Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

24/09/2015: Salute e sicurezza, ok del governo al disegno di legge per la ratifica di due convenzioni Ilo

Prevenire gli infortuni e le malattie professionali attraverso la piena partecipazione di tutte le parti interessate

Su proposta del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni, il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge per la ratifica e l’esecuzione di due convenzioni dell’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) sulla salute e la sicurezza sul lavoro. Si tratta della Convenzione 155 del 1981, con il conseguente protocollo di Ginevra del 22 giugno 2002, e della Convenzione 187 del 2006.
 
Un’azione progressiva e coordinata. Gli obiettivi fondamentali degli strumenti per i quali il governo italiano chiede la ratifica al Parlamento riguardano la prevenzione di infortuni e malattie professionali e la creazione di un ambiente di lavoro sempre più sicuro e salubre mediante un’azione progressiva e coordinata, sia a livello nazionale che a livello di impresa, con la piena partecipazione di tutte le parti interessate.
 
Previsti interventi in quattro ambiti. Gli interventi previsti toccano, in particolare, quattro ambiti: la formazione, l’attuazione e revisione periodica di una politica nazionale coerente in materia di salute e sicurezza dei lavoratori e degli ambienti di lavoro, la promozione del dialogo sociale mediante la partecipazione, la collaborazione e la cooperazione piena e a tutti i livelli dei datori di lavoro, dei lavoratori e delle rispettive organizzazioni, e la diffusione delle conoscenze.
 
Negli ultimi 90 anni ne sono state ratificate 113. A partire dal 1923, quando fu data esecuzione a tre Convenzioni del 1919 sul lavoro notturno delle donne e dei fanciulli e sulla disoccupazione, l’Italia ha ratificato 113 Convenzioni dell’Ilo. Le ultime due, in ordine di tempo, sono quelle sul lavoro marittimo (2006) e sui lavoratori domestici (2011), entrambe ratificate dal nostro Parlamento nel corso del 2013.
 
Fonte: INAIL

19/01/2015: Fondo di sostegno per le famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro


19/01/2015: I biocidi: interventi in caso di incidenti da uso improprio


19/01/2015: Grande successo per il Convegno sulla comunicazione come strumento di prevenzione


16/01/2015: “Casa Shock”, in arrivo a Padova lo spettacolo comico che parla di sicurezza


16/01/2015: Fondimpresa: al via l'opzione 80% per la formazione dei lavoratori


15/01/2015: L’impegno di Giorgio Napolitano per la difesa della salute e della sicurezza dei lavoratori


15/01/2015: Il sostegno di EU-OSHA all’Anno europeo per lo sviluppo 2015


15/01/2015: Legge di Stabilità 2015: le principali novità e le iniziative dell’ANMIL


14/01/2015: Tessile e abbigliamento, nel quinquennio 2009-2013 incidenti in calo di oltre un terzo


14/01/2015: Cos’è il radon: sicurezza ed igiene degli edifici


13/01/2015: Per i sette morti del rogo nella ditta cinese di Prato condanne fino a otto anni e otto mesi


13/01/2015: La salute e la sicurezza del bambino


12/01/2015: Canne fumarie e camini: tecniche costruttive e pericoli


12/01/2015: Scale portatili e sgabelli


09/01/2015: La casa e i suoi pericoli


09/01/2015: Chiude per “l’indifferenza” l’Osservatorio Indipendente di Bologna dei morti sul lavoro


08/01/2015: Danno biologico tra criticità e prospettive: è online il Quaderno di ricerca Inail


07/01/2015: Schema di attestazione del tirocinio propedeutico all’esame di abilitazione per l’iscrizione nell’elenco nominativo degli esperti qualificati


29/12/2014: Consiglio dei Ministri: approvato il nuovo decreto legge “Milleproroghe”

Consiglio dei Ministri: approvato il nuovo decreto legge “Milleproroghe”


29/12/2014: Istruzioni operative per la formazione dei lavoratori addetti alla condizione dei trattori agricoli o forestali

Istruzioni operative per la formazione dei lavoratori addetti alla condizione dei trattori agricoli o forestali


108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118