Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

 19/02/2020: Aggiornata la procedura per la cessazione dell'incarico di Responsabile Tecnico

L'Albo Nazionale Gestori Ambientali ha pubblicato la deliberazione n. 1 del 30 gennaio 2020 con la disciplina relativa alla cessazione dell'incarico da Responsabile tecnico.

Il Comitato Nazionale dell'Albo Gestori Ambientali ha aggiornato la procedura da attuare in caso di cessazione, per qualsiasi motivi, dell'incarico di Responsabile Tecnico.

 

Queste nuove procedure si applicano dal 4/5/2020 e, a partire da tale data, sostituiranno quelle precedentemente previste dalla circolare n.1544 del 14/12/2012.

 

La procedura prevista dalla Delibera n.1/2020 in caso di cessazione dell'incarico di Responsabile Tecnico (d'ora in poi indicato come RT) si può così riassumere:

- Entro 30 giorni dalla cessazione, l'impresa deve comunicarlo telematicamente all’Albo; decorso tale periodo senza che la comunicazione venga inviata, si avvia il procedimento di sospensione dell’iscrizione per le categorie a cui fa riferimento il RT;

- Il RT comunica, tramite PEC, la cessazione dell'incarico all'impresa ed alla competente Sezione dell'Albo. Il RT mantiene comunque le proprie responsabilità fino alla ricezione da parte dell'Albo della comunicazione inviata dall'impresa o dal RT;

- L’impresa può proseguire l’attività per 90 giorni e le funzioni di RT sono svolte dal legale rappresentante indicato dall'impresa. I 90 giorni decorrono dalla ricezione da parte della Sezione Regionale di una delle comunicazioni precedenti. In questo periodo non possono essere effettuate variazioni/rinnovi relativi alle categorie interessate. Decorsi i 90 giorni senza una nuova nomina si avvia il procedimento di cancellazione;

- In caso di perdita del requisito di aggiornamento:

  • Albo comunica, tramite pec, all’impresa la scadenza del requisito, 60 e 30 giorni prima di tale scadenza;
  • Dal giorno successivo alla data di scadenza dell’idoneità del RT, decorrono i 90 giorni e la Sezione dell'Albo comunica via pec all'impresa la decadenza dell'incarico per mancanza dei necessari requisiti.

  

Interpreta®

Ministero dell'Ambiente - Albo Nazionale Gestori Ambientali - Deliberazione n. 1 del 30 gennaio 2020 - Disciplina relativa alla cessazione dell'incarico da Responsabile tecnico.


Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Stefano Arcangeli - likes: 0
20/02/2020 (08:39:02)
Ottimo provvedimento.
Stessa cosa dovrebbe essere fatta anche per l'incarico come RSPP Esterno.
Con la 626 essisteva questa necessità, poi passando al D.Lgs 81/08 è stata abrogata per motivi organizzativi dell'ente. Non sempre le "innovazioni" sono positive.
I vantaggi ci sarebbero evidentemente per tutti: ODV avrebbe ben chiaro se le aziende hanno o meno il loro RSPP, i DL sarebbero incentivati a fare sicurezza oltremodo, i professionisti che lasciano l'azienda sarebbero esentati da responsabilità che non gli competono da quella data innanzi. A chi potremmo proporlo?

Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

29/04/2020: PuntoSicuro a Radio Anmil: infortuni in itinere e differenze di genere

Giovedì 30 aprile 2020 va in onda una nuova puntata della collaborazione tra PuntoSicuro e Radio Anmil Network. Si parlerà di infortuni in itinere e differenze di genere con un’intervista a Andrea Bucciarelli, Consulenza Statistico Attuariale dell’Inail.


29/04/2020: Covid-19: la sicurezza dei Vigili del fuoco

Gestione rischio operativo connesso all’emergenza COVID-19: linee guida e bonifica dei filtri delle mascherine.


29/04/2020: COVID-19: due seminari in streaming per la fase 2

Due appuntamenti in diretta streaming per affrontare due tematiche importanti in questo periodo di emergenza da Coronavirus.


29/04/2020: Gestione dello stress e prevenzione del burnout

Online il video tutorial di INAIL in cui sono illustrati i contenuti della procedura nazionale per attivare sul territorio servizi di supporto psicologico rivolti agli operatori sanitari.


28/04/2020: Covid-19: non è obbligatorio alcun test per rientrare al lavoro

Una precisazione dei medici del lavoro e della Società Italiana di Medicina del Lavoro (SIML).


28/04/2020: INAIL e trasporto pubblico: il documento tecnico per gestire il rientro al lavoro

La pubblicazione, realizzata da Inail e Iss, illustra le misure contenitive per affrontare il problema della mobilità tutelando la sicurezza della popolazione, con la graduale ripresa delle attività produttive dal 4 maggio.


28/04/2020: INAIL: dossier Covid-19

Durante la prima seduta del CdA INAIL il presidente si è soffermato sulle azioni promosse per il contenimento dell’emergenza Coronavirus, alle quali è dedicato un dossier speciale pubblicato oggi


28/04/2020: Giornata mondiale della sicurezza e salute sul lavoro

Coronavirus, dall’ILO l’invito ai paesi del G20 a promuovere interventi globali per affrontare l’emergenza lavorativa


27/04/2020: Ultime ore: fare i corsi in web-conference per non fermare la formazione

Sei un centro AiFOS e vuoi fare i corsi in videoconferenza? Fino al 30 Aprile approfitta della convenzione con Mega Italia Media: usa il sistema di web-conference ed eroga corsi online.


27/04/2020: Differimento dei termini per la consegna dei documenti sanitari

La consegna dei documenti sanitari che il Medico addetto alla sorveglianza sanitaria avrebbe dovuto effettuare entro la data del 23 febbraio 2020 o in scadenze successive ad essa, in via eccezionale potrà essere ugualmente effettuata entro il 31 luglio 2020.


[|«] [«] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [»] [»|]