Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

01/06/2016: Incidenti e malattie professionali in Calabria

Riportiamo alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Calabria”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.

Riportiamo alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Calabria”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.
 
Sintesi dei fenomeni rilevanti
Il rapporto regionale Calabria 2014 presenta in sintesi l’andamento dei dati statistici relativi al portafoglio gestionale dell’Istituto, agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali. Tra i temi rilevanti rientrano anche le attività di cura e riabilitazione, quelle di controllo del rapporto assicurativo, le attività di prevenzione e gli incentivi per la sicurezza. Nella parte finale, le schede monografiche presentano i principali progetti realizzati a livello territoriale.
Nel 2014 risultano attive oltre 101 mila posizioni assicurative territoriali relative alla gestione industria e servizi, pari a circa il 2,6% delle posizioni assicurative censite dall’Inail a livello nazionale, con un incremento dell’1,4% rispetto al 2013. Le masse salariali denunciate, soggette a contributo Inail, ammontano a oltre 4 miliardi e 76 milioni di euro, corrispondenti al 1,2% del dato nazionale, importo che si è ridotto, rispetto all’anno precedente, dell’1,3%.
Diminuiscono gli importi dei premi accertati e incassati; questi ultimi, nel 2014, si attestano a oltre 73 milioni di euro e rappresentano l’1,2% del totale.
Nel 2014 sono state erogate 25.554 rendite, di cui 550 di nuova costituzione, con una diminuzione rispetto al 2012 del 2,7%.
Prosegue l’andamento decrescente del numero di infortuni denunciati sia a livello regionale sia nazionale. In Calabria sono state registrate più di 10 mila e 600 denunce di infortuni nel 2014, con un decremento dell’8,5% rispetto all’anno precedente e del 16,5% rispetto al 2012. Gli infortuni riconosciuti sul lavoro sono oltre 7 mila e 600 (-15,9% nel triennio), dei quali 780 avvenuti in itinere.
I casi di infortunio con esito mortale nel 2014 sono stati 11 rispetto ai 695 accertati a livello nazionale. Gli infortuni sul lavoro hanno causato in Calabria oltre 276 mila giornate di inabilità con costo a carico dell’Inail, che rappresentano il 2,3% del dato nazionale.
Le malattie professionali denunciate in regione nel 2014 sono state 1.976, con un incremento del 43,9% nel triennio, superiore rispetto a quello registrato a livello nazionale, (+23,9%). Nella regione l’Inail ha riconosciuto la causa professionale in 584 casi, pari al 2,7% del dato nazionale. Le malattie professionali riconosciute con esito mortale sono state 31, in diminuzione del 18,4% rispetto al 2012.
Nel 2014, l’Inail ha erogato oltre 29 mila prestazioni per “prime cure”, con una riduzione rispetto all’anno precedente dello 0,7%, diversamente, a livello nazionale, si registra un incremento del 3,1%.
Si riduce anche la spesa per l’acquisto e produzione di protesi, ortesi e ausili a livello regionale: da oltre 1,6 milioni di euro nel 2012 a poco più di 1,5 milioni di euro nel 2014, con un decremento complessivo del 2,5%.
Le attività svolte dall’Inail in tema di accertamenti ispettivi, inquadrate in un processo di controllo e valutazione del rischio, hanno consentito di verificare in Calabria 539 aziende nel 2014; di queste, 524 (il 97,2%) sono risultate non regolari. Complessivamente i premi omessi accertati ammontano a oltre 2 milioni e 500 mila euro (-12,5% rispetto al 2013).
Nel 2014 sono state accolte 421 istanze di riduzione del tasso di tariffa per meriti di prevenzione, corrispondenti a un minor importo del premio pagato di oltre 2 milioni di euro.
A fronte delle 4.614 richieste di servizi di omologazione e certificazione, nel 2014 sono stati erogati 1.387 servizi, con un fatturato di 356 mila euro.
 
Sommario
Nota metodologica
Indice delle tabelle
Sintesi dei fenomeni rilevanti
1. La situazione nel mondo del lavoro nei dati Inail
2. Infortuni
3. Malattie professionali
4. Cura, riabilitazione, reinserimento
5. Azioni e servizi
6. Schede monografiche
6.1. OrientaCalabria 19
6.2. “Giorni rubati”, rappresentazione teatrale sugli infortuni sul lavoro
6.3. Training for foreign workers
6.4. Auto Controllo, la percezione della sicurezza stradale tra i giovani
Glossario
 
 
 
 

06/09/2016: Seminario sul rischio stress

Convegno gratuito a Sesto san giovanni il 12 settembre


06/09/2016: Infografiche: molestie sessuali e violenza sul luogo di lavoro

I dati principali su questi problemi


05/09/2016: Aumento denunce infortuni sul lavoro

“+2,8% nei primi 5 mesi 2016


02/09/2016: SECURITY Essen 2016: la fiera del settore della sicurezza

Dal 27 al 30 settembre si terrà ad Essen la tradizionale mostra sulla sicurezza e la prevenzione degli incendi. Di Adalberto Biasiotti


01/09/2016: Nuove norme tecniche di prevenzione incendi per le attività ricettive turistico-alberghiere.

Pubblicata in Gazzetta ufficiale la regola tecnica


01/09/2016: Sul decreto ministeriale 12 luglio 2016

modifica agli allegati 3A e 3B del D.Lgs 81/08. Il commento di Pietro Ferrari.


31/08/2016: Convegno di aggiornamento tecnico-normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

A Bari lunedì 12/9/2016 il convegno "Formazione, Giurisprudenza, Appalti Pubblici e Antincendio. Novità e aggiornamento tecncio-normativo".


31/08/2016: L'EU-OSHA promuove ambienti di lavoro sani e sicuri per i giovani lavoratori

I giovani, in età compresa tra i 18 e i 24 anni, sono particolarmente vulnerabili ai rischi negli ambienti di lavoro.


30/08/2016: Lavori sotto tensione: pubblicato il quinto elenco dei soggetti abilitati

Adottato il quinto elenco delle "aziende autorizzate" e dei "soggetti formatori" a effettuare i lavori sotto tensione su impianti elettrici, di cui all'articolo 82, comma 1, lettera c), del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.


19/08/2016: Pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'Accordo Stato - Regioni del 7 luglio sulla formazione RSPP

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, e trascorsi 15 giorni, l'Accordo entra in vigore


05/08/2016: Disponibili le risorse della campagna europea 2016/2017

Disponibili le risorse relative alla campagna europea 2016-2017 “Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età”.


03/08/2016: Sistri: ultimi aggiornamenti

Aggiornamento Sezione Documenti


02/08/2016: Bando Isi-Agricoltura 2016

Stanziati 45 milioni di euro per il miglioramento della sicurezza nelle micro e piccole imprese


22/07/2016: Accordo RSPP: disponibile il testo approvato in Conferenza Stato Regioni

Pubblicato sul sito della Conferenza Stato-Regioni il nuovo accordo che modifica non solo percorsi formativi di RSPP/ASPP ma anche la formazione di molti altri soggetti che si occupano di gestione della sicurezza.


19/07/2016: Condanna dirigenti Olivetti restituisce giustizia a familiari vittime

Il commento del presidente ANMIL Franco Bettoni


18/07/2016: Prassi e strategie di riabilitazione innovative per la sicurezza e la salute negli ambienti di lavoro

Quali misure sono adottate attualmente e quali misure danno risultati positivi e sostenibili?


12/07/2016: Norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di ufficio

Pubblicato il Decreto 8 giugno 2016 'Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di ufficio, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139


08/07/2016: Il testo del nuovo accordo sulla formazione RSPP/ASPP

In Conferenza Stato-Regioni è stato approvato un nuovo accordo che modifica la formazione alla sicurezza in Italia. In attesa del documento ufficiale, PuntoSicuro pubblica il testo arrivato il 7 luglio in Conferenza per l’approvazione definitiva.


07/07/2016: Approvata la revisione degli accordi sulla formazione RSPP

Sancito in Conferenza Stato-Regioni il nuovo Accordo in materia di formazione per la sicurezza sul lavoro.


07/07/2016: Corsi sulla sicurezza: undici inchieste su certificati falsi

Le violazioni dell'accordo Stato-Regioni sulla formazione in materia di sicurezza sempre più spesso finiscono in procura.


63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73