Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

21/04/2016: Rapporto annuale della Toscana: meno incidenti ma più tecnopatie

Pubblicato dall’Inail il “Rapporto annuale regionale 2014 – Toscana” che riporta in sintesi l’andamento dei dati relativi a infortuni e malattie professionali.

 
Riportiamo alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Toscana”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.
 
Sintesi dei fenomeni rilevanti
Il rapporto regionale Toscana 2014 presenta in sintesi l’andamento dei dati statistici relativi al portafoglio gestionale dell’Istituto, agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali. Tra i temi rilevanti rientrano anche le attività di cura e riabilitazione, quelle di controllo del rapporto assicurativo, le attività di prevenzione e gli incentivi per la sicurezza. Nella parte finale, le schede monografiche presentano i principali progetti realizzati a livello territoriale.
Nel 2014 risultano attive circa 290 mila posizioni assicurative territoriali relative alla gestione industria e servizi, pari a circa il 7,5% delle posizioni assicurative censite dall’Inail a livello nazionale, con una moderata riduzione rispetto al 2013 (-0,6%). Le masse salariali denunciate soggette a contributo Inail ammontano a oltre 21 miliardi di euro, corrispondenti al 6,3% del dato nazionale, importo sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente.
Diminuiscono gli importi dei premi accertati e incassati che, nel 2014, rappresentato circa il 6,7% del totale.
I dati delle indennità relative agli infortuni mostrano un andamento decrescente, con una costante e significativa riduzione.
Rilevante risulta il dato sugli indennizzi in capitale per le malattie professionali: più del 16% degli oltre 11 mila indennizzi vengono erogati in Toscana.
In costante diminuzione appaiono le rendite gestite dall’Inail, mentre sono in aumento quelle di nuova costituzione (+9,5% rispetto al 2012).
 
Prosegue l’andamento decrescente del numero di infortuni denunciati sia a livello regionale sia nazionale. In Toscana sono state registrate oltre 52 mila denunce nel 2014 con una diminuzione del 4,2% rispetto all’anno precedente e del 9,8% rispetto al 2012.
Gli infortuni riconosciuti sul lavoro sono oltre 36 mila (-9% nel triennio), dei quali 5.093 (l’8,3%) avvenuti in itinere. I casi di infortunio con esito mortale nel 2014 sono stati 53 rispetto ai 695 riconosciuti a livello nazionale.
Gli infortuni sul lavoro hanno causato circa 1 milione e 100 mila giornate di inabilità con costo a carico dell’Inail, che rappresentano il 9% del dato nazionale.
 
Le malattie professionali denunciate in regione nel 2014 sono state 7.681, con un incremento (+30,4%) nel triennio maggiore di quello registrato a livello nazionale (+23,9%). L’Inail ha riconosciuto la causa lavorativa in 3.505 casi, pari al 16,1% del dato nazionale. I lavoratori deceduti per malattia professionale sono stati 183, in diminuzione rispetto al 2012.
Nel 2014 l’Inail ha erogato oltre 111 mila prestazioni per “prime cure”, con una flessione del 3% rispetto all’anno precedente, ma in crescita rispetto al 2012 (+20%).
In costante diminuzione risulta la spesa per acquisto e produzione di protesi, ortesi e ausili a livello regionale: da poco più di 5 milioni di euro nel 2012 a 4,5 milioni di euro nel 2014, con un decremento del 14%.
 
Le attività svolte dall’Inail in tema di accertamenti ispettivi, inquadrate in un processo di controllo e valutazione del rischio, hanno consentito nel 2014 di verificare in Toscana 1.794 aziende; di queste, 1.591 sono risultate non regolari. Complessivamente, i premi omessi accertati ammontano a circa 8 milioni e 700 mila euro (-9,8% rispetto al 2013).
Nel 2014 sono state accolte 4.330 istanze di riduzione del tasso per meriti di prevenzione, corrispondenti a un minor importo del premio pagato di 24 milioni di euro. A fronte delle 11.572 richieste, sono stati erogati 8.547 servizi di omologazione e certificazione, con un fatturato complessivo di circa di 1 milione e 200 mila euro.
 
Sommario
 
Nota metodologica – Dati rilevati al 31 ottobre 2015.
Indice delle tabelle
Sintesi dei fenomeni rilevanti
1. La situazione nel mondo del lavoro nei dati Inail
2. Infortuni
3. Malattie professionali
4. Cura, riabilitazione, reinserimento
5. Azioni e servizi
6. Schede monografiche
6.1. Master di primo livello in “Ergonomia dell’ambiente, dei prodotti e dell’organizzazione”
6.2. Documento valutazione rischi e microimpresa in agricoltura
6.3. La cucina e l’accoglienza diventano SuperArte 2
6.4. Ricostruire Sicuro
6.5. Diffondere la conoscenza e la consapevolezza dei rischi geologici. Sfruttare la conoscenza, l’innovazione e l’educazione per sviluppare la cultura della sicurezza geologica nelle scuole
6.6. Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell’artigianato e dell’agricoltura
6.7. Salute e sicurezza sul lavoro, una questione anche di genere
6.8. Implementazione del Sistema della gestione della sicurezza sul lavoro (Sgsl) rivolto a piccole e medie imprese edili
6.9. Attivazione del progetto sperimentale di riabilitazione e “Skin care” delle cicatrici da ustione termica e chimica presso il Cpdr Inail Toscana
Glossario
 
 
 
 
Fonte: Inail

11/07/2017: Un commento a caldo sul rapporto annuale INAIL 2016

Il commento di ANMIL


10/07/2017: Rapporto controlli ambientali del SNPA – AIA/SEVESO

Il primo documento di sistema che rendiconta le attività di controllo svolte


07/07/2017: Applicativo web a supporto del Risk Assessment per le attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati

Un seminario gratuito a Roma il 13 luglio.


06/07/2017: Relazione annuale Inail: nel 2016 flessione degli infortuni mortali sul lavoro

Sostanzialmente stabili le denunce di infortunio registrate, ma calano del 12,7% i casi mortali accertati


05/07/2017: Autorizzazione Integrata Ambientale: aggiornamento

Modificati i criteri per la definizione degli importi delle garanzie finanziarie. In vigore dal 4 luglio 2017.


04/07/2017: La tutela dal fumo passivo negli spazi confinati o aperti

Gli spazi non regolamentati dalla Legge 3/2003 art.51 (Legge Sirchia) e successive modificazioni


03/07/2017: Verso ambienti di lavoro adatti agli anziani in Europa

Una prospettiva su lavoro e invecchiamento che considera l’intero arco della vita sviluppata dalle agenzie dell’UE


29/06/2017: Perché una nuova UNI EN ISO 14001?

Una brochure dell'UNI.


28/06/2017: Salute e sicurezza, il contributo della ricerca Inail per la partecipazione attiva dei lavoratori

Le esperienze del passato, le attività del presente e le nuove sfide legate ai cambiamenti del mondo del lavoro.


27/06/2017: Sostanze chimiche - ambiente e salute

Disponibili i bollettini di informazione “Sostanze chimiche - ambiente e salute”, relativi all'anno 2017


26/06/2017: Lavori sotto tensione: pubblicato il Decreto rettificato

Nuovamente pubblicato il Decreto direttoriale n. 46 dell'1 giugno 2017


23/06/2017: Relazione Osha 2016: celebrare i risultati e pianificare per il futuro

Le attività principali svolte nel 2016 da Eu-Osha


22/06/2017: SISTRI: Ultimi aggiornamenti

Aggiornamento Sezione Documenti e Iscrizione degli operatori transfrontalieri.


21/06/2017: Piano nazionale per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica

Un documento che mira a sviluppare gli indirizzi strategici previsti.


20/06/2017: Segnali elettrici dai muscoli: prevenzione delle patologie di lavoratori e musicisti

La prevenzione di patologie occupazionali di lavoratori dell’industria e di musicisti


16/06/2017: Sicurezza sul lavoro in agricoltura

Un quadro aggiornato della sicurezza sul lavoro in agricoltura: la risposta normativa sembra è efficace?


15/06/2017: Bando ISI: Seconda fase

Finanziamenti alle imprese.


13/06/2017: Rischio alte temperature nei cantieri

Alcune utili indicazioni.


13/06/2017: Lavori sotto tensione: adottato l'elenco dei soggetti abilitati e dei formatori

Il Decreto direttoriale n. 46 del 1 giugno 2017


12/06/2017: Direttiva Macchine: elenco delle norme tecniche armonizzate

Comunicazione della Commissione nell’ambito dell’applicazione della direttiva 2006/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alle macchine e che modifica la direttiva 95/16/CE


67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77