Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

09/05/2018: Progetto per migliorare la formazione dei lavoratori addetti alle operazioni di asfaltatura

Si è tenuta presso la Sede INAIL di Belluno un conferenza stampa per la presentazione del progetto.

Ha aperto l’incontro Danilo De Zaiacomo, Direttore del CFS (Centro Formazione per la Sicurezza di Sedico) illustrando le motivazioni che hanno portato alla presentazione del progetto: l'attività edile sta registrando timidi segnali di ripresa nella provincia di Belluno, che potrebbero aumentare decisamente con l'avvicinarsi dei Mondiali di sci di Cortina nel 2021. Tale manifestazione sarà importante per la provincia e per l’intera regione Veneto perché sulla direttrice verso la montagna Ampezzana si apriranno inevitabilmente cantieri stradali per adeguare l'odierna fragile rete viaria alla mole di traffico che dovrà sostenere. Per questo motivo il CFS di Sedico (BL) aveva presentato un progetto rivolto ai lavoratori del settore attraverso la manifestazione d’interesse INAIL Veneto 2017. L’accordo è stato firmato il 20 dicembre scorso, mentre le attività sono iniziate a gennaio. L’accordo che vede tra i partner anche l’ANCE di Belluno e SITEB, Associazione Italiana Bitume Asfalto Strade, ha lo scopo di definire delle buone pratiche per un corretto uso delle macchine per la stesa del conglomerato bituminoso. La normativa sull’utilizzo in sicurezza delle macchine specifiche per l’asfaltatura delle strade è abbastanza carente, pertanto si è deciso di realizzare questo progetto per approfondire la materia e realizzare delle buone pratiche che potranno poi assurgere a buone prassi, se convalidate dalla Commissione consultiva permanente del Ministero del Lavoro ex art. 6 d.lgs.81/08. In quest’ottica, il progetto sarà applicabile ai cantieri stradali in generale, con attenzione anche alle specifiche caratteristiche dei lavori stradali a quote elevate.

E’ intervenuta la dott.ssa Daniela Petrucci che ha illustrato ai presenti la politica dell’Istituto in tema di prevenzione con gli sconti premiali, i bandi ISI e i progetti di prevenzione. Ha inoltre colto l’occasione per definire il nuovo ruolo dell’Istituto nella presa in carico globale del lavoratore infortunato fino al reinserimento lavorativo. Sono state fornite alcune informazioni e dettagli sulle statistiche infortunistiche dell’INAIL con l’indicazione dell’andamento degli infortuni degli ultimi anni, nello specifico settore della cantieristica stradale. In relazione al progetto presentato è stato sottolineato come in un cantiere stradale al rischio della specifica attività lavorativa si aggiunge il rischio derivante dalla circolazione stradale.

Ha preso la parola poi Antonio Olivotto dell’ANCE – Confindustria Belluno Dolomiti che ha illustrato le problematiche del lavoro in cantiere, luogo di lavoro temporaneo e mobile con tutti i rischi di un luogo di lavoro e contemporaneamente della strada. L’ANCE e le aziende affiliate hanno fortemente voluto questo progetto perché vorrebbero che la sicurezza diventasse patrimonio comune di tutte le aziende del territorio che concorreranno agli appalti per i lavori stradali in provincia di Belluno, per poi essere estesa a tutti i lavoratori.

Vincenzo Son, Vicepresidente dell’organismo paritetico di parte sindacale, ha sottolineato l’importanza della sicurezza e della salute dei lavoratori perché il bilancio degli infortuni mortali e gravi debba essere portato ad un numero vicino allo zero.

Dario Pietro Tonin, presidente del CFS ha sottolineato l’importanza della formazione che deve necessariamente partire dai giovani per aumentare la consapevolezza del lavoro sicuro per se stessi e per i propri compagni di lavoro.

L’ing. Pierangelo Reguzzoni, direttore della Scuola Edile di Varese che collabora da tempo con il CFS di Belluno ha elogiato il progetto, cui ha fornito il proprio contributo in qualità di tecnico e ha auspicato una sempre più forte sinergia tra i vari attori della sicurezza, anche superando i confini regionali.

Ha preso la parola Martina Rigo responsabile della sicurezza per il CFS, che ha illustrato nel dettaglio i moduli formativi che si concluderanno ad ottobre con circa 100 ore di formazione per i lavoratori e i progettisti, con 10 discenti per ogni modulo con il coinvolgimento di 6 aziende della zona. L’attività di formazione riguarda i lavoratori impegnati con quattro tipologie di macchine: fresa, finitrice, rullo, emulsionatrice spazzolatrice.

Infine è intervenuto Serafino Loat, istruttore macchine, che ha parlato dei rischi delle singole macchine utilizzate abitualmente nei cantieri stradali, in particolare la fresatrice che è stata recentemente introdotta nell’asfaltatura delle strade e che, essendo poco conosciuta, può costituire un rischio per i lavoratori più anziani che non ne conoscono bene il funzionamento e, al contrario dei lavoratori più giovani, ne sottovalutano i pericoli nell’uso.

 


14/03/2019: Il datore di lavoro è responsabile anche se l’evento deriva da un malore

La recente sentenza della Corte di Cassazione n. 1469 del 14 gennaio 2019


13/03/2019: Cantieri post sisma. Aspetti di salute e sicurezza

Si terrà a Camerino il 29 marzo un convegno gratuito che intende porre l’attenzione sugli aspetti di salute e sicurezza nei cantieri


12/03/2019: Le donne e la sicurezza sul lavoro

Quali differenze fra uomo e donna possono incidere sulla SSL? Cosa possono fare i datori di lavoro?


11/03/2019: Albo Nazionale Gestori Ambientali: requisiti morali per l’iscrizione

La Circolare del Comitato Nazionale dell’Albo Gestori Ambientali prot.n.4 del 7/3/2019


08/03/2019: I rischi della duplice dimensione professionale della donna

Un’analisi dei dati sugli infortuni al femminile in generale, in particolare quelli legati all’ambito familiare e domestico. E l’opuscolo “Faccende domestiche”.


07/03/2019: Convegno gratuito sui fattori di rischio lavorativi

L’approfondimento dei fattori di rischio lavorativi e l’individuazione delle soluzioni per le aziende attraverso le attività di vigilanza e assistenza da parte delle Istituzioni


06/03/2019: App Vision Zero

Per una quota d’incidenti pari a zero e il lavoro che non va a scapito della salute


05/03/2019: Premio imprese per la sicurezza 2019

Si chiuderà lunedì 18 marzo la finestra per aderire all'iniziativa promossa da Inail e Confindustria con l'alto patronato del Presidente della Repubblica


04/03/2019: Verifiche periodiche: aggiornamento delle tariffe

Scarica le tabelle con le tariffe aggiornate.


01/03/2019: Informare è prevenire: notiziario INCA 2-3/2018

Le malattie professionali: un percorso di promozione e informazione per lavoratori e Rls del settore sanitario


28/02/2019: EU-OSHA: rimane elevato il livello di soddisfazione delle parti interessate relativamente al lavoro dell’Agenzia

I risultati nell'indagine sul livello di soddisfazione delle parti interessate del 2018


27/02/2019: Albo Nazionale Gestori Ambientali: aggiornata la modulistica per l’iscrizione nella categoria 3-bis

Dallo scorso 15 agosto 2018 sono entrate in vigore le modifiche alla normativa RAEE


26/02/2019: Verifiche periodiche: adottato il ventunesimo elenco

L'elenco adottato in allegato al Decreto Direttoriale del 25 febbraio 2019 sostituisce integralmente il precedente elenco allegato al Decreto del 23 novembre 2018.


25/02/2019: Le "Faccende pericolose" delle casalinghe

Il 5 marzo una conferenza in Senato e un opuscolo con le vignette di Michele Russo un ventenne che parla di sicurezza sul lavoro attraverso il disegno


22/02/2019: Scavi archeologici illegali: tutto il mondo è paese

Una notizia che viene dal Cairo si somma a notizie che provengono spesso da varie zone della Campania, in particolare nel territorio vesuviano.


21/02/2019: Medico competente: quando e da chi deve essere fatto l'invio dei dati?

Interpello alla Commissione: quale medico competente deve effettuare la comunicazione prevista entro il 31 Marzo?


20/02/2019: 25 anni di lavoro congiunto per un’Europa sana e sicura

Il nuovo regolamento istitutivo dell’EU-OSHA riconosce il lavoro svolto e la sua importanza per il futuro


19/02/2019: Motivare alla sicurezza: l’equilibrio nelle motivazioni

Non solo un numero limitato di motivazioni, ma anche con una significativa salienza.


18/02/2019: La testimonianza delle vittime del lavoro è fondamentale

Quanto incide il rispetto delle regole sulla sicurezza sul lavoro? ANMIL intervista a Sigfrido Ranucci.


15/02/2019: L’EU-OSHA opera di pari passo con la legislazione dell’UE

L'importanza della direttiva quadro sulla sicurezza e la salute sul lavoro


47.5 48.5 49.5 50.5 51.5 52.5 53.5 54.5 55.5 56.5 57.5