Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

27/01/2015: Allegato 3b: Prime Statistiche

L'ASL di Milano a dicembre ha presentato ai medici competenti operanti nel territorio i dati relativi all'invio 2014 relativamente ai dati 2013 (art. 40, comma 1 D.Lvo 81/08)
Vediamo alcuni dati generali sui lavoratori e sui medici competenti.
Si scopre così che i medici competenti operanti in Italia sono più di 5000, quasi 2000 in lombardia e 1200 su Milano città. I lavoratori soggetti a sorveglianza sanitaria in Italia sono quasi 10milioni, 2,4milioni in Lombardia e 680mila a Milano. 
Sappiamo quindi che 1/6 degli italiani incontra periodicamente un medico in ambito lavorativo.
Il numero di comunicazioni arrivate sono quasi 500mila, 100mila in Lombardia, 15mila a Milano. A Milano città c'è un medico che segue 216 unità produttive, 18 che ne seguono 100-200, 23 che ne seguono 75-100.
A Milano città 2 medici hanno effettuato tra 5000 e 7000 visite nel 2013, 1 tra 4000-5000, 2 tra 3000-4000, 5 da 2000 a 3000, 9 da 1500 a 2000.
Alcune estemporanee considerazioni
7000 visite per 253 giorni lavorativi = 30 visite/die poi ci sarebbero i sopralluoghi (200), ecc.
5000 visite per 253 giorni lavorativi = 20 visite/die
Il numero di posizioni assicurative territoriali INAIL con almeno un addetto a Milano è di 100.000 unità. Neanche 15.000 sono le unità territoriali che fanno riferimento ai dati inviati dai medici. Il gap è troppo elevato per pensare che le altre 85.000 unità territoriali non svolgano attività per la quale vige l'obbligo della nomina del medico.
Se consideriamo il dato nazionale: 2.500.000 unità produttive con almeno 1 addetto mentre 500.000 sono le comunicazioni inviate dai medici. Significa che le restanti 1.500.000 di unità produttive non hanno un medico competente (o non sono state inviate le comunicazioni).
 
 
 
 

22/01/2015: SISTRI: Aggiornamento Sezione Documenti


22/01/2015: Convegno: Indicatori per la Prevenzione Igiene Sicurezza nei Luoghi di Lavoro e Sistema Informativo


21/01/2015: I detergenti: indicazioni per la prevenzione e consigli per un uso corretto


21/01/2015: Un manuale per la gestione della privacy


20/01/2015: L‘Italia importa dall’India 1.040 tonnellate d’amianto: Guariniello avvia accertamenti


19/01/2015: Fondo di sostegno per le famiglie delle vittime di gravi infortuni sul lavoro


19/01/2015: I biocidi: interventi in caso di incidenti da uso improprio


19/01/2015: Grande successo per il Convegno sulla comunicazione come strumento di prevenzione


16/01/2015: “Casa Shock”, in arrivo a Padova lo spettacolo comico che parla di sicurezza


16/01/2015: Fondimpresa: al via l'opzione 80% per la formazione dei lavoratori


15/01/2015: L’impegno di Giorgio Napolitano per la difesa della salute e della sicurezza dei lavoratori


15/01/2015: Il sostegno di EU-OSHA all’Anno europeo per lo sviluppo 2015


15/01/2015: Legge di Stabilità 2015: le principali novità e le iniziative dell’ANMIL


14/01/2015: Tessile e abbigliamento, nel quinquennio 2009-2013 incidenti in calo di oltre un terzo


14/01/2015: Cos’è il radon: sicurezza ed igiene degli edifici


13/01/2015: Per i sette morti del rogo nella ditta cinese di Prato condanne fino a otto anni e otto mesi


13/01/2015: La salute e la sicurezza del bambino


12/01/2015: Canne fumarie e camini: tecniche costruttive e pericoli


12/01/2015: Scale portatili e sgabelli


09/01/2015: La casa e i suoi pericoli


86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96