Notifica della proroga della scad. del certificato "V07" per le categorie lavoratori fragili, al 31/07/2020

proroga del certificato V07: senza soluzione di continuità?

Categoria: Luoghi di lavoro. Aperta il 16/06/2020 da Giuliana Canepa. Messaggi postati: 1.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Giuliana Canepa (gici)
Giuliana Canepa (gici)


Voto medio utente:
n.d. 
Buongiorno,
la domanda urgente a cui nessuno ha dato ancora risposta, é la seguente:
chi e come provvede formalmente alla notifica della proroga della scad. al 31/07/2020 della certificazione, già ottenuta ad aprile, indicata dal MC ed emessa dal MMG in fase di emergenza COVID-19. La validità sancita dal tardivo DL 34 19/5/2020 è da considerare "senza soluzione di continuità"? ASL non ritiene essere necessario presentare alcuna nuova domanda di valutazione per il riconoscimento della categoria di lavoratore fragile, essendo già stato rilasciato il certificato V07 il 2/4/2020 con scad. 30/04/2020 (domanda da presentare solo per le richieste da maggio); il datore di lavoro chiede un nuovo certificato che indichi la scad.al 31/7/2020 e fino ad allora, considera il lavoratore in assenza da giustificare dal maggio scorso ad oggi.... Il MMG non ritiene di essere autorizzata ad emetterlo pur avendo confermato con un certificato in carta bianca il perdurare (ovvio) delle patologie croniche invalidanti ed aver allegato il verbale di accertamento dell'handicap di cui L.104/92 art.3 comma1 (non grave).
ASL3GE, My INPS risponde, Ministero della salute della cura dei disabili, Sindacati, MMG, MC, non sanno al momento dare una risposta certa e restano in attesa di una delucidazione e Circolare esplicativa sulla attuabilità della norma ormai diventata Legge con il DL 34 del 19/5/2020, sollecitata più volte, su diversi fronti, ma che non è arrivata: e siamo a metà giugno!
Come possono "sanare" la propria posizione i lavoratori che si trovano in questa situazione a causa di un buco formale normativo che renda formalmente e ufficialmente attuabile la tutela di legge?
Urge riscontro e risposta o altre vie certe per ottenerla.
grazie
cordiali saluti.
GiCi

Postato il 16/06/2020 alle 13:22


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni