Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

22/06/2016: Incidenti e malattie professionali in Campania

Alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Campania”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.

Riportiamo alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Campania”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.   
 
Sintesi dei fenomeni rilevanti
Il rapporto regionale Campania 2014 presenta in sintesi l’andamento dei dati statistici relativi al portafoglio gestionale dell’Istituto, agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali. Tra i temi rilevanti rientrano anche le attività di cura e riabilitazione, quelle di controllo del rapporto assicurativo, le attività di prevenzione e gli incentivi per la sicurezza. Nella parte finale, le schede monografiche presentano i progetti più significativi realizzati a livello territoriale.
Nel 2014 risultano attive circa 280 mila posizioni assicurative territoriali relative alla gestione industria e servizi, pari al 7,3% delle posizioni assicurative censite dall’Inail a livello nazionale, con un aumento rispetto al 2013 dell’1,9%. Le masse salariali denunciate per i lavoratori dipendenti si attestano a quasi 16 miliardi di euro e rappresentano circa il 4,7% del dato nazionale.
Diminuiscono gli importi dei premi accertati e incassati; questi ultimi, nel 2014, ammontano a circa 280 milioni di euro e rappresentano il 4,6% del totale.
I dati degli indennizzi relativi agli infortuni mostrano un andamento decrescente nel triennio oggetto d’analisi, con una costante riduzione. In sensibile aumento invece risultano gli indennizzi in capitale relativi alle malattie professionali (+67% rispetto al 2012).
Prosegue l’andamento decrescente del numero di infortuni denunciati sia a livello regionale sia nazionale. In Campania sono state registrate quasi 23 mila denunce di infortunio nel 2014 con una diminuzione del 3,5% rispetto all’anno precedente e del 9,7% rispetto al 2012. Gli infortuni riconosciuti sul lavoro, in regione, sono oltre 16 mila (-9,5% nel triennio), dei quali 1.296 avvenuti in itinere. I casi di infortunio con esito mortale nel 2014 sono stati 41 rispetto ai 695 casi riconosciuti a livello nazionale. Gli infortuni sul lavoro hanno causato in Campania oltre 484 mila giornate di inabilità con costo a carico dell’Inail, che rappresentano il 4% circa del dato nazionale.
Le malattie professionali denunciate in regione nel 2014 sono state 2.825, con un incremento (+56%) nel triennio maggiore di quello registrato a livello nazionale (+23,9%). Le denunce hanno coinvolto 2.496 lavoratori. L’Inail ha riconosciuto la causa lavorativa in 990 casi, pari al 4,5% del dato nazionale. I lavoratori deceduti nel 2014 per malattia professionale sono stati 57, in diminuzione rispetto al 2012.
Nel 2014 l’Inail ha erogato oltre 60 mila prestazioni per “prime cure”, con un incremento del 26,6% rispetto all’anno precedente e del 29,5% rispetto al 2012.
In costante diminuzione risulta la spesa per acquisto e produzione di protesi, ortesi e ausili a livello regionale: da poco più di 4,7 milioni di euro nel 2012 a 4 milioni di euro nel 2014, con un decremento nel triennio di circa il 14,2%.
Le attività svolte dall’Inail in tema di accertamenti ispettivi, inquadrate in un processo di controllo e valutazione del rischio, hanno consentito nel 2014 di verificare in Campania 1.524 aziende; di queste, 1.477 (il 96,9%) sono risultate non regolari. Complessivamente, i premi omessi accertati ammontano a oltre 10 milioni e 800 mila euro (-20,6% rispetto al 2012).
Nel 2014 sono state accolte oltre 2 mila e 400 istanze di riduzione del tasso di tariffa per meriti di prevenzione, corrispondenti a un minor importo del premio pagato di oltre 11 milioni di euro.
A fronte delle 11.705 richieste, nel 2014 sono stati erogati 5.548 servizi di omologazione e certificazione, con un fatturato complessivo di 916 mila euro.
 
Sommario
Nota metodologica
Indice delle tabelle
Sintesi dei fenomeni rilevanti
1. La situazione nel mondo del lavoro nei dati Inail
2. Infortuni
3. Malattie professionali
4. Cura, riabilitazione, reinserimento
5. Azioni e servizi
6. Schede monografiche
6.1. Gli alunni misurano la scuola. Condizioni termo-igrometriche e di qualità dell’aria nelle scuole primarie della provincia di Avellino
6.2. Prevenzione di fenomeni di “runaway” ed esplosione termica derivanti da combustione e autocombustione
6.3. Le malattie professionali negate: analisi del fenomeno in Campania
6.4. Analisi dei rischi residui nell’utilizzo di bidoni GPL in ambito domestico: i rischi incendio ed esplosione
6.5. Crazy Ghosts – Basket in carrozzina

Glossario

Fonte: INAIL


21/10/2016: Alcol test per i lavori a rischio?

Discussa l'intesa per la prevenzione di infortuni gravi e mortali correlati all’assunzione di alcolici e di sostanze stupefacenti


21/10/2016: Ipaf ed Inail ad Ambiente Lavoro

I workshop “I sistemi di protezione individuale nell’uso delle Piattaforme di lavoro elevabili (Ple)” e “Requisiti normativi e tecnici dei Dpi”,


21/10/2016: Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro del 2016

Dal 24 al 28 ottobre nell’ambito della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età.


20/10/2016: La certificazione delle barriere perimetrali

Un riconoscimento di certificazione attraverso alcuni passi. Di Adalberto Biasiotti.


19/10/2016: Commissione consultiva permanente, riapertura termini

Quali sono i termini e le modalità di trasmissione delle manifestazioni d'interesse?


19/10/2016: REACH: cosa è cambiato?

A Milano il convegno gratuito "REACH: cosa è cambiato, nuovi strumenti e nuovi concetti".


18/10/2016: Tastiere e mouse senza fili: comodi, ma poco sicuri!

Alcuni clamorosi buchi della sicurezza informatica. Di Adalberto Biasiotti.


17/10/2016: 5ª edizione premio giornalistico Pietro Di Donato

Scade il 15 novembre la partecipazione al premio giornalistico dedicato al tema della sicurezza sul lavoro patrocinato dall’ANMIL


17/10/2016: Alternanza scuola-lavoro: un protocollo d’intesa

Percorsi di alternanza scuola-lavoro rivolti agli studenti delle classi terze, quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado.


14/10/2016: Convegno “Bando Isi agricoltura. Innovazione e sicurezza"

Illustrazione delle modalità di partecipazione delle imprese agricole agli incentivi offerti dal bando.


14/10/2016: Conciliare la vita privata e il lavoro per l'Europa è un diritto

Approvata nei giorni scorsi una risoluzione in cui si raccomanda agli Stati membri di promuovere, sia nel settore pubblico che in quello privato, modelli di welfare aziendale che rispettino il diritto all'equilibrio tra vita professionale e vita privata


13/10/2016: Apparecchiature a risonanza magnetica: chiarimenti riguardo la marcatura CE

La Nota 31 agosto 2016 del Ministero della Salute.


13/10/2016: Novità sull’uso dei droni: le maglie ENAC si stanno allargando

La distanza massima fra il drone ed il pilota è oggi fissata a 500 metri. Sembra però che la situazione si stia evolvendo. Di Adalberto Biasiotti.


12/10/2016: Ti interessano la salute e la sicurezza dei lavoratori anziani?

Il progetto pilota dell’EU-OSHA.


11/10/2016: Regolamento 2016/1688 concernente il REACH

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea L 255/14 del 21.9.2016


11/10/2016: Sistemi di rivelazione antincendio: UNI EN 54-31

Pubblicata in lingua italiana la norma europea UNI EN 54-31


10/10/2016: “Safety Day”, nuova formula per vivere la sicurezza!

La Sicurezza protagonista: per un giorno lavoratori, famiglie ed Azienda sono coinvolti tutti insieme. Perché la Sicurezza è un traguardo comune.


10/10/2016: Regione Veneto: avvisi e finanziamenti

Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale


07/10/2016: CLP: nono adeguamento al progresso tecnico

Il regolamento 1179 del 19 luglio 2016


06/10/2016: 66° Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro

ANMIL a Venezia per la manifestazione nazionale con la partecipazione delle massime istituzioni.


64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74