LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

  

Una legge che…sta a cuore


L’Emilia Romagna approva una legge per la diffusione su tutto il territorio regionale dei defibrillatori semiautomatici esterni (Dea).

Pubblicità
google_ad_client


Diffondere in modo coordinato su tutto il territorio regionale defibrillatori semiautomatici esterni (Dea), nei luoghi particolarmente frequentati (per esempio scuole, palestre, stadi, centri sociali per anziani, centri commerciali) e nelle zone dove le caratteristiche del territorio possono complicare l'arrivo in tempi rapidi delle ambulanze (zone montane e rurali).

Questo l'obbiettivo della legge regionale approvata dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna per prevenire e contrastare i decessi provocati da arresto cardiaco, che sono stimati in circa 60mila casi ogni anno, dei quali circa tremila sul territorio regionale.
Decessi che potrebbero in buona parte essere evitati con un intervento di rianimazione e l’uso del defibrillatore entro alcuni minuti dall’attacco.

Le Aziende Usl avranno il compito di predisporre progetti a livello locale per la diffusione dei defibrillatori, in continuità peraltro con il progetto regionale già avviato negli scorsi anni in Emilia-Romagna, grazie al quale sono stati dotati di questo strumento i mezzi di soccorso del 118, mezzi delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco.

Le sedi e le strutture dove collocare i defibrillatori saranno individuate sentiti i servizi di primo soccorso, i soggetti privati (associazioni onlus), gli Enti locali.

Pubblicità
google_ad_client

Ultimo aggiornamento in Banca Dati (riservato agli abbonati):

Cassazione, sez. lavoro, sentenza 07.11.2006, n. 23719 - Amianto, danno psichico, onere prova

 


Creative Commons License
Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: