida degli automezzi;
- identificare le condizioni operative o i veicoli che espongono ai più alti livelli di vibrazioni ed organizzare laddove possibile turni di lavoro tra operatori e conducenti idonei a ridurre le esposizioni individuali;
- pianificare laddove possibile i percorsi di lavoro scegliendo quelli meno accidentati, dove possibile, effettuare lavori di livellamento stradale;
- pianificare un aggiornamento del parco macchine, privilegiando l'acquisto di macchinari a basso livello di vibrazioni”.

E in maniera più generale, può “essere necessario prendere in considerazione altri metodi di lavoro che richiedono una minore esposizione a vibrazioni meccaniche”.
Il documento presentato dal giornale si sofferma poi anche sui DPI e su altre forme di protezione e riduzione delle vibrazioni…

La invito a leggere l'intero articolo per approfondire il tema:
https://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-rischio-C-5/rischio-vibrazioni-C-38/come-affrontare-ridurre-il-rischio-vibrazioni-nei-luoghi-di-lavoro-AR-16387/

Postato il 29/09/2017 alle 08:58


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni