Rischio biologico della biancheria degli ospedali

Categoria: Agenti Biologici. Aperta il 10/10/2017 da Luca Ottolini. Messaggi postati: 3.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Luca Ottolini (Otto)
Luca Ottolini (Otto)


Voto medio utente:
n.d. 
Come si può prevenire il rischio biologico per il personale addetto alla spedizione/accettazione della biancheria delle lavanderie che lavorano per gli ospedali?

Postato il 10/10/2017 alle 15:48

Immagine di profilo di Domenico Palumbo (Menico)
Domenico Palumbo (Menico)


Voto medio utente:
3,5 
In risposta al messaggio di Luca Ottolini:
Come si può prevenire il rischio biologico per il personale addetto alla spedizione/accettazione della biancheria delle lavanderie che lavorano per gli ospedali?
D.P.I. = Dispositivi Protezione Individuale
Sorveglianza Sanitari.
Formazione.

Postato il 16/10/2017 alle 20:09

Immagine di profilo di Federica Gozzini (fg)
Federica Gozzini (fg)


Voto medio utente:
2,7 
In risposta al messaggio di Luca Ottolini:
Come si può prevenire il rischio biologico per il personale addetto alla spedizione/accettazione della biancheria delle lavanderie che lavorano per gli ospedali?
Buongiorno, a questa domanda può rispondere l’articolo di PuntoSicuro “Manutenzione dei tessili: i rischi per le attività di carico e scarico” tratto da un recente documento elvetico.
Queste le misure di prevenzione indicate:
- “garantire la consegna della biancheria infetta da parte del cliente con il sistema a doppio sacco ed etichettatura speciale;
- quando si maneggia la biancheria sporca evitare il più possibile di sollevare polvere e germi;
- consegnare la biancheria infetta in sacchi resistenti alla rottura, impermeabili all’umidità e sufficientemente impermeabili ai germi dotati di etichette esterne che ne specificano il contenuto;
- garantire, da parte del cliente, la cernita preliminare, la separazione e la codifica per colore della biancheria ospedaliera”;
- smaltire la biancheria altamente infettiva come rifiuto speciale;
- istruire il personale, anche gli addetti alla spedizione, sulla corretta manipolazione della biancheria infetta”.

Può leggere l'intero articolo a questo link:
http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/settori-C-4/terziario-servizi-C-30/manutenzione-dei-tessili-i-rischi-per-le-attivita-di-carico-scarico-AR-16372/

Postato il 18/10/2017 alle 16:49


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni