Coordinamento della sicurezza durante collaudo

Il ruolo del coordinatore della sicurezza durante il collaudo

Categoria: Cantieri temporanei o mobili. Aperta il 03/06/2019 da Giovanni Alfano. Messaggi postati: 2.

Solo gli utenti registrati possono partecipare alla discussione.

Se fai già parte della community di PuntoSicuro effettua il login, altrimenti   Iscriviti adesso

AutoreMessaggio
Immagine di profilo di Giovanni Alfano (giovanni91)
Giovanni Alfano (giovanni91)


Voto medio utente:
1,0 
Buongiorno,

vorrei porvi un quesito in merito all'attività del coordinatore dei lavori durante l'attività di collaudo delle opere.

In particolare, il coordinatore ha responsabilità durante le attività di collaudo delle opere di un appalto pubblico? Si precisa che nel mio caso è stato già fatto un verbale di ultimazione lavori da parte del direttore dei lavori.
Penso che la risposta sia affermativa ma attendo un vostro riscontro per eventuali precisazioni.

Grazie a tutti

Postato il 03/06/2019 alle 09:24

Immagine di profilo di Michele Carloni (michecar)
Michele Carloni (michecar)


Voto medio utente:
n.d. 
In risposta al messaggio di Giovanni Alfano:
Buongiorno,

vorrei porvi un quesito in merito all'attività del coordinatore dei lavori durante l'attività di collaudo delle opere.

In particolare, il coordinatore ha responsabilità durante le attività di collaudo delle opere di un appalto pubblico? Si precisa che nel mio caso è stato già fatto un verbale di ultimazione lavori da parte del direttore dei lavori.
Penso che la risposta sia affermativa ma attendo un vostro riscontro per eventuali precisazioni.

Grazie a tutti
Buongiorno,
per quanto posso capire dalla descrizione sommaria stiamo parlando di opere in Titolo IV (DLgs 81/08).
In questo caso se il PSC redatto per la costruzione tiene conto anche delle attività di collaudo la risposta alla sua domanda è si.
In caso contrario, poiché si è anche ricevuto un verbale di ultimazione lavori, si passa ad operare in regime di art. 26, pertanto il Committente dovrà redigere un DUVRI e valutare quindi i rischi interferenti per la "nuova" attività di collaudo.
In questo modo quindi il CSE viene svincolato formalmente e la responsabilità del coordinamento per la sicurezza torna in capo alla Committente.
Da un punto di vista "operativo" (come il mio) secondo me è preferibile che anche il collaudo venga inserito nelle attività a PSC in quanto opera "conclusiva" e verifica della costruzione; questo produce una continuità delle attività di coordinamento della sicurezza che continuerebbero ad essere gestite dalle stesse figure evitando complicazioni burocratiche (salvo l'eventuale aggiornamento del PSC).
Non so se ho risposto alla sua domanda.
Saluti.

Postato il 03/06/2019 alle 11:03


[<<-] [<-] [1] [->] [->>]

Torna all'elenco delle discussioni