Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

 11/04/2019: Gestione efficace del Primo Soccorso

Un’importante progetto nazionale sulla gestione efficace del Primo Soccorso Aziendale.

Progetto: Gestione efficace del Primo Soccorso

Nel contesto delle attività di ricerca previste dal Piano delle Attività della Ricerca 2016-2018 (PAR) – predisposto dall’INAIL – il Centro di Ricerca Interdipartimentale sulla Sicurezza e Prevenzione dei Rischi (C.R.I.S.) dell’Università di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con altri Enti partner sta conducendo un’importante progetto nazionale sulla gestione efficace del Primo Soccorso Aziendale.

Il conseguimento della finalità progettuale (predisposizione di buone prassi, specifiche e mirate alle reali esigenze aziendali) è realizzato attraverso la raccolta di dati mediante la compilazione on-line di specifici questionari.

Sono stati predisposte 2 differenti tipologie di indagini:

 

Indagine rivolta alle aziende:

Il D.M. del 15 luglio 2003, n. 388 - Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, classifica le aziende/unità produttive in tre gruppi (A, B, C) tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio presenti.

L’individuazione di elementi di criticità/positività nella gestione delle emergenze sanitarie riveste un ruolo fondamentale sia per promuovere buone prassi specifiche sia per determinare percorsi di informazione/formazione/addestramento più efficaci (non solo secondo la classificazione proposta dal D.M. 388/2003).

L’indagine mira ad indagare:

In questa fase l’analisi dei dati raccolti è rivolta ai seguenti settori merceologici: Istruzione, Edilizia/ Costruzioni, Metalmeccanica, Chimica, Agricoltura.

Per compilare l’indagine è necessario essere registrati sul portale sicurezzainpratica.eu; accadendo all’ “AREA RISERVATA” è possibile compilare i questionari proposti.

 

Indagine rivolta ai soggetti formatori in materia di Primo Soccorso:

Il questionario, strutturato seguendo i criteri previsti per la figura del formatore/docente in materia di salute e sicurezza sul lavoro (D.I. 65 del 06/03/2013), indaga:

  1. anagrafica,
  2. esperienza,
  3. capacità didattica.

Tale suddivisione consente di fotografare lo stato attuale della formazione in materia di primo soccorso e permette di individuare utili elementi di riflessione sulle attuali criticità/positività relative all’ideale figura del formatore al primo soccorso.

Anche il tuo contributo è importante; contribuisci al progetto partecipando alle attività proposte; più dati saranno raccolti più la ricerca sarà accurata.

Viste le potenziali ricadute pratiche del progetto e tenuto in considerazione dell’importanza di disporre del maggior numero di informazioni possibili, vi chiediamo, gentilmente di apportare il vostro contributo alla raccolta di dati. Non solo RSPP aziendali, ma anche tutto il mondo delle professioni, è invitato a compilare e promuovere i questionari proposti.

I dati raccolti, rielaborati e messi a fattore comune permetteranno la predisposizione di buone prassi e/o indicazioni specifiche per il settore. Più informazioni saranno raccolte maggiore sarà la possibilità di predisporre documenti mirati alle reali esigenze delle aziende.

La compilazione dei questionari richiede qualche minuto del tuo tempo ma fornisce importanti informazioni che, rielaborate, saranno elemento di utilità anche per la tua organizzazione.

I dati raccolti saranno elaborati e trattati in forma anonima dal C.R.I.S. dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, e dai soggetti partner, per i soli scopi del progetto.

Per avere maggiori informazioni circa le modalità di partecipazione e/o collaborazione è possibile consultare il portale sicurezzainpratica.eu o mandare una mail a:

bric_2016_id19@unimore.it

Tutte le aziende che contribuiranno alla riuscita del progetto, compilando i questionari predisposti, se rilasceranno il proprio consenso attraverso la condivisione del proprio logo, saranno evidenziate sul portale sicurezzainpratica.eu nella sezione dedicata al: Progetto BRIC INAIL 2016 – id 19


Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

24/09/2019: Sicurezza, il governo farà una sintesi delle proposte

L'esito del tavolo su salute e sicurezza tenutosi al Ministero del Lavoro


23/09/2019: Sicurezza nelle scuole, nel 2018 denunciati oltre 77mila infortuni di studenti

Quasi tutti gli incidenti hanno avuto conseguenze lievi, senza riconoscimento di un grado di menomazione


20/09/2019: Incentivi alle imprese: ridurre il rischio rumore nella lavorazione del vetro

Il quarto episodio della campagna informativa #storiediprevenzione, basata su interviste ai beneficiari dei finanziamenti Isi


19/09/2019: Lavori sotto tensione: adottato l'elenco dei soggetti abilitati e formatori

Pubblicato il Decreto direttoriale n. 58 del 18 settembre 2019


18/09/2019: I vincitori del Premio per le buone pratiche nell’ambito della campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri»

Sei organizzazioni sono state premiate e quattro sono state encomiate


17/09/2019: E’ ancora la morte a spezzare la catena della solidarietà umana


16/09/2019: Spunti di conversazione per le discussioni sul luogo di lavoro sui disturbi muscolo-scheletrici

Gli scenari illustrati sono stati ideati per i lavoratori le cui mansioni possono essere causa di disturbi muscolo-scheletrici


13/09/2019: T4DATA: un manuale disponibile gratuitamente per gli RPD dei soggetti pubblici

Il vademecum in inglese utile anche per tutti i soggetti impegnati nell'applicazione del Regolamento Ue 2016/679


12/09/2019: Strage in agricoltura confermata: oggi altri 4 morti

Una giornata di grave lutto per l’ennesimo incidente che insanguina la lunga lista dei morti sul lavoro


12/09/2019: ESENER: una panoramica della gestione della SSL in Europa

In che modo viene affrontato il tema della salute e della sicurezza?


[|«] [«] 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 [»] [»|]