Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Crea PDF

Le catene di fornitura per promuovere la sicurezza in edilizia

Le catene di fornitura per promuovere la sicurezza in edilizia
Redazione

Autore: Redazione

Categoria: Edilizia

28/06/2024

Un documento dell’Agenzia europea EU-OSHA si sofferma sul progetto LIFT-OSH e sul ruolo delle catene di approvvigionamento nella promozione della sicurezza e della salute in edilizia e agricoltura: Focus sul settore delle costruzioni.

Bilbao, 28 Giu – Per migliorare nell’Unione europea il rispetto della normativa e dei regolamenti in materia di sicurezza e salute sul lavoro (SSL), in particolare per le microimprese e le piccole e medie imprese, l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro ( EU-OSHA) ha svolto alcune ricerche da cui è emerso che su tali conformità può incidere anche la cosiddetta catena di approvvigionamento.

 

E un approfondimento su questo aspetto riguarda proprio la possibile promozione della salute e sicurezza facendo leva sul mercato, analizzando, con particolare attenzione ai settori agroalimentare ed edile, le politiche e le strategie che possono influire sulla SSL attraverso la catena di approvvigionamento.

 

Proprio a partire da queste considerazioni, dopo averne già accennato anche in precedenti documenti, l’Agenzia europea ha recentemente pubblicato un nuovo report.

 

Il documento “Supply chains' role in promoting safety and health in construction and agriculture: the LIFT-OSH project” (Il ruolo delle catene di approvvigionamento nella promozione della sicurezza e della salute nell’edilizia e nell’agricoltura: il progetto LIFT-OSH) presenta i risultati del progetto EU-OSHA «Leverage Instruments for OSH» (Lift-OSH) (Strumenti con effetto leva per la salute e la sicurezza sul lavoro) e comprende otto studi di casi provenienti da Danimarca, Irlanda, Estonia, Spagna e Belgio. Il documento elenca, in particolare, le pratiche di leva finanziaria del mercato per contribuire a creare condizioni di lavoro più sicure e più sane.

 

 

Il report è stato curato da Peter Hasle, Wanja Öhler (University of Southern Denmark), Vincent Dupont, Karolien Lenaerts (KU Leuven, Belgium), Annachiara Longoni, Mireia Yter Gimeno (ESADE, Spain), Mark Pagell, Yanbing Chen (University College Dublin, Ireland), Christian Uhrenholdt Madsen (Teamworkinglife, Denmark), Karin Reinhold e Marina Järvis (Taltech, Estonia).

 

Nel presentare il documento ci soffermiamo sui seguenti argomenti:


Pubblicità
Lavoratori Edilizia - Aggiornamento - 6 ore
Corso online di aggiornamento per lavoratori che operano nel settore Edilizia o in attività equiparabili in riferimento ai rischi per la sicurezza e la salute.

 

Catena di approvvigionamento e strumenti di leva basati sul mercato

Il report ricorda che con il termine " catena di fornitura" (supply chain) o “catena di approvvigionamento” si intende una rete di organizzazioni che collettivamente forniscono valore a un cliente o a un utente finale di un sistema. L’immagine della “catena” facilita la visualizzazione dei flussi di beni, informazioni e denaro che si muovono tra i membri della rete.

 

All'interno di questa rete, l'unità più fondamentale di una catena di fornitura è composta dal legame tra due organizzazioni (generalmente un acquirente/cliente e un fornitore/appaltatore) legate da un contratto e dal flusso di beni, denaro e informazioni. E una delle questioni critiche che queste coppie devono affrontare è la gestione della relazione, assicurando che un membro - tipicamente il fornitore o l'appaltatore - fornisca ciò che promette all'acquirente/cliente, sebbene anche gli acquirenti facciano promesse ai fornitori, ad esempio sotto forma di relazioni a lungo termine o di determinati tipi di supporto.

 

Negli studi condotti nell'ambito del progetto Lift Osh dell'Agenzia europea, gli strumenti di leva basati sul mercato sono intesi come pratiche in cui le relazioni economiche sono utilizzabili per migliorare la SSL all'interno di altre aziende della catena di fornitura.

 

E l'obiettivo dei vari casi studio presentati è, infatti, quello di identificare e valutare le possibilità di fare leva per migliorare le condizioni dei lavoratori impiegati dai fornitori.

 

Catena di approvvigionamento nel settore delle costruzioni e sicurezza

Ci soffermiamo oggi sulla governance della catena di fornitura nel settore delle costruzioni.

 

Si ricorda che l'edilizia è uno dei settori più importanti dell'economia europea, ma allo stesso tempo è un settore ad alto rischio caratterizzato da un elevato numero di infortuni, malattie professionali e lavoro precario. E il cantiere è proprio il luogo d'incontro per le interazioni tra acquirente e fornitore nel settore delle costruzioni, dove sia gli acquirenti che i fornitori lavorano insieme a un progetto e devono controllare le condizioni di lavoro e la salute e sicurezza, condizioni e sicurezza che cambiano continuamente con l'avanzamento del processo di costruzione.

 

Nel documento è presente un elenco (tramite una tabella) delle possibili “leve di mercato” utilizzabili per migliorare la SSL nel settore. Pratiche che nella maggior parte si presentano in forma ibrida, con elementi sia contrattuali (relativi ad un insieme formale di regole) che relazionali.

 

Il documento presenta alcune utili indicazioni e suggerimenti.

 

Ne riprendiamo alcune:

  • i committenti pubblici e gli altri professionisti del settore edile possono essere i promotori di un cantiere più sicuro e salubre svolgendo un ruolo attivo a partire dalla gara d'appalto, dall'approvvigionamento e da tutto il processo di costruzione;
  • i servizi di consulenza possono aiutare i clienti, gli appaltatori principali e i subappaltatori a sviluppare il coordinamento e la collaborazione, suggerendo pratiche di collaborazione e l'applicazione di strumenti di coordinamento. I coordinatori della sicurezza nelle costruzioni svolgono un ruolo di primo piano in questo ambito, in quanto sono obbligatori in tutti i cantieri europei con più appaltatori nello stesso sito e possono fungere da collegamento tra i servizi di consulenza esterni e i lavoratori del cantiere;
  • le politiche e i requisiti relativi alla formazione e alle certificazioni relative alla sicurezza dei lavoratori edili potrebbero essere armonizzati in tutta l'UE, evitando così ripetizioni e creando spazio per una formazione più approfondita e specializzata;
  • le micro e piccole imprese appaltatrici possono avere difficoltà relative all'aumento dei requisiti formali per le procedure di gestione della SSL. Programmi mirati per queste imprese sono importanti per garantire che anche loro possano sviluppare luoghi di lavoro più sani e sicuri;
  • nelle imprese lo sviluppo di buone relazioni sociali collaborative è fondamentale per la sicurezza e la salute in cantiere. I premi e il riconoscimento delle buone pratiche sono promotori della sicurezza più forti delle sanzioni.

 

Rimandiamo alla lettura integrale del documento che si sofferma anche sulla governance della filiera nel settore agro-alimentare.

 

L’indice del report EU-OSHA

Riportiamo, in conclusione, l’indice del report “Supply chains' role in promoting safety and health in construction and agriculture: the LIFT-OSH project”.

 

Executive summary

 

1 Introduction

 

2 Background

2.1 Supply chain management – definitions

2.2 Supply chain governance practices - definitions

 

3 Methodology

3.1 Overall design

3.2 Case selection

Search for best cases

Criteria for case selection

3.3 Data collection methods

3.4 Document collection

Interviews

On-site observation

3.5 Data analysis

 

4 Construction

4.1 Introduction

Business structure

Working Conditions and OSH in the construction sector

Market leverage in construction supply chains

Contractual governance

Relational governance

Four case studies in the construction sector

4.2 Client-led OSH management

Examples of ‘client-led OSH management’

Reactions from main and subcontractors

Feasibility of client-led OSH management

4.3 Workplace notions of safety culture

Concrete workplace-level instruments and practices

Migrant workers and safety culture

Feasibility of safety culture efforts

4.4 Subcontractor assessment – you can’t manage what you don’t measure

Concrete workplace-level instruments and practices

Assessment during the project

Feasibility of subcontractor assessment

4.5 Carrots and Sticks – hybrid governance provide both incentives and penalties for compliance

Why hybrid governance is used

Formal subcontractor awards

Supply chain finance

Penalties

Feasibility of financial rewards and penalties

4.6 The role of OSH training in construction

Training before the start of work

During the work

Feasibility of OSH training

4.7 The role of communication of OSH in construction sites

Communication channels

Types of communication

Feasibility of communication of OSH

4.8 Conclusion and policy pointers

Contractual governance and safety in the construction sector

Relational governance and safety in the construction sector

Future research

Policy pointers

 

5 Agrifood

5.1 Characteristics of the European agri-food industry and sample description

The agri-food supply chain structure and dynamics

Working conditions and OSH in the agri-food sector

5.2 Contractual governance in agri-food context

Contractual governance in sustainable supply chain management

Contractual governance and OSH-related concerns

Contractual governance

OSH requirements from the focal firm

Certification’s requirements and audits from the focal firm

Feasibility of contractual governance

Feasibility of certification

5.3 Relational governance in agri-food context

Long-term buyer-supplier relationship

Buyer-supplier collaboration

Personal relationship and informal communication

Supply chain flexibility

Training and technical assistance for small suppliers

Feasibility of relational governance

5.4 Conclusion

Contractual and relational governance to counterbalance industry pressures

Controversial role of contractual governance

Long-term relationships as market leverage for working conditions and OSH

CoC, certification and audits as market leverage

Future developments

 

6 Market leverage instruments across the industries: comparing and contrasting agri-food and construction

6.1 Relational Governance

6.2 Contractual Governance

6.3 Limited transferability between industries

 

7 Cross-sectoral conclusions

7.1 Context

7.2 Conclusions for policy

Policy pointers

7.3 Conclusions for managers – what works?

 

References

 

Annex A: Description of cases

Annex B: The interview thematic plans

Interview guide for managerial representatives from suppliers

Interview guide for agri-food procurement representatives

Interview guide for worker’ representatives

Interviews with Stakeholders

Annex C: Case Reports

Agri-Food Case 1, Denmark

Agri-Food Case 2, Ireland

Agri-Food Case 3, Estonia

Agri-Food Case 4, Spain

Construction Case 1, Denmark

Construction, Case 2, Ireland

Construction, Case 3, Estonia

Construction, Case 4, Belgium

 

 

RTM

 

 

 

Scarica il documento da cui è tratto l'articolo:

Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, “Supply chains' role in promoting safety and health in construction and agriculture: the LIFT-OSH project”, Report, a cura di Peter Hasle, Wanja Öhler (University of Southern Denmark), Vincent Dupont, Karolien Lenaerts (KU Leuven, Belgium), Annachiara Longoni, Mireia Yter Gimeno (ESADE, Spain), Mark Pagell, Yanbing Chen (University College Dublin, Ireland), Christian Uhrenholdt Madsen (Teamworkinglife, Denmark), Karin Reinhold e Marina Järvis (Taltech, Estonia) - edizione 2024.

 


Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Pubblica un commento

Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.

Pubblica un commento

Banca Dati di PuntoSicuro


Altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM di PuntoSicuro

Quesiti o discussioni? Proponili nel FORUM!