quale formazione può erogare il rspp

Categoria: Informazione, formazione, addestramento. Aperta il 03/01/2019 da Nicolò Mastrilli. Messaggi postati: 10.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Nicolò Mastrilli (nik_mas)
Nicolò Mastrilli (nik_mas)


Voto medio utente:
3,3 
salve, domanda a cui non ho trovato risposta: se nella mia azienda ho un rspp che ha anche i requisiti da docente, quali corsi posso erogare direttamente come azienda per i miei lavoratori? o meglio: posso erogare formazione base, per preposto e dirigenti e/o per addetti alla conduzione di mezzi di sollevamento( con le dovute precisazioni)?

Postato il 03/01/2019 alle 16:10

Immagine di profilo di Alessandro Capoccia (capoccia.tdp)
Alessandro Capoccia (capoccia.tdp)
Memento audere semper

Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Nicolò Mastrilli:
salve, domanda a cui non ho trovato risposta: se nella mia azienda ho un rspp che ha anche i requisiti da docente, quali corsi posso erogare direttamente come azienda per i miei lavoratori? o meglio: posso erogare formazione base, per preposto e dirigenti e/o per addetti alla conduzione di mezzi di sollevamento( con le dovute precisazioni)?
RSPP e Formatore Qualificato sono due figure distinte che richiedono abilitazioni specifiche.
In merito al Formatore Qualificato i requisiti sono espressi nel D.M. 06 Marzo 2013.

Per i corsi "interni" all'azienda il Datore di Lavoro può figurare come Soggetto Organizzatore dei suddetti corsi; il quale a sua volta si avvale di un Formatore qualificato; si possono erogare tutti i corsi che rientrano nell' Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 (lavoratori, preposti, dirigenti) idem per gli addetti alla conduzione di mezzi di sollevamento (ex Accordo Stato Regioni 22/02/2012). Il Datore di Lavoro può emettere gli attestati (con la sua firma ed il timbro aziendale).

In relazione ai corsi per le attrezzature, se fossero corsi interaziendali, sarebbe necessario un Ente Accreditato oppure un costruttore/rivenditore.

Postato il 08/02/2019 alle 00:17

Immagine di profilo di MARIO CANTONE (marcanto)
MARIO CANTONE (marcanto)
Chi la dura la vince !

Voto medio utente:
2,6 
E' stato detto
" Per i corsi "interni" all'azienda il Datore di Lavoro può figurare come Soggetto Organizzatore dei suddetti corsi; il quale a sua volta si avvale di un Formatore qualificato; ......"

credo che sia sottinteso che per Formatore qualificato ci si riferisca al fatto che ne abbia i requisiti di norma.
quindi mi sorge il dubbio chi possa essere
quindi, posso chiedere cosa si intende per Formatore qualificato ?

Postato il 08/02/2019 alle 19:22

Immagine di profilo di MARIO CANTONE (marcanto)
MARIO CANTONE (marcanto)
Chi la dura la vince !

Voto medio utente:
2,6 
Mi sorge anche altro dubbio:
in che modo, poi, entrano in gioco gli Organismi Paritetici, competenti per territorio

Postato il 08/02/2019 alle 19:25

Immagine di profilo di MARIO CANTONE (marcanto)
MARIO CANTONE (marcanto)
Chi la dura la vince !

Voto medio utente:
2,6 
Rivolgendomi a " Alessandro Capoccia "
avevo chiesto chiarimenti e sollevato dei dubbi, e mi piacerebbe conoscere la tua posizione in merito.
Attendo tuoi chiarimenti.

Postato il 20/02/2019 alle 17:17

Immagine di profilo di SIMONE LARGHI (larsim)
SIMONE LARGHI (larsim)


Voto medio utente:
5,0 
ciao,
per i corsi attrezzature, a fronte di una possibilità normativa di autogestirseli, occorre avere ben chiaro che l'azienda deve accreditarsi in regione, prima di organizzarli. rimane anche la questione della verifica dei requisti dell'esercitatore, che non sempre l'rspp può dimostare.

Postato il 20/03/2019 alle 13:40

Immagine di profilo di MARIO CANTONE (marcanto)
MARIO CANTONE (marcanto)
Chi la dura la vince !

Voto medio utente:
2,6 
In risposta al messaggio di SIMONE LARGHI:
ciao,
per i corsi attrezzature, a fronte di una possibilità normativa di autogestirseli, occorre avere ben chiaro che l'azienda deve accreditarsi in regione, prima di organizzarli. rimane anche la questione della verifica dei requisti dell'esercitatore, che non sempre l'rspp può dimostare.
ciao
Per quanto concerne i corsi per le attrezzature, indichi:
"a fronte di una possibilità normativa"
a quale nello specifico fai riferimento ????

Invece per i corsi per preposto e dirigenti :
supponendo che l'RSPP abbia i requisiti, come norma prevede, per espletare i corsi, non li potrà espletare in assoluta autonomia.
Infatti l'accordo stato regione, deputato al caso, sancisce che il datore di lavoro in tale circostanza di far espletare i corsi in azienda da soggetto terzo, deve:
> comunicarlo agli organismi paritetici, che di loro contro potranno dettare le linee di indirizzo o loro proposte a riguardo.

Resta inteso che tale richiesta di collaborazione opera unicamente in relazione agli organismi paritetici che abbiano i requisiti di legge e che, quindi, siano costituiti nell'ambito di organizzazioni sindacali comparativamente più' rappresentative sul piano nazionale

Postato il 20/03/2019 alle 19:01

Immagine di profilo di SIMONE LARGHI (larsim)
SIMONE LARGHI (larsim)


Voto medio utente:
5,0 
In risposta al messaggio di MARIO CANTONE:
ciao
Per quanto concerne i corsi per le attrezzature, indichi:
"a fronte di una possibilità normativa"
a quale nello specifico fai riferimento ????

Invece per i corsi per preposto e dirigenti :
supponendo che l'RSPP abbia i requisiti, come norma prevede, per espletare i corsi, non li potrà espletare in assoluta autonomia.
Infatti l'accordo stato regione, deputato al caso, sancisce che il datore di lavoro in tale circostanza di far espletare i corsi in azienda da soggetto terzo, deve:
> comunicarlo agli organismi paritetici, che di loro contro potranno dettare le linee di indirizzo o loro proposte a riguardo.

Resta inteso che tale richiesta di collaborazione opera unicamente in relazione agli organismi paritetici che abbiano i requisiti di legge e che, quindi, siano costituiti nell'ambito di organizzazioni sindacali comparativamente più' rappresentative sul piano nazionale
"a fronte di una possibilità normativa a quale nello specifico fai riferimento ????"
all'accorso SR 22/02/2012. tra i soggetti formatori, alla lettera f) riporta anche le aziende utilizzatrici, se accreditate

mi sfugge invece in quale accordo c'è scritto che "gli organismi paritetici, [..] potranno dettare le linee di indirizzo".. non vorrei iniziare una disquisizione terminologica (ci mancherebbe!), ma gli oopp non possono DETTARE proprio nulla.. al limite proporre..

Postato il 25/03/2019 alle 15:57

Immagine di profilo di MARIO CANTONE (marcanto)
MARIO CANTONE (marcanto)
Chi la dura la vince !

Voto medio utente:
2,6 
In risposta al messaggio di SIMONE LARGHI:
"a fronte di una possibilità normativa a quale nello specifico fai riferimento ????"
all'accorso SR 22/02/2012. tra i soggetti formatori, alla lettera f) riporta anche le aziende utilizzatrici, se accreditate

mi sfugge invece in quale accordo c'è scritto che "gli organismi paritetici, [..] potranno dettare le linee di indirizzo".. non vorrei iniziare una disquisizione terminologica (ci mancherebbe!), ma gli oopp non possono DETTARE proprio nulla.. al limite proporre..
L'accordo invece a cui facevo riferimento:
Accordo 25_luglio_2012
parte relativa a "Collaborazione degli organismi paritetici alla formazione"

tale accordo non è altro che una sorta di regolamento degli accordi del 21-12-2011

Postato il 25/03/2019 alle 17:42

Immagine di profilo di SIMONE LARGHI (larsim)
SIMONE LARGHI (larsim)


Voto medio utente:
5,0 
a mio avviso l'importante è che sia ben chiaro il ruolo consultivo e non direttivo degli oopp, in merito alla "collaborazione".

tra l'altro credo giovi ricordare che il Ministero del Lavoro già nel 2015 abbia chiarito come NON sia sanzionabile la formazione organizzata senza la preventiva richiesta di collaborazione agli oopp.

Postato il 26/03/2019 alle 11:48


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni