Uso dei DPI per le mani

Categoria: Attrezzature di lavoro e DPI. Aperta il 05/12/2017 da Giovanna Galimberti. Messaggi postati: 3.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Giovanna Galimberti (gio_galimberti)
Giovanna Galimberti (gio_galimberti)


Voto medio utente:
n.d. 
Si parla spesso nei manuali e nei corsi di DPI per proteggere la pelle delle mani, ma mai di specifiche creme di protezione. C’è qualcuno che può dirne qualcosa? Dove posso trovare informazioni?

Postato il 05/12/2017 alle 11:55

Immagine di profilo di Moreno Rapo (Moreno Rapo)
Moreno Rapo (Moreno Rapo)
Gli infortuni si evitano, ma non tutti sanno farlo

Voto medio utente:
4,0 
In risposta al messaggio di Giovanna Galimberti:
Si parla spesso nei manuali e nei corsi di DPI per proteggere la pelle delle mani, ma mai di specifiche creme di protezione. C’è qualcuno che può dirne qualcosa? Dove posso trovare informazioni?
La risposta a questa domanda deve essere data esclusivamente dopo un attenta valutazione del rischio.

SE specifiche creme sono in grado di ridurre o eliminare specifici rischi ai quali sono sottoposti i lavoratori, personalmente ritengo che si possano considerare tali creme come DPI, ma come già detto deve rientrare nella valutazione dei rischi effettuata e non devono comportare rischi maggiori come rischio allergie o rendere le mani scivolose ecc..

Probabilmente il medico competente è la figura più indicata per indicarle quali siano i rimedi più efficaci.

Postato il 05/12/2017 alle 12:40

Immagine di profilo di Federica Gozzini (fg)
Federica Gozzini (fg)


Voto medio utente:
2,5 
In risposta al messaggio di Giovanna Galimberti:
Si parla spesso nei manuali e nei corsi di DPI per proteggere la pelle delle mani, ma mai di specifiche creme di protezione. C’è qualcuno che può dirne qualcosa? Dove posso trovare informazioni?
Buongiorno, può trovare alcune indicazioni nell’articolo di PuntoSicuro “Difendere la pelle: la corretta pulizia e i prodotti di protezione” che presenta un documento di Suva.

“È consigliato utilizzare speciali prodotti per la protezione della pelle sotto forma di creme, lozioni o schiume, soprattutto nei seguenti casi:
- in ambienti umidi senza pericolo chimico o microbico;
- a contatto con sostanze poco irritanti, ma che sporcano la pelle;
- a contatto con lubrorefrigeranti (se i guanti rischiano di rimanere impigliati in parti mobili o rotanti)”.
Questi alcuni consigli su come usare correttamente questi prodotti:
- “i liquidi di protezione svolgono un’azione preventiva e pertanto devono essere applicati prima di iniziare il lavoro; la protezione dura poche ore;
- i prodotti di protezione devono essere riapplicati dopo aver lavato le mani e dopo ogni pausa;
- la barriera protettiva deve essere il più possibile impermeabile (anche attorno alle unghie, negli spazi tra le dita e nella zona polsi)”. Si sottolinea che la protezione “dura finché il film protettivo non viene asportato”;
- “i prodotti per la protezione della pelle devono poter essere rimossi facilmente con un lavaggio, in modo da poter eliminare la sporcizia e le sostanze dannose. Una caratteristica importante di questi prodotti è il fatto di facilitare la pulizia delle mani;
- i prodotti per la protezione della pelle non devono alterare la superficie degli oggetti manipolati e il loro uso non deve incrementare il pericolo di infortunio. È anche impor tante che siano ben tollerati dalla pelle”.

Queste ulteriori indicazioni sui vari prodotti:
- in commercio “si possono trovare diversi tipi di prodotti; in linea generale i prodotti che servono a formare un film lipidico cutaneo e le cosiddette ‘emulsioni A/O’ (acqua in olio) sono efficaci contro le sostanze idrosolubili, mentre con le sostanze grasse, gli oli e i solventi organici è bene usare le ‘emulsioni O/A’ (olio in acqua). Bisogna osservare le indicazioni del fornitore in merito al prodotto;
- le creme contenenti silicone non sono indicate in determinati settori, in quanto possono portare a una cattiva verniciatura. Non sono neppure indicate per la microelettronica;
- nel caso in cui la profumazione di una crema risultasse non gradita, è bene orientarsi su prodotti non profumati;
- i lavoratori esposti a intensa irradiazione solare o ai raggi UV artificiali e i saldatori devono applicare sulle parti del corpo scoperte una crema con un elevato fattore di protezione solare;
- sul lavoro a volte può essere difficile decidere se sia meglio indossare i guanti di protezione o applicare un prodotto con funzione protettiva. In questi casi è necessario eseguire un’analisi dei pericoli. I prodotti studiati per la protezione della pelle sono utili se la pelle non è aggredita da sostanze nocive, molto irritanti e sensibilizzanti e se è importante preservare la sensazione tattile e la massima destrezza possibile. Spesso, queste forme di protezione si completano a vicenda in maniera ottimale”.

Può approfondire l'argomento leggendo l'intero articolo:
https://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-contenuto-C-6/sorveglianza-sanitaria-malattie-professionali-C-60/difendere-la-pelle-la-corretta-pulizia-i-prodotti-di-protezione-AR-16520/

Postato il 31/01/2018 alle 18:36


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni