Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

 08/03/2018: Rendere la salute e la sicurezza sul lavoro delle donne una priorità quotidiana

I rischi e le loro implicazioni per le donne nel quadro della gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SSL), con particolare riguardo alle lavoratrici meno giovani.

In occasione della Giornata internazionale della donna, l’8 marzo, l’EU-OSHA richiama l’attenzione sui rischi e sulle loro implicazioni per le donne nel quadro della gestione della salute e della sicurezza sul lavoro (SSL), con particolare riguardo alle lavoratrici meno giovani.

 

Le differenze di genere nel contesto professionale possono influenzare negativamente il benessere sul lavoro delle donne a causa dell’assenza di prospettive di carriera. Inoltre, durante tutto l’arco della vita lavorativa le donne in generale, e più specificamente quelle più anziane, sono esposte a rischi diversi da quelli affrontati dalle controparti maschili. 

 

Le donne seguono percorsi professionali spesso caratterizzati da una minore mobilità e tendono a rimanere in posizioni di grado inferiore, avendo quindi maggiori probabilità di svolgere le stesse mansioni per periodi di tempo più prolungati e di eseguire attività ripetitive. Per evitare i rischi, gli infortuni e i problemi di salute che le donne affrontano sul lavoro è necessaria una migliore gestione della SSL.

 

L’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE) porta avanti un’iniziativa per diffondere la tolleranza zero verso le molestie sessuali e la violenza di genere sul lavoro. L’EU-OSHA ha firmato questa dichiarazione congiunta  delle agenzie dell’UE a favore della salute, della sicurezza e del benessere di tutti i lavoratori sulla base del principio della parità di genere e di trattamento sul lavoro.

 

Per saperne di più, leggi l’articolo pubblicato nel nostro blog in occasione della Giornata internazionale della donna

 

Trova informazioni sulla parità di genere nel quadro del pilastro europeo dei diritti sociali

 

Fonte: Eu-Osha

 


Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

14/12/2018: Albo Nazionale Gestori Ambientali: categoria 1

Chiarimenti della circolare n.15 del 07/12/2018 per iscrizione in alcune sottocategorie


13/12/2018: Il nuovo schiavismo e gli incidenti sul lavoro

Le nuove frontiere del giornalismo nel web-doc di due giovani autori, vincitori del premio Di Donato. Parlano i fantasmi del lavoro nero che miete vittime di cui non si conosce l'identità


12/12/2018: OiRA: una nuova infografica per gli acconciatori

Prova lo strumento OiRA destinato al settore degli acconciatori a livello nazionale


11/12/2018: Albo Nazionale Gestori Ambientali: chiarimenti

Nomina del Responsabile Tecnico per la categoria 10: i chiarimenti della circolare n.152 del 07/12/2018


10/12/2018: Prevenzione del rischio occupazionale da radiazione solare

Un convegno gratuito a Modena il 19 dicembre


07/12/2018: Gdpr e imprese extra Ue

Avviate a consultazione le Linee guida approvate dai Garanti Europei sull’ambito di applicazione


06/12/2018: Il difficile cammino del giornalista d'inchiesta.

Intervista a Marco Menduni, l'inviato che ha vinto il premio giornalistico Di Donato andando sui luoghi del lavoro che uccide.


05/12/2018: DL semplificazioni: abolizione Sistri dal 2019?

La qualifica di 'rifiuto' si potrà stabilire caso per caso


04/12/2018: Recipienti a pressione per trasporto di GPL

UNI EN 12493:2018 “Attrezzature e accessori per GPL - Recipienti a pressione di acciaio saldato per cisterne per trasporto su strada di GPL - Progettazione e fabbricazione”


03/12/2018: Accordo di collaborazione tra Inail e ATS

Progetto “Informazione e sviluppo della cultura della prevenzione per RLS"


[|«] [«] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [»] [»|]