Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

05/05/2016: Il Rapporto annuale Umbria: incidenti e malattie professionali

Disponibile il Rapporto annuale regione Umbria

Riportiamo alcune indicazioni tratte dal documento Inail “Rapporto annuale regionale 2014 – Umbria”, pubblicato nel mese di dicembre 2015.
 
Sintesi dei fenomeni rilevanti
Il rapporto regionale Umbria 2014 presenta in sintesi l’andamento dei dati statistici relativi al portafoglio gestionale dell’Istituto, agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali. Tra i temi rilevanti rientrano anche le attività di cura e riabilitazione, quelle di controllo del rapporto assicurativo, le attività di prevenzione e gli incentivi per la sicurezza. Nella parte finale, le schede monografiche presentano i principali progetti realizzati a livello territoriale.
Nel 2014 risultano attive poco più di 61 mila posizioni assicurative territoriali relative alla gestione industria e servizi, pari all’1,6% delle posizioni assicurative censite dall’Inail a livello nazionale, con una moderata riduzione rispetto al 2013 (-1,28%). Le masse salariali denunciate, soggette a contributo Inail, si attestano a oltre 4 miliardi e 164 milioni di euro, corrispondenti all’1,24% del dato nazionale, evidenziando una flessione dello 0,3% rispetto all’anno precedente.
 
Diminuiscono gli importi dei premi accertati e incassati; questi ultimi, nel 2014, ammontano a oltre 94 milioni e 600 mila euro e rappresentano l’1,6% del totale.
I dati delle indennità relative agli infortuni mostrano un andamento decrescente, con una costante e significativa riduzione.
 
Nel 2014 sono state erogate 25.495 rendite, di cui 406 di nuova costituzione.
Prosegue l’andamento decrescente del numero di infortuni denunciati sia a livello regionale sia nazionale. Nella regione sono state registrate quasi 12 mila denunce di infortuni nel 2014, con una diminuzione del 7,3% rispetto all’anno precedente e del 10,4% rispetto al 2012. Gli infortuni riconosciuti sul lavoro sono 8.519 (-12,3% nel triennio), dei quali 864 avvenuti in itinere. I casi di infortunio con esito mortale nel 2014 sono stati 12 rispetto ai 695 accertati a livello nazionale.
 
Gli infortuni sul lavoro hanno causato in Umbria quasi 228 mila giornate di inabilità con costo a carico dell’Inail, che rappresentano l’1,9% del dato nazionale.
Le malattie professionali denunciate in Umbria nel 2014 sono state 1.625, con un incremento nel triennio (+14,8%) più contenuto di quello registrato a livello nazionale (+23,9%). L’Inail ha riconosciuto la causa lavorativa in 678 casi, pari al 3,1% del dato nazionale; i lavoratori deceduti per malattia professionale sono stati 29.
Nel 2014 l’Inail ha erogato oltre 11.700 prestazioni per “prime cure”; con un incremento rispetto all’anno precedente del 99,1%.
Aumenta la spesa per acquisto e produzione di protesi, ortesi e ausili a livello regionale: da 1 milione e 311 mila euro nel 2012 a 1 milione e 559 mila euro nel 2014, con un incremento del 18,9%.
 
Le attività svolte dall’Inail in tema di accertamenti ispettivi, inquadrate in un processo di controllo e valutazione del rischio, hanno consentito nel 2014 di verificare in Umbria 382 aziende; di queste, 343 (l’89,8%) sono risultate non regolari. Complessivamente, i premi omessi accertati ammontano a 1 milione 477 mila euro (-33,4% rispetto al 2013).
Nel 2014 sono state accolte 1.696 istanze di riduzione del tasso di tariffa per meriti di prevenzione, corrispondenti a un minor importo del premio pagato di oltre 7 milioni e 600 mila euro.
A fronte delle 9.700 richieste, sono stati erogati 2.045 servizi di omologazione e certificazione, con un fatturato di 416 mila euro.
 
Sommario
Nota metodologica
Indice delle tabelle
Sintesi dei fenomeni rilevanti
1. La situazione nel mondo del lavoro nei dati Inail 7
2. Infortuni
3. Malattie professionali
4. Cura, riabilitazione, reinserimento
5. Azioni e servizi
6. Schede monografiche
6.1. Progetto di ricerca “Caratterizzazione chimico-fisica e valutazione del potenziale tossicologico di inquinanti particellari ultrafini e gassosi in ambienti di lavoro”
6.2. Progetto di ricerca “Affidabilità e sicurezza degli equipaggiamenti elettrici delle
macchine e degli impianti elettrici negli ambienti di lavoro”
6.3. Progetto di prevenzione: La sicurezza sul lavoro “entra in carcere”
6.4. Progetto di prevenzione “Help Health Phone/Babele”: una App per la sicurezza sul lavoro
6.5. Progetto di prevenzione “Tornare a casa dal lavoro”: un concorso giornalistico sul
tema della corretta informazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro
6.6. Inail e tutela globale e integrata: garantite ai lavoratori anche le prestazioni sanitarie riabilitative
6.7. Progetto “Cucin… Abile”: quando il reinserimento vien… mangiando
Glossario
 
(.pdf - 702 kb)
(.pdf - 1,79 mb)
 
 

13/09/2016: Sicurezza sul Lavoro: non perdiamo altro tempo!

Firma anche tu la petizione ANMIL


12/09/2016: Le frodi sull’Iva hanno raggiunto un livello intollerabile

Le proposte della commissione LIBE-commissione sulle libertà civili, giustizia e gli affari interni del Parlamento europeo. Di Adalberto Biasiotti.


12/09/2016: Le norme UNI per gli arredi scolastici

Cattedre, banchi, lavagne e illuminazione: come si riconoscono gli arredi a norma


09/09/2016: E’ sicuro il data base CCD?

Le debolezze dell'archivio governativo che permette di analizzare le richieste di visti per l’ingresso negli Stati Uniti. Di Adalberto Biasiotti


08/09/2016: Sicurezza sul lavoro: quali regole e quanto applicate

Convegno gratuito “Lo stato di applicazione della sicurezza e salute sul lavoro: quali regole e quanto applicate. Sviluppi futuri” a Rimini il 29 settembre.


07/09/2016: Safety, Security, Privacy, Intelligence

Si terrà a L'Aquila il 23 settembre il convegno gratuito "Sicurezze integrate nel sistema Italia"


06/09/2016: Seminario sul rischio stress

Convegno gratuito a Sesto san giovanni il 12 settembre


06/09/2016: Infografiche: molestie sessuali e violenza sul luogo di lavoro

I dati principali su questi problemi


05/09/2016: Aumento denunce infortuni sul lavoro

“+2,8% nei primi 5 mesi 2016


02/09/2016: SECURITY Essen 2016: la fiera del settore della sicurezza

Dal 27 al 30 settembre si terrà ad Essen la tradizionale mostra sulla sicurezza e la prevenzione degli incendi. Di Adalberto Biasiotti


01/09/2016: Nuove norme tecniche di prevenzione incendi per le attività ricettive turistico-alberghiere.

Pubblicata in Gazzetta ufficiale la regola tecnica


01/09/2016: Sul decreto ministeriale 12 luglio 2016

modifica agli allegati 3A e 3B del D.Lgs 81/08. Il commento di Pietro Ferrari.


31/08/2016: Convegno di aggiornamento tecnico-normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

A Bari lunedì 12/9/2016 il convegno "Formazione, Giurisprudenza, Appalti Pubblici e Antincendio. Novità e aggiornamento tecncio-normativo".


31/08/2016: L'EU-OSHA promuove ambienti di lavoro sani e sicuri per i giovani lavoratori

I giovani, in età compresa tra i 18 e i 24 anni, sono particolarmente vulnerabili ai rischi negli ambienti di lavoro.


30/08/2016: Lavori sotto tensione: pubblicato il quinto elenco dei soggetti abilitati

Adottato il quinto elenco delle "aziende autorizzate" e dei "soggetti formatori" a effettuare i lavori sotto tensione su impianti elettrici, di cui all'articolo 82, comma 1, lettera c), del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.


19/08/2016: Pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'Accordo Stato - Regioni del 7 luglio sulla formazione RSPP

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, e trascorsi 15 giorni, l'Accordo entra in vigore


05/08/2016: Disponibili le risorse della campagna europea 2016/2017

Disponibili le risorse relative alla campagna europea 2016-2017 “Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età”.


03/08/2016: Sistri: ultimi aggiornamenti

Aggiornamento Sezione Documenti


02/08/2016: Bando Isi-Agricoltura 2016

Stanziati 45 milioni di euro per il miglioramento della sicurezza nelle micro e piccole imprese


22/07/2016: Accordo RSPP: disponibile il testo approvato in Conferenza Stato Regioni

Pubblicato sul sito della Conferenza Stato-Regioni il nuovo accordo che modifica non solo percorsi formativi di RSPP/ASPP ma anche la formazione di molti altri soggetti che si occupano di gestione della sicurezza.


78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88