Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

22/12/2020: Safety in healthcare: un portale per i Rls in sanità nel post Coronavirus

Nel webinar conclusivo è stato presentato il sito, nato dal progetto omonimo scaturito dall’Avviso pubblico formulato nel 2015 dalla Direzione centrale prevenzione dell’Inail per valorizzare la figura del Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

ROMA - Dall'11 dicembre i Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) in sanità hanno uno strumento in più per informarsi, aggiornarsi, dibattere. E per arricchire, specialmente in questa fase di emergenza sanitaria da Covid-19, il materiale già presente con dati di prima mano e informazioni dirette, che opportunamente rielaborate, potranno poi essere messe a disposizione di tutta la comunità professionale con l’obiettivo di prevenire infortuni lavorativi e migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Si possono riassumere così le circa due ore del webinar finale del progetto “Safety in Healthcare - Portale di autoapprendimento per Rls in ambito sanitario”, che si è tenuto giovedì 10 dicembre 2020.

Un progetto nato dall’Avviso pubblico emanato dall’Inail nel 2015. Il progetto fa parte dell’accordo di collaborazione tra Inail - Direzione centrale prevenzione e C.h.i.c.o. (Cluster of health innovation and community) Innovative Lazio, e, come per gli altri 13 progetti approvati, è stato realizzato a seguito dell’Avviso pubblico lanciato dalla Direzione nel 2015. L’obiettivo era quello di raccogliere manifestazioni di interesse per accordi in materia di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e per mettere in rete e diffondere esperienze e buone pratiche poste in essere dai Rls in settori ritenuti ad alto rischio infortunistico come l’edilizia, l’agricoltura, la sanità.

De Nicola: “Dall’Istituto supporto professionale e finanziario ai progetti”. È stato il vicario della Direzione centrale prevenzione, Tommaso De Nicola, a ripercorrere le tappe e a fare il punto su questa iniziativa, che ha visto la struttura Inail giocare un ruolo di primo piano nell’assistenza tecnica ai partner di progetto. Un supporto che è stato professionale e finanziario, con la messa a disposizione di 3 milioni di euro in regime di co-finanziamento, e individuando nel Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza il soggetto destinatario dell’attività di informazione. “Il progetto Safety in Healthcare - ha affermato De Nicola - ha contribuito alla costruzione di una rete nazionale in grado di favorire la raccolta e la diffusione di esperienze in diversi contesti lavorativi, con l’obiettivo di rafforzare le conoscenze degli stessi Rappresentanti in una logica di collaborazione”.

Collaborazione per approccio olistico alla prevenzione, soprattutto durante la crisi sanitaria. “Questa esigenza di collaborazione - ha proseguito - appare ancora più accentuata nella presente fase emergenziale: secondo i primi dati provvisori pubblicati dall’Inail per i primi dieci mesi del 2020, il settore “Sanità e assistenza sociale” si distingue per il forte incremento delle denunce di infortunio in occasione di lavoro. I due terzi di esse hanno riguardato il contagio da Covid-19: +117% da gennaio ad ottobre 2020 (dai 23mila casi del 2019 ai 50mila del 2020), con punte di oltre il +500% a marzo (da 2.400 a 14.700 casi) e del +450% ad aprile (da 2.100 a 11.900 casi) nel confronto tra il 2020 e il 2019. Tra giugno e agosto si è assistito, invece, a un’inversione di tendenza, con decrementi compresi tra il -6% e il -17%. A settembre 2020 si è poi rilevata una ripresa pari al +9%, con aumenti che a ottobre sono tornati ad essere preoccupanti (+202%, da duemila a seimila casi)”. In questo scenario - ha concluso De Nicola – “l’Inail continua a svolgere il proprio ruolo di informazione, formazione, sostegno anche finanziario al sistema, testimoniando che un approccio integrato ed olistico alla prevenzione esprime al meglio il concetto di “rete”, in grado di sviluppare qualità e competitività”.

Dagli aderenti al progetto alla comunità più ampia dei Rls. A illustrare le finalità del progetto e la strutturazione del portale, frutto di 24 mesi di lavoro, sono intervenuti, per il cluster C.h.i.c.o., il presidente, Fabio Miraglia, e il segretario generale, Sara Pisano, che ha anche moderato tutta la sessione del webinar.  Per Miraglia, “è stato esaltante accettare la sfida proposta dall’Inail, raccogliendo i 45 soggetti che hanno aderito. Oggi si chiude la fase di progettazione, ma si apre quella di attivazione.  Il portale deve produrre risultati, condividendo tecniche, conoscenze, esperienze, andando al di là dei primi aderenti per raggiungere a cascata una comunità più vasta e migliorare la cultura della prevenzione”.  

Sul portale disponibili anche informazioni su Covid-19. Strutturato in varie sezioni, il portale ospita in home page l’indicazione dei partners, le strutture aderenti, le news e gli eventi, la modulistica e i questionari di autovalutazione, i links e le faq. Il valore aggiunto, ha sottolineato Pisano, è dato dall’area riservata, dove i Rls possono accedere per condividere dati e informazioni. Nella Community gli utenti interagiscono inviando e ricevendo messaggi, iniziando discussioni, commentando e suggerendo argomenti. Un’altra specificità è data dal motore di ricerca interno, in grado di affinare e fornire aggiornamenti su compiti del Rls e del Rspp, rischio biologico, radiazioni, malattie professionali, Covid-19. “Safety in healthcare” è anche una app mobile, disponibile su diversi store, con le stesse funzioni del portale disponibili per gli smartphone.

Con l’applicativo Inail CO&SI si può calcolare il costo della non sicurezza. Del costo nascosto degli infortuni sul lavoro ha parlato Giuseppe Morinelli, professionista della Consulenza statistico attuariale dell’Inail, soffermandosi specificamente sul software CO&SI (costi e sicurezza). Sviluppato per stimare i costi legati alla non sicurezza e per assistere le imprese, soprattutto le piccole e medie, che spesso non hanno percezione dei costi connessi all’evento lesivo, l’applicativo intende aiutarle nella determinazione delle spese sostenute per assicurare il rischio di infortunio e di malattia professionale. L’algoritmo di calcolo utilizza i dati dell’azienda e quelli disponibili nelle banche dati Inail per stimare il costo delle misure di prevenzione e protezione, quello assicurativo e quello sorto dal verificarsi degli eventi infortunistici o che si genererebbe in caso di incidente.

La voce dei Rls in sanità: auspicati coinvolgimento e superamento delle criticità. Da ultimo, è stata data la parola ai Rls con gli interventi di due operatori di strutture sanitarie romane, Giorgio Marcelli (Ospedale Cristo Re) e Antonella Soriani (Ifo). Per Marcelli, “la salute e sicurezza sul lavoro sono diritti irrinunciabili e bisogna fare ogni sforzo per poterli garantire, attraverso il maggiore coinvolgimento degli attori della prevenzione, l’implementazione e il miglioramento di Sgsl in linea con la norma Iso 45001, la partecipazione e la formazione dei lavoratori”. Le criticità del rapporto tra i servizi di prevenzione delle Asl e i Rls sono state invece sottolineate da Soriani, secondo la quale vanno superate con un maggiore accesso ai documenti, orientamenti più specifici, facilitatori per la ricerca di informazioni e di documentazione, collegamenti più efficaci con le Regioni.
 

04/07/2022: Presentazione del Rapporto Rifiuti Speciali 2022 ISPRA

Il rapporto e la sintesi dei dati.


01/07/2022: Covid-19: l’accordo sull’aggiornamento del protocollo per i luoghi di lavoro

Il 30 giugno è stato siglato il nuovo Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro. Il Protocollo aggiorna e rinnova i precedenti accordi.


27/06/2022: Il progetto “Gli ScacciaRischi: le olimpiadi della prevenzione”

Il Campus dalla Bocconi ha ospitato la cerimonia finale del contest nazionale “Valore Pubblico: la pubblica amministrazione che funziona”, nato con l’obiettivo di rilanciare il ruolo e l’efficacia dell’azione pubblica come leva di ripartenza per l’intero sistema Paese


23/06/2022: Come affrontare gli effetti del cambiamento climatico

Il clima non è più stabile, le temperature sono in aumento e le piogge sono brevi e spesso intense ma la vegetazione arborea può venirci incontro con soluzioni in grado di combattere il cambiamento climatico


21/06/2022: Menzione speciale per le “Belle storie Inail”

L’iniziativa che si è svolta a Milano presso il Campus Sda Bocconi School of Management, alla presenza del ministro per la PA, Renato Brunetta, intende favorire l’innovazione e la modernizzazione nel settore pubblico valorizzando le buone pratiche


15/06/2022: Valutazione del rischio associato all’esposizione a contaminanti multipli

Elementi metodologici per una valutazione, con particolare riferimento alla popolazione residente in aree di particolare rilevanza ambientale


08/06/2022: Buone pratiche per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili

Premiati i vincitori della prima edizione del concorso INAIL


31/05/2022: Near Miss. Quale indicatore di esposizione al rischio

Si svolgerà il 10 giugno il convegno gratuito relativo al progetto "Condivido" di ASL e Formedil Cpt Taranto.


30/05/2022: La nuova regola tecnica sulle facciate e le chiusure d’ambito

Seminario gratuito in FAD sincrona l'8 giugno


27/05/2022: Un protocollo per la formazione di insegnanti e studenti sulla sicurezza sul lavoro

Aumentare la consapevolezza del rischio nelle istituzioni scolastiche, a partire dai giovani impegnati nei Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento.


26/05/2022: Uniti per luoghi di lavoro senza rischio di cancro

La settimana europea contro il cancro, che si svolge dal 25 al 31 maggio, mobilita governi, organizzazioni e singoli cittadini nella lotta contro il cancro.


24/05/2022: Affrontare precocemente la salute muscolo-scheletrica

Gli effetti permanenti in una generazione di lavoratori


20/05/2022: Equiparata la formazione in videoconferenza alla formazione in presenza

Approvata in via definitiva la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24/2022 in materia di contrasto al COVID-19. Un articolo indica che la formazione obbligatoria può essere erogata anche a distanza in modalità sincrona.


17/05/2022: L'ipoteca sulla transizione

I motori elettrici dei veicoli sono alimentati da batterie la cui realizzazione prevede la disponibilità di ingenti quantità di sostanze estratte dai giacimenti.


12/05/2022: Forum Sicurezza: un webinar il 16 maggio

Dalla sicurezza della forma alla sicurezza della sostanza


09/05/2022: Gli impatti ambientali delle microplastiche rilasciate dai tessuti

Il nuovo rapporto dell'Agenzia Europea per l'ambiente sulle microplastiche rilasciate dai tessuti esamina in modo dettagliato gli impatti che queste hanno sull'ambiente


04/05/2022: Gli studenti di oggi, i lavoratori di domani

Considerare la salute muscolo-scheletrica nel lungo periodo


03/05/2022: Soluzioni emergenti per la sicurezza del lavoro negli stabilimenti di processo

Un seminario online che presenta i risultati ottenuti nelle ricerche svolte in collaborazione da Inail, Università e Cnr sulla realtà immersiva e lo sviluppo di sensori chimici indossabili


02/05/2022: Primo maggio, presidente e direttore generale dell’Inail alla Festa del Lavoro al Quirinale

Franco Bettoni e Andrea Tardiola hanno partecipato alla celebrazione con il Capo dello Stato e i più alti rappresentanti istituzionali.


02/05/2022: 1 maggio: non può esserci festa se cresce strage sul lavoro

Le testimonianze sono un antidoto efficace


1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11